Torre del Greco. Interventi antisismici sugli edifici: come richiedere i fondi al Comune

Rischio idrogeologico e sismico

Contributi per favorire interventi su immobili da adeguare alle norme antisismiche. Sono quelli derivanti dal Fondo per la prevenzione del rischio sismico nato a seguito del terremoto in Abruzzo nel 2009 e che ora ogni singola Regione può mettere a disposizione degli interventi relativi al proprio territorio.

Sulla scorta di questo, nei giorni scorsi il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, di concerto con il responsabile del procedimento, Salvatore Visone, ha predisposto un apposito avviso pubblico col quale si evidenzia come “con la delibera n° 482 del 31/08/2016, la Giunta regionale ha dato mandato di procedere alla pubblicazione dei bandi attuativi delle ordinanze di Protezione civile in materia di prevenzione del rischio sismico fino a concorrenza delle risorse finanziarie attribuite dal Dipartimento della Protezione Civile: nel 2016 pari ad € 25.667.003,18; nel 2017, prevedendo lo scorrimento delle graduatorie, a fronte del trasferimento della successiva annualità pari ad € 19.319.249,71”.

Tre i casi interessati: studi di microzonazione sismica, interventi strutturali su edifici pubblici e interventi strutturali su edifici privati. Per quest’ultima azione, in particolare, la concessione di contributi finalizzati alla esecuzione di interventi strutturali è riferita a rafforzamento locale e miglioramento/adeguamento sismico di edifici privati e i fondi disponibili sono pari a € 3.587.860,66.

Diversi i requisiti per l’ammissione, tutti elencati nell’avviso pubblico che, insieme all’apposito modulo da utilizzare per la domanda, sono presenti sul sito internet dell’ente (www.comune.torredelgreco.na.it). In particolare, il contributo massimo per unità abitativa è per il rafforzamento locale 100 euro al mq (con un massimo di 20mila euro per unità abitativa e 10mila per unità non abitativa) e per il miglioramento sismico 150 euro/mq (30mila euro massimo per unità abitativa e 15mila per unità non abitativa). Nel caso di condomini costituiti formalmente, la domanda di accesso ai contributi deve essere prodotta dall’amministratore. Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 30 gennaio 2017: il responsabile del procedimento dovrà poi trasmettere, entro 45 giorni, le istanze alla giunta regionale della Campania.

Si tratta – spiega l’assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica, Luigi Mele – di un’opportunità interessante per i proprietari degli immobili che necessitano di adeguamenti strutturali in materia di norme antisismiche. Abbiamo seguito e seguiremo con attenzione l’evolversi di questa e di altre iniziative in materia, convinti che occorre favorire ogni intervento per rendere sicuri gli immobili nei quali viviamo e lavoriamo“.

Questa iniziativa – gli fa eco l’assessore alla Protezione civile, Domenico Balzano – è stata accolta con estremo favore dall’amministrazione che da tempo sta lavorando per dotare di un’importante struttura di Protezione civile il Comune. Un aspetto che purtroppo è stato decisamente sottovalutato da chi finora ci ha preceduti“.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più