Torre del Greco, mare sporco: arriva il divieto di balneazione. Ecco in che tratto

mare inquinato divieto di balneazioneTorre del Greco – Il Comune di Torre del Greco ha recepito i rilievi dell’Arpac contenuti in una nota della Regione Campania registrata in data 24/06/2016 (protocollo n.39343), con la quale si informa l’esito sfavorevole delle analisi effettuate su campione di acqua marina prelevato in data 20 giugno 2016 unitamente al divieto di balneazione, fino a nuova comunicazione da parte della stessa Autorità, nell’acqua di balneazione denominata” Stazione di S. M. La Bruna”.

Per questo motivo il Comune, con ordinanza 610 del 24 giugno 2016, ha istituito il divieto di balneazione nel tratto che va da via Gurgo fino a via Prota, per una lunghezza di metri 2191. È fatto altresì obbligo ai concessionari di stabilimenti balneari, ricadenti nelle aree di divieto, di apporre idonee e visibili indicazioni all’ingresso degli impianti e lungo i percorsi di accesso al mare, riportanti la dicitura “DIVIETO DI BALNEAZIONE” in conformità alla simbologia stabilita dalla Commissione Europea in data 27/05/2011.

Chiunque non osservi le nonne stabilite nella presente ordinanza, salvo che il fatto non costituisca reato e salvo le ulteriori responsabilità derivanti dall’illecito comportamento, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 100 euro a 1.000 euro, ai sensi dell’art.1164, secondo comma, dei Codice della Navigazione.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più