Torre del Greco. Sequestrati 120 kg di pesce nei pressi di un noto lido

cozze sequestrate

Continua senza sosta l’attività di tutela del patrimonio ecosistemico del litorale del Miglio d’oro da parte del personale della Capitaneria di porto di Torre del Greco.

Nel corso di una specifica attività di vigilanza marittima condotta dal dispositivo operativo navale e terrestre gli uomini della Guardia Costiera corallina hanno fermato e sanzionato (Euro 4.000) fuori il “Lido del Sole”, in località via Litoranea del Comune di Torre del Greco, un peschereccio, iscritto nelle matricole dell’Ufficio Circondariale di Torre Annunziata, intento a pescare sottocosta, in spregio alle vigenti normative di settore, procedendo al sequestro amministrativo degli attrezzi da pesca, del relativo pescato (circa 120 Kg che dichiarato edibile dalla locale ASL è stato devoluto in beneficenza), oltre che alla contestazione per la decurtazione dei punti sulla licenza di pesca e sul titolo del Capobarca.

L’azione repressiva condotta dalla Capitaneria Corallina si inserisce nel solco di quell’incessante azione posta in essere nel contrasto alle attività illecite perpetrate che incidono fortemente anche sul delicato equilibrio eco-sistemico del litorale costiero corallino e sullo sviluppo di un settore costituente uno degli assi portanti dell’economia dei territori del litorale vesuviano stante la presenza di numerose imprese dedite all’attività.

L’intera attività ha avuto una particolare valenza se si considera che si è nel maggior periodo di afflusso dell’estate, coincidente con il Ferragosto, e per il quale dalla Capitaneria ricordano a tutti gli utenti fruitori del mare che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il Numero Blu “1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con la Capitaneria di Porto più prossima alla località da cui viene effettuata la chiamata di emergenza, anche da telefonia mobile.

Potrebbe anche interessarti