Abusivismo commerciale e bancarelle selvagge a Torre del Greco

04.piazzetta[1]

Si evince da Metropoliweb che il Pd “bacchetta” Gennaro Malinconico, sindaco del comune Vesuviano, e la sua squadra di governo cittadino per l‘abusivismo commerciale e per i pericoli igienico-sanitari per i consumatori: “E’ necessario dare maggiore impulso ai controlli per garantire una celere risoluzione del problema, a partire dal caos che quotidianamente si registra nelle piazzette del centro storico”, il monito lanciato all’intera maggioranza di palazzo Baronale.

In assenza di una vera e propria opposizione, dunque, tocca nuovamente alla cenerentola della coalizione – rappresentata in consiglio comunale dal solo capogruppo Massimo Meo – sottolineare lo stato di degrado e abbandono in cui versa la città. Stavolta, puntando l’indice su una piaga cronica per Torre del Greco, solo parzialmente sanata dalla raffica di interventi messi in campo dalla precedente amministrazione comunale targata Ciro Borriello: “Nelle strade cittadine – si legge in una nota diffusa dal direttivo locale del Pd – si sta determinando un proliferare di attività commerciali abusive che minano la vivibilità cittadina, in quanto creano concorrenza sleale nei confronti dei commercianti che svolgono la loro attività nel rispetto della legge. Non solo: laddove il commercio abusivo riguarda i generi alimentari sorge una criticità sanitaria per il mancato rispetto delle più elementari norme igienico-sanitarie che si acuisce con la difficoltà di conservare i cibi sottoposti alle alte temperature estive senza gli adeguati accorgimenti. Infine, il decoro urbano e l’ordine stradale sono minati da una ridda di bancarelle di dubbio gusto estetico e di fastidioso ingombro per lo spazio riservato ai pedoni”.

Un affondo in piena regola che rischia di provocare l’ennesimo strappo all’interno della maggioranza, presa di mira dal fuoco amico dopo essere stata costretta a digerire la nomina di Lorenzo Porzio – sostenuto proprio da Massimo Meo e dal segretario cittadino del Pd, Vittorio Cuciniello – a vicesindaco. “Il Pd chiede all’amministrazione comunale già impegnata a contrastare il commercio abusivo di dare maggiore impulso ai controlli – conclude la nota del direttivo locale -. Al contempo il Pd auspica che venga affrontato e regolamentato una volta per tutte l’annoso problema delle cosiddette piazzette affinché il nostro centro storico possa avere un vero mercato rionale all’aperto”.

Precisi richiami alla sicurezza e alla legalità al primo cittadino – titolare della delega alla polizia municipale – e all’assessore alle attività produttive Gerardo Guida, destinati a infiammare l’estate a palazzo Baronale e alimentare nuove polemiche a due mesi dalla morte di un’anziana nella «casbah» di via Falanga, diventata una trappola inaccessibile per l’ambulanza chiamata a prestare soccorso alla donna colta da un improvviso malore.

Potrebbe anche interessarti