Torre del Greco, guerra tra taxi collettivi e noleggiatori: nasce la Commissione Trasporti

Taxi collettivi

Torre del Greco. Guerra tra taxi collettivi e noleggiatori con conducente, nasce la Commissione Trasporto. Nell’organo ci saranno Andrea Formisano, Vice Comandante della Polizia Municipale in qualità di presidente, il tenente della municipale Antonio Oculato come esperto di viabilità, Antonietta Ottaviano quale rappresentante dell’Associazione Liberi Tassisti Napoletani, Paolo Esposito di Confcommercio e Luca Chiusel dell’Associazione Utenti e Federconsurnatori.
In città al momento ci sono 32 taxi collettivi e 8 noleggi privati, ma servono nuove rotte anti traffico. Anche perché le due categorie si stanno sfidando a colpi di denunce.
Per i 32 tassisti collettivi torresi “gli 8 Ncc farebbero concorrenza sleale al nostro servizio: noi paghiamo le tasse mentre loro lavorano con privilegi”. Secondo la denuncia dei tassisti collettivi, 8 titolari di una licenza da taxi collettivo avrebbero acquistato anche una licenza ncc, l’avrebbero intestata a un prestanome per eludere il divieto di cumulo di licenze. “Così ci rubano il lavoro e fanno i furbi: vogliamo un incontro con il sindaco”. Per i noleggiatori, autori di una contro-denuncia, “lavoriamo al fianco dei tassisti ma svolgiamo un servizio diverso: abbiamo provato a confrontarci con loro e ce l’hanno negato”. Per i noleggiatori “questa è una lotta tra poveri: noi facciamo i noleggiatori, loro i tassisti, possiamo coesistere ma solo se loro rispetteranno gli obblighi che hanno come categoria”. Secondo la denuncia degli Ncc, tra i tassisti c’è chi subaffitta la licenza svolgendo un doppio lavoro, chi opera da pensionato, chi usa prestanomi.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più