Ciavolino, il programma: già pronta la giunta con avvocati, professionisti e un prof

Bagno di folla per il candidato sindaco Valerio Ciavolino: nella splendida cornice della Casina Rossa di via Litoranea ha presentato il programma elettorale alla presenza di moltissimi cittadini e simpatizzanti nella prima serata di lunedì 3 giugno. L’ex sindaco ha illustrato le alternative programmatiche prioritarie in agenda e presentato gli eventuali assessori che lo affiancheranno in caso di vittoria sotto il motto di Post Fata Resurgo: la giunta è infatti già pronta e composta da una nutrita compagine di professionisti dalle più svariate competenze, dal diritto all’ecologia.

Primo nome, quello dell’avvocato amministrativista Enrico Angelone, vice dell’ex sindaco Cutolo, a seguire quello del professor Alfonso Pentangelo, vice-preside del liceo scientifico A.Nobel, destinato a settore scolastico e politiche giovanili. In squadra anche il bancario Costantino Linguella, coordinatore della campagna elettorale, nonchè giornalista e scrittore molto noto in città e il penalista Walter Rivieccio. Due le quote rosa: l’architetto Francesca De Felice e Mariangela Bianco, economista specializzata in marketing del food, che cureranno il rilancio dei Molini Marzoli attraverso un progetto a quattro mani con un facoltoso imprenditore del Nord, Oscar Farinetti, ideatore di Eataly.

Queste le priorità di governo, da attuare attraverso la divisione del territorio in sei macro-aree, per agevolare in modo trasversale la gestione del Comune: a ognuna sarà assegnato un pool composto da un parterre di vigili urbani, un responsabile dei lavori pubblici e un asssistente sociale, per creare una squadra che si faccia portatrice delle esigenze di ogni zona e rappresenti un punto di riferimento per la cittadinanza.

Altra voce prioritaria il turismo, con un progetto in particolare in previsione del massiccio flusso turistico che con ogni probabilità si riverserà in città dopo la Santificazione del Beato Vincenzo Romano: per riservare l’adeguata accoglienza e ottimizzare i vantaggi dell’arrivo dei fedeli del nostro amato prevto faticatore è previsto un interporto alle spalle del casello autostradale, dove smistare i pullman in arrivo e da cui far partire l’accoglienza in città. La riqualificazione turistica prevede anche la rivalutazione delle cavità sotterranee, un unicum del paesaggio vesuviano e delle storiche Basilica di S.Croce, Villa Sora e Villa Delle Ginestre. Gli storici edifici come il Metropolitan saranno trasformati in cinema e teatri comunali, a disposizione delle compagnie teatrali e delle jam session.

La marineria sarà sostenuta con politiche ad hoc, da approntare in via preventiva nell’eventualità che si esauriscano i fondi destinati alle società navali. Prossimo appuntamento la chiusura di campagna elettorale di venerdì 7 presso la Villa Comunale: “Bisogna recuperare il sentimento dell’essere torresi. Non ci saranno ospiti o vertici nazionali: sarà mia ospite la cittadinanza di Torre del Greco” conclude Ciavolino, appoggiato da quattro liste ( Vento Nuovo, Gente di Mare, Ciavolino Sindaco e Torre Civica)

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più