Torre del Greco, si accelera per il Museo Civico: ci sarà un piccolo anfiteatro

museo-civico-torre-del-grecoDeciso passo in avanti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello verso la definitiva realizzazione del museo civico all’interno del complesso della Santissima Trinità. Questa mattina – giovedì 6 ottobre – il primo cittadino, insieme agli assessori ai Lavori pubblici e alla Cultura, Luigi Mele e Ferdinando Guarino, e ai dirigenti dell’ente, ha incontrato il referente della Soprintendenza ai Beni culturali, l’architetto Aldo Imer, funzionario di zona che è stato autorizzato dalla stessa Soprintendenza a seguire a titolo gratuito tutte le attività di organizzazione e di allestimento del museo. Presenti anche alcuni imprenditori interessati a sostenere il progetto.

Un incontro che ha posto l’accento non solo sulla struttura vera e propria, l’ex orfanotrofio ristrutturato e ammodernato con i fondi del programma Più Europa, ma anche sulle aree esterne, dove oltre a un ampio parcheggio con ingresso da via Circumvallazione, sarà realizzato una sorta di piccolo anfiteatro per ospitare manifestazioni di carattere culturale.

“Siamo in dirittura d’arrivo per la consegna dell’immobile – spiega il sindaco Ciro Borriello – convinti come siamo che presto questa area diverrà uno dei punti nodali dell’offerta turistico-culturale della nostra città”. “La conclusione degli interventi – fa presente invece l’assessore Luigi Mele – ci permetterà di consegnare idealmente la struttura all’assessorato alla Cultura, che già a partire dalle prossime festività natalizie potrà organizzare le prime manifestazioni aperte al pubblico”.

Approfittando della presenza del referente della Soprintendenza, si è deciso di effettuare anche un sopralluogo a corso Garibaldi, strada anch’essa interessata da importanti lavori di miglioramento grazie ai fondi del programma Più Europa. L’arteria, specie nella parte a ridosso del cosiddetto Ponte di Gavina, ha assunto una fisionomia nuova e più “accattivante”, che valorizza l’area grazie agli accorgimenti per i punti che affacciano sul mare: “Proprio su quest’aspetto – conclude Luigi Mele – abbiamo inteso evidenziare alla Soprintendenza, che è idea dell’amministrazione di apportare altre migliorie per valorizzare ulteriormente una delle zone più belle di Torre del Greco”.

Potrebbe anche interessarti