Romina Stilo, possibile prima donna sindaco di Torre del Greco: tutto il programma

Non ha bisogno di presentazioni l’unica donna in corsa per la poltrona di sindaco di Torre del Greco: Romina Stilo, l’ex first lady di Palazzo Baronale, è stata la prima nel nutrito parterre di aspiranti primi cittadini di questa tornata elettorale ad ufficializzare la propria candidatura. Sostenuta da cinque civiche tra cui Forza Torre, la lista del patron della Turris Antonio Colantonio,sarebbe la prima donna sindaco nella storia della nostra città.

Un programma in continuo divenire, che continua ad evolversi tra passeggiate cittadine, incontri con i commercianti e iniziative di approfondimento e dibattito: tra gli ultimi step inclusi da un dialogo aperto con la classe forense, con la quale valutare i costi di riapertura, l’eventualità di ripristinare il presidio di legalità costituito dai giudici di pace.
Dialogo aperto anche con gli attivisti del Comitato ProMaresca: il rilancio del nosocomio sarà discusso grazie al loro contributo e all’esperienza degli ex dipendenti.

Altra voce di spicco, il rilancio della differenziata: si stima di alzare la misera quota del 25% attuale attraverso una ricollocazione delle isole ecologiche, l’informazione intelligente e premi e sconti Tari ai cittadini più attenti.
No alla legge 30/98, ventilata l’ipotesi di un tavolo intercomunale tra le città di mare a tutela del comparto marittimo. Il vicesindaco uscente non dimentica la cultura, cui è dedicato un capitolo ad hoc della sua agenda di lavoro: caffè letterari nei luoghi più suggestivi della città, in primis Villa Macrina e Santissima Trinità. A questo proposito è già stato ufficializzato, col sostegno di Assocoral,l’intento di avviare le procedure per il riconoscimento della lavorazione del corallo secondo l’iter strettamente torrese come patrimonio immateriale dell’umanità.

Rilancio immediato della Festa dei Quattro Altari, con un tavolo operativo cui parteciperà in prima persona il candidato consigliere Michele Ruotolo, rilancio del litorale e delle zone vesuviane sono le iniziative per ripristinare il prestigio turistico della città.
In uno degli ultimi forum ospitati nella sua sede elettorale di Via V.Veneto è stata inserita nel programma anche l’idea di trasformare gli ex Molini, area granaio, in un polo fieristico, che abbia il corallo come attrattiva di partenza.

Occhio di riguardo per gli abusi di necessità e politiche di salvaguardia ai cittadini non beneficiati dal condono del 2003. Sotto la voce “Precedenza ai Torresi” sarà temporaneamente bloccata e nel caso modificata la delibera sottoscritta dal prefetto Barbato che autorizza il possibile sbarco di centinaia di migranti sulle nostre coste: l’argomento sarà sviscerato con l’aiuto dei cittadini tramite tavoli pubblici. Già pronto il progetto di ricostruzione dello Stadio Liguori, stadio la domenica, centro polifunzionale completo di negozi e ristoranti durante il resto della settimana. Ammodernamento del complesso La Salle, degli istituti scolastici, potenziamento della sicurezza e monitoraggio costante delle periferie sono gli altri punti focali del programma.
Insieme agli altri candidati, la dott.ssa Stilo presenzierà al dibattito pubblico di quest pomeriggio presso l’ex Palestra Gil, cui i cittadini potranno assistere e partecipare.

Potrebbe anche interessarti