Al Cafè Street 45 a Torre del Greco tappa del premio nazionale Fabrizio De Andrè

Il Premio nazionale “Fabrizio De André” fa tappa in Campania, il 20 aprile a Torre del Greco si individuerà uno dei semifinalisti della gara canora dedicata a Faber. ​A partire dalle ore 20, arte e musica saranno protagoniste al Cafè Street 45 di Torre del Greco, sul filo conduttore dell’originalità, in onore del cantautore genovese​.

Scopo principale del premio, nato 16 anni fa a Roma e patrocinato dalla Fondazione De Andrè, è quello di dare il giusto risalto ad artisti che spesso ​hanno difficoltà a raggiungere la notorietà, creando i presupposti affinché vengano conosciuti dal grande pubblico.

L’associazione B.E.T.A. ed A Different, organizzatori della tappa Campana per la sezione musica, in accordo con l’organizzazione nazionale del premio De Andrè, hanno selezionato 9 talenti tra gruppi musicali e cantautori singoli da sottoporre alla direzione artistica del Premio, in un incontro/evento live, che vedrà la partecipazione del giornalista e critico Dario Salvatori, della direttrice artistica del Premio Luisa Melis e di Teresa Mariano, consulente creativo, esperta di management e produzioni musicali.

Questi gli artisti che si esibiranno con due brani di propria composizione per la tappa campana del Premio De Andrè: Ciro Tuzzi, Daniele Sorrentino, Thelegati, Kafka Sulla Spiaggia, Vat Vat Vat, Toto Toralbo & i Minimali, Malmö, Il Quarto Imprevisto, The Fabbrica 2.0.

“Il premio – spiegano gli organizzatori nazionali – persegue la ricerca della qualità e dell’originalità, doti che i partecipanti manifesteranno liberamente nei più svariati stili musicali, dal folk al rap, dalla ballata tradizionale al rock, dalla canzone d’autore alla sperimentazione”.

La direzione artistica della sezione “musica” è assunta da Luisa Melis, che tra le sue tante attività in quest’ambito ha organizzato tour per molti artisti della scena world, tra i quali: Mory Kante e Avitabile, Agricantus, Linda, Klezoym, Nour Eddine. “Sono molto felice di tornare in Campania- sottolinea Luisa Melis – dove ho sempre trovato un fermento artistico interessante”.

La tappa campana del Premio De Andrè, inoltre, si arricchirà anche di una interessante novità: una “ArtZone” con proiezioni, ​opere pittoriche e fotografiche di ​ Alessandro Chetta, Antonio Farese, Emilio Rizzo, Ezia Mitolo e Carlo Gianferro​.

​Apertura prevista alle ore 20,00, con la possibilità di incontrare gli artisti che presenteranno il concept delle opere e del loro rapporto con la musica di De Andrè​.​

“Gli artisti invitati – spiega Graziella Melania Geraci, curatrice – hanno trovato nelle proprie opere un collegamento diretto ad alcuni testi di Fabrizio De Andrè. L’arte contemporanea sposa la musica del cantautore genovese con nuovi e inaspettati significati”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più