Le informazioni turistiche a Torre del Greco? Si pagano: spunta il tariffario


PUBBLICITA' ELETTORALE

Torre del Greco. Un foglietto di carta affisso ad un traliccio della pubblica illuminazione, accanto ad un banchetto di fortuna utilizzato spesso per la vendita abusiva di cozze e vongole. Appena sei righe stampate nero su bianche, scritte al computer. “Servizio informazioni: le informazioni vanno pagate”.

Che sia uno scherzo o che si tratti di un nuovo ingegnoso business sotterraneo non è dato sapere, ma da qualche giorno sul lungomare torrese campeggia un cartello che avverte i turisti dell’esistenza di un Servizio informazioni, cui corrisponde un preciso prezzario.

L’autore del messaggio va dritto al punto. Le parole chiave sono anche sottolineate, quasi a voler rafforzare il concetto utilizzando la grafica: se vi trovate a passare in Litoranea e volete un consiglio su dove andare a mangiare, bere o qualche strada percorrere, dovete mettere mano al portafogli.

Nel tariffario del “Servizio Informazioni” sono indicati tre prezzi, da un euro a due euro. Ad esempio, un’indicazione stradale – con tanto di clamoroso errore grammaticale – costa un euro. Per ottenere invece una info sul migliore bar o sul migliore ristorante della Litoranea bisogna sborsare 1.50 euro. Infine se volete un’indicazione – altro svarione di grammatica – su qual è la migliore pizzeria dovete preparare 2 euro. Il volantino, ovviamente, è anonimo.

Potrebbe anche interessarti