Litoranea di Torre del Greco: no alla zona a traffico limitato

Litoranea

Come si evince dal Metropolisweb doveva essere il primo week-end senza auto, il primo week-end senza la casbah di bancarelle, il primo week end senza stress per gli amanti delle lunghe passeggiate a due passi dal mare. Invece, la zona a traffico limitato promessa dall’amministrazione comunale targata Gennaro Malinconico per rilanciare la Litoranea di Torre del Greco resta  al momento  un miraggio.

A rallentare ulteriormente il progetto per realizzare un’isola pedonale sul lungomare cittadino il nuovo braccio di ferro all’interno della maggioranza guidata dall’avvocato penalista a capo di palazzo Baronale: lo strappo, stavolta, si è consumato sull’installazione dei gazebo per la vendita di prodotti dell’artigianato locale e non solo.

Una proposta «partorita» dall’assessore alle attività produttive Gerardo Guida e immediatamente contestata dai promotori della zona a traffico limitato sul lungomare, preoccupati dalle conseguenze dello «sbarco» di 70 stand in Litoranea: «Così si rischia di scatenare un vero e proprio caos, peraltro regolamentato e autorizzato», la presa di posizione dei difensori del «lungomare libero».

Uno scontro politico che si è trasformato nell’ennesimo boomerang per l’amministrazione comunale, perché  a dispetto di un’apposita ordinanza firmata il 25 giugno dal comandante della polizia municipale, Andrea Formisano – l’isola pedonale è rimasta solo sulla carta. Così le famiglie e le coppie che nel week end si sono riversate sul lungomare con la speranza di potere fare due passi senza lo smog dei gas di scarico delle auto sono rimaste deluse. “Ufficialmente -fanno sapere da palazzo La Salle – il problema è legato alla mancanza di fondi per l’acquisto dei separatori di traffico che dovrebbero consentire la chiusura della carreggiata lato mare del tratto di via Litoranea compreso tra via onorevole Crescenzo Mazza e la rotonda cavaliere Umberto D’Amato”.
In tutto sette/ottomila euro per l’istallazione dei new jersey, rimasti «bloccati» ufficialmente a causa della chiusura dei cordoni della borsa per mancanza di fondi e ufficiosamente dall’altolà dell’esponente di Centro Democratico in guerra per portare 70 gazebo in Litoranea.

Potrebbe anche interessarti