Torre del Greco. Sicurezza e lotta agli abusivi: le strategie per la prossima stagione balneare

TorreDelGreco

Presso la Sala Riunioni della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, si è svolta stamane una riunione di coordinamento interistituzionale del cd. “Tavolo Tecnico del Mare”. Le tematiche trattate hanno riguardato la prossima stagione balneare, e il tutto si è svolto alla presenza dei vertici assessoriali e tecnici delle Amministrazioni Comunali ricadenti nel territorio di giurisdizione del Compartimento Marittimo di Torre del Greco.

L’incontro è stato aperto anche ai Sindacati Balneari di zona. Tante le tematiche riguardanti il mare sulle quali esperti di economia e sviluppo dei territori, interessati alla tutela dell’ambiente ed alla sicurezza pubblica, hanno discusso. Alla luce dei risultati relativi alla scorsa stagione, valutati e riportati della generalità degli stakeholders del comparto marittimo/portuale presenti in ambito compartimentale ci si è focalizzati in particolare su alcune questioni, tra le quali:

– vigilanza del litorale al fine di evitare il perpetrarsi di qualsiasi forma di abusivismo;

– assetto gestionale delle aree demaniali marittime per garantirne i necessari standard di sicurezza attraverso l’erogazione di servizi minimi essenziali alla collettività;

sicurezza del litorale e ricognizione dei provvedimenti interdittivi di carattere locale, relativi ad aree a terra e specchi acquei;

– erosione costiera e sblocco di appositi fondi, per il rifiorimento delle scogliere poste a protezione della zona Litoranea di torre del Greco;

– analisi degli attuali assetti delle pianificazioni emergenziali comunali di protezione civile e correlata necessità di un aggiornamento da parte delle Amministrazioni dei relativi documenti.

Particolare importanza è stata data, inoltre, all’attività di monitoraggio e controllo ambientale condotte dalla Capitaneria di porto di Torre del Greco, che ha portato alla denuncia di  innumerevoli scarichi abusivi: a tal proposito è possibile, oggi, riscontrare una rinnovata eccellenza ai fini balneabili della quasi totalità del litorale, attestato anche dall’Arpac. Una situazione totalmente sovvertita e di gran lunga migliorata, dunque, come dimostrano gli esiti della campagna di rilevazione avviata presso determinati punti di prelievo della costa, tra i Comuni di Torre del greco, Ercolano e Portici. La situazione, ad oggi, risulta essere  “critica”, solo per alcuni punti della zona, come quelli toccati dalla presenza di una tintoria abusiva e conceria di pellame riversante in mare; la stessa zona, già oggetto di approfondimento investigativo, proprio ieri è stata sequestrata.

E’ stata dunque enfatizzata l’estrema e strategica importanza di  tale forma di azione collaborativa promossa dalla Capitaneria di porto di Torre del Greco, rispondente  a tutti i canoni di efficienza, efficacia e trasparenza della Pubblica Amministrazione.

Potrebbe anche interessarti