Torre Annunziata, il sindaco vieta la vendita di uova e farina a Carnevale

Torre Annunziata – Usanza, se così vogliamo chiamarla, è quella che ogni anno vede ragazzini, non solo nella cittadina vesuviana, ma anche in altri comuni campani, gettare uova e farina contro le persone nel giorno di Carnevale. Per combattere questo fenomeno, il sindaco torrese Vincenzo Ascione ha emanato un’ordinanza in cui vieta la vendita di farina, uova, agrumi e schiume varie ai minori di 18 anni.

Questi episodi di vandalismo che sono perpetuati da anni a danno di persone e del patrimonio pubblico e privato, spesso inducono a non passeggiare per le strade nel giorno di martedì grasso per paura di essere oggetto di “scherzi” di cattivo gusto. Ed è per questo che il sindaco Ascione ha deciso di correre ai ripari.

LEGGI ANCHE
Foto. Il giorno dopo il Carnevale Estivo: la Litoranea è un mondezzaio

Fermo restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, la violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria. Delle violazioni commesse dai minori risponderanno coloro i quali sono tenuti alla loro sorveglianza.

Potrebbe anche interessarti