Torre del Greco, il grillino Guida: “Il programma lo decide il cittadino, no agli altri partiti”

movimento 5 stelle

A Torre del Greco si è definitivamente chiusa l’era Gennaro Malinconico, se di era possiamo parlare vista la durata scarna del suo mandato. Tre dimissioni in pochi mesi, la città del corallo è rimasta senza sindaco ed in primavera si tornerà alle urne nella speranza di cambiamento, quella che ogni cittadino torrese si aspetta da anni. In questo quadro politico, ancora tutto da definire per quanto riguarda le possibili candidature, il Movimento 5 Stelle ha lanciato la sua proposta.

Dal 4 febbraio è on line sul sito del Movimento 5 Stelle di Torre del Greco il programma elettorale. Dieci punti nei quali sono elencati e sviscerati nelle linee generali le intenzioni di chi si appresta alla battaglia elettorale. La novità rispetto al vecchio sistema partitico è la partecipazione attiva dei cittadini: attraverso il portale web ogni singolo visitatore potrà commentare la proposta politica del Movimento, apportando le sue idee che successivamente saranno oggetto di discussione in incontri pubblici che i grillini sosterranno per la città.

Per parlare di questo e di altro abbiamo chiacchierato con un attivista del Movimento 5 Stelle, Pasquale Guida, che ci ha fornito maggiori dettagli sulla mission del Movimento di Torre del Greco: La lista è pronta, coma ha anche annunciato il nostro cittadino On. Luigi Gallo sul suo forum. Così come è stato per la scelta dei Capi Gruppo di Camera e Senato, il nostro candidato sindaco verrà scelto tra quanti daranno la loro disponibilità all’interno della suddetta lista. Stiamo attendendo la conferma della data delle elezioni e allo stesso tempo il completamento per la certificazione della lista da parte dello staff del MoVimento. Il nostro candidato deve saper ascoltare la popolazione, dialogare con essa, dando la sua disponibilità a incontrarla in dibattiti cittadini, per strada, in ogni luogo dove se ne presenti la necessità. La rinascita della nostra città parte dalla condivisione delle problematiche e non dall’imposizione dall’alto. Colei o colui che riuscirà a rappresentarci meglio sotto questo punto di vista penso che sarà il nostro candidato ideale”.

Un programma in qualche modo modellato dalla cittadinanza: Il concetto base è la partecipazione. Crediamo fortemente che per ogni individuo avere la consapevolezza di aver contribuito anche con il minimo apporto alla realizzazione di un progetto sia altamente gratificante e di conseguenza maggiormente portato al rispetto di quello che poi viene realizzato”.

Una gestione recente della città contestabile e contestata da molti cittadini, l’attivista 5 Stelle non ha dubbi sul fallimento di Malinconico e della sua giunta e propone al popolo torrese gli spunti di un cambiamento: “Certamente più sentito tra tutti è il caso dei rifiuti, anche se riteniamo che intervenire in questo momento con un contratto in atto, un contratto che fa acqua da tutte le parti, sarà un impresa difficile. Ma ci proveremo e siamo sicuri di poter dare un nostro fattivo contributo. Poi c’è da considerare la viabilità e l’educazione stradale, troppe persone subiscono investimenti stradali. Sicuramente le piste ciclabili saranno nostri obiettivi, avendo presentato già un progetto a costo zero e che l’ex amministrazione ha accantonato. I trasporti pubblici da riorganizzare. Poi è fondamentale per noi la cultura, riteniamo che questo settore se rivalutato possa creare lavoro a Torre del Greco. La riqualificazione dei quartieri, dimenticati dai tanti politici passati fino ad ora”.

I 5 Stelle si pongono al di sopra della vecchia politica e a conferma di questo Guida non ha dubbi sull’impossibilità di cooperare con le altre forze partitiche del territorio:I cittadini che votano il Movimento ci chiedono di non fare patti con la vecchia politica. Il risultato dell’esperienza amministrativa appena trascorsa insegna.  Noi dialoghiamo con tutti i cittadini che hanno voglia di veder rinascere la nostra città e ne siamo convinti, alla luce degli ottimi risultati che i nostri eletti al parlamento stanno ottenendo. Solo con un rinnovamento totale della classe politica cittadina al di fuori di qualsiasi interesse di parte, questa città può ritornare ad essere una grande realtà”.

Potrebbe anche interessarti