Torre del Greco. Giornata della Memoria: la scuola diventa un campo di concentramento

Torre del Greco. Una rappresentazione teatrale dura, forte, toccante, con alunni che si trasformano in ebrei provati dalla fame, dalla sete e dalle torture e i nomi delle vittime scanditi ad alta voce. Un pugno nello stomaco per non dimenticare mai più la tragedia dei campi di concentramento. Alla scuola don Lorenzo Milano della preside Margherita Contesso, studenti e professori celebrano la Giornata della Memoria, in commemorazione delle vittime dell’Olocausto.

Vestiti da deportati di un campo di concentramento tedesco, con i numeri seriali tatuati sulle braccia, 74 alunni della don Milani rappresenteranno dal vivo l’orrore di un campo di concentramento nazista.

E’ un lavoro di riflessione nato dagli studenti e dai docenti – racconta la professoressa Angela Valentino, docente di italiano – Dobbiamo essere consapevoli, non solo spettatori attoniti delle tragedie: noi non dimentichiamo nessuno. Il nostro è un omaggio silenzioso alle vittime innocenti degli stermini nazisti“.

Potrebbe anche interessarti