Torre del Greco, il sindaco Malinconico ritira le dimissioni «irrevocabili»

malinconico

L’annuncio del ritiro delle dimissioni è apparso questa mattina sul sito del comune di Torre del Greco. I venti giorni che la legge gli ha regalato per pensare al suo futuro da sindaco sono finiti. Quindi all’ultimo momento utile il primo cittadino ha deciso di tirare il freno e fare retromarcia. Ieri è arrivato il gesto che aspettava per risolvere una parte dei problemi accumulati nella sua breve esperienza amministrativa. Gaetano Frulio, capogruppo dell’Udc e Filippo Colantonio, presidente del consiglio comunale escono dalla maggioranza. Nel caos che ha paralizzato l’incandescente estate della maggiore città alle porte di Napoli, piomba un incredibile colpo di scena. I «dissidenti» dell’Udc, finiti nel mirino dopo le dimissioni bis dell’avvocato penalista, lasciano, infatti, la flotta di governo, aprendo le porte al possibile ritorno in sella del sindaco.

Una scelta comunicata nel corso del weekend a segretari, dirigenti e consiglieri di maggioranza, attraverso una lettera riservata. Evidentemente quello che il penalista aspettava per potere ritornare sui suoi passi. Ancora irrisolti i problemi nella sua maggioranza, nei prossimi giorni sono molti i nodi che andranno sciolti. Ma nel frattempo Torre del Greco ha ancora una sua amministrazione. Scongiurato per il momento il rischio del ritorno alle urne. Bisognerà vedere se anche la crisi è finalmente soltanto un ricordo.

Potrebbe anche interessarti