FOTO/ Nuova Casa dell’Acqua: ecologica, controllata e a soli 3 centesimi a litro

Si è tenuta con successo , nella mattinata di venerdì 28 aprile, presso il Complesso La Salle, l’inaugurazione della nuova Casa dell’Acqua Acquatec, la diciannovesima del gemellaggio Gori-Acquatec e quarta istituita sul territorio torrese.

Dopo le sedi di Viale Sardegna, del Parcheggio Bottazzi e della zona Cento Fontane la nuova Casa è stata realizzata presso la centralissima Isola ecologica del Complesso la Salle, e inaugurata con grande affluenza di pubblico. In rappresentanza della giunta, l’Assessore alla tutela dell’Ambiente Salvatore Quirino, cui è stato affidato il taglio del nastro.

Nel corso dell’evento i vertici Acquatec e Gori hanno illustrato alla cittadinanza intervenuta il funzionamento e i vantaggi delle Case dell’Acqua, brindando insieme a loro con l’acqua “economica, controllata ed ecologica” della casetta, offrendo agli intervenuti la possibilità di testarne il valore con rifornimenti gratuiti. Il serbatoio consente di scegliere tra tre opzioni, acqua naturale a temperatura ambiente, acqua naturale e acqua gassata refrigerante, rispettivamente disponibili al costo di 0.03, 0.05 e 0.07 centesimi al litro.

Il pagamento può essere effettuato inserendo le monete o la card nell’apposita fessura. La verifica del credito e l’eventuale operazione di ricarica possono essere agevolmente realizzate attraverso il frontale erogazione. La card consente un buon margine di risparmio rendendo più immediata l’erogazione e può essere ritirata gratuitamente fino ad esaurimento scorte presso il Complesso La Salle o presso la Caffetteria De Gasperi dell’omonima via, al costo di dieci euro con sette di ricarica.

L’acqua della Casa proviene dall’acquedotto comunale gestito da Gori e sottoposta a puntuale monitoraggio da parte sia degli uffici di gestione idrica che dalla Asl competente.

«La nostra collaborazione con il Comune di Torre del Greco ha una precisa valenza simbolica oltre che pratica» spiega il presidente di Gori Michele Di Natale. «Le case dell’Acqua presentano vantaggi concreti: risparmio economico, maggiore controllo della qualità, risparmio di plastica e combustibili. Il fatto stesso che sia preferibile utilizzare bottiglie in vetro notoriamente più adatte alla conservazione per raccogliere l’acqua dai nostri serbatoi ha una sua importanza: simboleggia il ritorno alle origini, il richiamo all’importanza dell’Acqua come risorsa fondamentale che noi vogliamo promuovere. Senza Acqua non c’è vita, l’Acqua è la prima delle risorse che occorre proteggere e controllare, rendendola disponibile e alla portata di tutti».

Non trapelano certezze circa l’apertura di nuove sedi nel breve periodo, ma la collaborazione Comune-Gori prosegue con un progetto ancora più ambizioso in cantiere.

«La città di Torre del Greco difetta di un buon canale collettore che raccolga tutte le acque di scolo presenti sul territorio. Noi di Gori abbiamo lavorato a un progetto che è stato ritenuto idoneo dalle autorità regionali competenti. Dopo che l’impatto ambientale è staro verificato, la prassi resta ancora lunga. Ma siamo felici di comunicare che la concretizzazione del progetto si fa più vicina di quanto lo fosse prima» aggiunge il presidente Di Natale.

Per ogni informazione sulla Nuova Casa dell’Acqua è possibile visitare il sito www.casedellacquagori.it o rivolgersi al numero 333.1435437.

Potrebbe anche interessarti