Il pastificio Setaro dedica un formato di pasta a Maradona con il numero 10

setaro pasta maradona

Un formato di pasta dedicato a Maradona. È l’idea dello storico pastificio Setaro di Torre Annunziata, che ha immaginato l’omaggio al più grande calciatore di tutti i tempi pochi giorni dopo la sua scomparsa. Una volta passata la fase iniziale di dolore per la morte di una persona che regalato gioia e spettacolo non solo ai popoli napoletano e argentino, ma a tutto il mondo con le sue prodezze, il pastificio Setaro ha deciso di onorare la memoria di Diego attraverso quello che sa fare egregiamente: la pasta.

La pasta ha il formato del numero 10, il dieci per eccellenza del calcio mondiale di ogni epoca. Disegnata la pasta, è stata prima realizzata la trafila in bronzo ed infine è stato realizzato il packaging. Vincenzo Setaro spiega: “Il packaging ricorda la fascia da capitano dei calciatori. Ogni foto di Maradona in campo lo vede indossare la fascia da capitano. Diego non è stato solo un calciatore, ha rappresentato anche un esempio di riscatto per la popolazione napoletana e meridionale”.

Vincenzo Setaro dà anche qualche consiglio sul modo di cucinare la pasta dei campioni, un formato corto che predilige ad esempio un sugo di pomodoro con basilico oppure le patate con la provola filante. “Il segreto per una pasta e patate bella cremosa – precisa – è cuocere a fuoco lento girando lentamente. Una volta cotta al dente e perfettamente amalgamata al condimento, si aggiungono i dadini di provola come vuole la tradizione”.

Il pastificio Setaro nasce nel 1939 a Torre Annunziata, la città dell’arte bianca, dove un tempo le strade ed i tetti degli edifici erano una distesa di pasta lasciata ad essiccare al sole ed alla brezza proveniente dal mare. Due fattori che davano alla pasta di Torre Annunziata caratteristiche preziose ed irripetibili, tanto che veniva identificata come la pasta di Napoli. Il pastificio Setaro si muove ancora nel solco di questa tradizione, riuscendo a esportare il prodotto al di fuori sia dei confini regionali che di quelli nazionali grazie ai livelli qualitativi altissimi. È amata sia dagli esperti gourmet che dalla gente comune la quale, ancora oggi, nei giorni di festa acquista la pasta direttamente al pastificio.

Potrebbe anche interessarti