Torre del Greco, via la monnezza dalle strade: ecco le mini isole ecologiche

mini isole ecologicheTorre del Greco – Arriva finalmente a Torre del Greco una soluzione che toglierà su parte del territorio cittadino la spazzatura dalle strade: in alcuni punti distanti dalle isole ecologiche, infatti, vi è la possibilità di conferimento dei sacchetti per strada, senza cassonetti, in modo tale che spesso sui marciapiedi e sulla carreggiata vi siano cumuli di rifiuti, che non rendono certo giustizia al decoro e all’importanza storica, artistica e architettonica di alcuni edifici. Con le nuove mini isole ecologiche il conferimento in strada sarà parecchio arginato, ma nei punti ancora distanti sia da queste ultime che dalle isole ecologiche “grandi” la possibilità resiste ancora, in attesa di un’auspicata iniziativa dell’amministrazione.

Arrivano in città le mini isole ecologiche. Da mercoledì 10 febbraio i centri di raccolta in miniatura (tutto l’occorrente per una corretta raccolta differenziata ma in spazi ridotti) saranno attivi nella parte bassa della città. I cassoni saranno posizionati nelle prossime ore in particolare a via XX Settembre, San Giuseppe alle Paludi, via Calastro, rione Raiola, piazzale Cento Fontane, via Luise, piazzale Riscatto Baronale.

“Si tratta – spiega l’assessore all’Ambiente, Salvatore Quirino, che ha seguito la questione per conto dell’amministrazione guidata dal sindaco Ciro Borriello – di un primo passo per dotare le aree non servite dai grandi centri di raccolta dei rifiuti differenziati, di uno strumento che nelle altre zone della città ha dato buoni risultati. Non a caso, la percentuale di raccolta differenziata risulta stabilmente sopra il 55%. Un dato che contiamo di migliorare proprio con la progressiva installazione delle mini isole ecologiche”.

In tutto saranno una quarantina i cassoni che verranno posizionati in giro per la città, in spazi appositamente individuati dai responsabili dell’ufficio comunale anche con rilievi fotografici: “Abbiamo deciso di partire con le mini isole ecologiche – prosegue l’assessore all’Ambiente – perché dalla nostra abbiamo un dato importante: il 75% dei rifiuti recuperati ogni giorno arriva proprio dai centri di raccolta. A dimostrazione che i cittadini, nella stragrande maggioranza dei casi, preferiscono conferire nelle isole ecologiche invece di usufruire della raccolta di prossimità”.

“Inizialmente – conclude Quirino – le nuove mini isole ecologiche verranno sorvegliate dagli agenti di polizia municipale e da guardie ambientali. L’obiettivo è quello di dare supporto ai cittadini e al tempo stesso evitare che ci siano irregolarità di qualsiasi genere. È ovvio che, nelle strade servite dalle mini isole ecologiche, non sarà più consentito depositare a terra alcun tipo di rifiuto, mentre presso i centri di raccolta il conferimento sarà autorizzare 24 ore su 24”.

Potrebbe anche interessarti