Attori e studenti insieme per regalare un sorriso ai piccoli pazienti del Policlinico

Una coloratissima e gioiosa invasione ha stravolto la routine del reparto oncoematologico pediatrico del Nuovo Policlinico di Napoli nel pomeriggio di martedì 5 giugno:  i piccoli pazienti hanno ricevuto la visita d’inizio estate dei clown del sorriso della onlus Arcobaleno della Vita, che come di consueto li hanno intrattenuti con giochi e laboratori, donando gadgets e una simpatica distrazione che ha alleviato per qualche ora il grigiore della degenza.

A rendere ancora più piacevole l’intrattenimento la partecipazione straordinaria di quattro simpatiche guest stars strappate al teatro: Antonio Damasco, Anna Di Stasio, Valeria De Palma e Aniello Irlandese della compagnia teatrale Inadatti Del Teatro di Torre del Greco. Hanno inscenato “Il Cabaret Del Sorriso”, piccolo spettacolo in maschera su sceneggiatura del presidente Bruno Conte reso particolarmente dinamico dalla vivace partecipazione dei numerosi piccoli spettatori, che ha richiesto un surplus di improvvisazione emozionando profondamente i giovani attori.

Partner ideali nella mission volontaria di Arcobaleno: la compagnia di giovanissimi oltre ad essere una promessa del teatro all’ombra del Vesuvio offre anche un ricco programma di intrattenimento per bambini e ragazzi, dalle ripetizioni passando per l’animazione di eventi fino al campo estivo.

La grande festa di volontariato targata Arcobaleno della Vita ha coinvolto per la prima volta anche le studentesse dell’I.T.C Caruso: l’istituto napoletano è stato annesso al protocollo d’intesa che unisce la onlus presieduta da Imma Pastena all’A.O.U Federico II in una collaborazione solidale giunta ormai alla sua quinta edizione in virtù di un progetto didattico sia pratico che teorico. Le ragazze del Caruso hanno coadiuvato lo staff medico, gli Inadatti e le clown di corsia Michela Tesoriero e Ilenia Sorrentino nei giochi collettivi e musicali che hanno concluso il pomeriggio.

“Abbiamo cercato di creare tutti insieme un momento di magia e distensione dalla malattia. Che è un dato di fatto della realtà moderna: un bambino su cinque è un bambino malato, quindi ospedalizzato. La nostra associazione nasce per aiutare i bambini a rilassarsi, per alleggerire le famiglie, per aiutarli a trovare un po’ di gioia, che possa contribuire a farli guarire dalla malattia” spiega la presidente Imma Pastena.

Un momento ricco d’emozione e di empatia che Arcobaleno della Vita rinnova ogni anno non solo nelle strutture ospedaliere pubbliche e private ma anche nei confronti di anziani e diversamente abili: il nutrito corollario di iniziative sociali è valso alla onlus il prestigioso riconoscimento Premio alla Carriera conferito nel 2012 dal Salotto Culturale della poetessa Tina Piccolo.

Tutte le info per entrare a far parte della squadra o sostenere la missione solidale dell’associazione sono sulla pagina Fb della onlus o sono reperibili all’indirizzo di posta elettronica info@arcobalenodellavitaonlus.it.

Potrebbe anche interessarti