Torre del Greco, lidi e parcheggiatori abusivi: la Litoranea dell’illegalità

Abusivismo

La breve “fuga politica” ha consentito a Ciro Borriello di ricomporre i pezzi della maggioranza. Il ritorno sulla poltrona di Palazzo Baronale è coinciso con la promozione di Antonio Spierto a vice sindaco con la cacciata dall’esecutivo di Ciro Accardo. Resta vacante la sedia di Presidente del Consiglio che, secondo voci insistenti, potrebbe toccare all’ex sfidante Alfonso Ascione.

Rimesse le cose a posto, il cosiddetto sceriffo, ha rinnovato la sua azione di governo facendosi immortalare in compagnia dei vigili urbani, impegnato in una lotta serrata alla sosta selvaggia e controllando il perfetto svolgimento della raccolta differenziata, arrivando a multare ben 4 stabilimenti balneari di via Litoranea.

Poi i grandi annunci: dalla leggendaria Cittadella dello Sport, passando per l’ospedale Maresca fino alla costruzione di una nuova area verde nel centro della città, intervallati dalla stretta di mano con il suo amico Diego Faraone Mennella, benedicendo la riapertura del Miramare.

La sua escursione sul litorale corallino, però, non è stata seguita da una manifestazione di lotta alla illegalità, diffusa da anni e soprattutto durante i mesi estivi rendono la zona infestata dall’abusivismo, consumato sotto gli occhi di tutti.

Venditori abusivi di cozze a poche centinaia di metri l’uno dall’altro. Due parcheggiatori abusivi (vedi foto) nell’isola ecologica, con la sedia a presidiare l’accesso dell’area dove, in teoria, la sosta è gratutita. Ciliegina sulla torta il nodo spiagge libere: tutte o quasi, in mano ad un manipolo di persone che poco fanno per non essere riconosciute. Dotati di ombrelloni, si sostituiscono ad uno stabilimento balneare in regola.

Negli scorsi mesi la Guardia Costiera di Torre del Greco nel corso dell’operazione Mare Sicuro ha anche provvedduto al sequestro di materiale da spiaggia, riconoscendone l’organizzazione di un lido abusivo. Ma lo sporadico intervento non è bastato a reprimere un fenomeno ben organizzato che si sostituisce perfettamente agli oneri, altrimenti, riservati al Comune come quello relativo alla pulizia dell’arenile. Non serve una intensa attività di intelligence per scoprire il segreto di Pulcinella dei lidi abusivi.

I fenomeni di abusivismo non regalano un buon biglietto da visita per chi si trova a transitarci. Puntare sulla costa torrese sarebbe fondamentale anche per l’economia della città: il Carnevale Estivo, nonostante le critiche, ha macinato numeri impressionanti certificando di fatto l’estrema voglia di eventi e di vivere momenti spensierati. Partire dal ripristino della legalità costituisce il fondamento dal quale avviarsi per mettere in moto una macchina da sempre con il freno a mano tirato.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più