Carnevale Estivo, i residenti della Litoranea prigionieri in casa: “Una cafonata”

Torre del Greco. Musica a volume altissimo, un tappeto di rifiuti per terra, disagi alla circolazione con traffico sostenuto fino all’isola ecologica di via viale Onorevole Crescenzo Mazza, un enorme dispiegamento di forze dell’ordine con misure di sicurezza anti-terrorismo addebitate alle tasche dei contribuenti, i residenti agli arresti domiciliari nelle loro case, costretti a subire le conseguenze di una festa popolare che, in realtà, non volevano affatto.

Il day after il Carnevale Estivo Torrese si tirano le somme dell’evento: per gli abitanti della Litoranea – messi a dura prova dalla ztl e dal baccano – è stata una “cafonata senza precedenti: già gli stabilimenti balneari con la musica ci tolgono il sonno, figuriamoci con questi carri, è stato un incubo”.

Nessuno ha potuto evitare il party a cielo aperto sul lungomare: è stato praticamente impossibile prendere l’auto e farsi largo tra la folla sia nella giornata di sabato, sia nella giornata di domenica.

E dire che c’era un piano traffico preciso che prevedeva percorsi alternativi per i residenti: in realtà le vie di fuga (foto) sono state assicurate soltanto ai pedoni mentre tutti i vicoletti laterali che avrebbero dovuto permettere agli abitanti del quartiere di scappare dalla caciara sono stati chiusi con grossi blocchi di cemento.

A chi  abita in Litoranea non è rimasto altro da fare se non attendere la riattivazione della circolazione, intorno all’una del mattino, per rientrare finalmente a casa.

In molti, poi, hanno lamentano la mancanza di identità della kermesse e la sua assoluta distanza con le tradizioni torresi, soprattutto se si considera che ormai da anni a Torre del Greco non si celebra più la vera festa locale: “Invece di ripristinare i Quattro Altari va in scena il trash sul lungomare: dovremmo recuperare le antiche e nobili tradizioni, non scadere nel commerciale e nel volgare”.

Intanto da domani alla rotonda La Salle inizia O food festival, rassegna gastronomica che ha preso il posto del Pizza Fest: per l’occasione al parcheggio La Salle ci sarà il divieto di sosta, l’area tornerà accessibile lunedì 3 luglio.

Potrebbe anche interessarti