Bloccato atto vandalico in una scuola di Torre del Greco

scuola

Due fratelli di cui uno di 19 anni e l’altro ancora minorenne hanno tentato di recare danni alla struttura della scuola media Domenico Morelli. Fortunatamente i due vandali sono stati subito fermati dai carabinieri e tutto si è concluso per il meglio con una lieve lesione per uno dei carabinieri. Il sito metropolisweb.it spiega cosa è successo:

Si erano introdotti all’interno del cortile della «Domenico Morelli» di via Cavallerizzi , la stretta traversa che collega piazza Luigi Palomba a via Martiri d’Africa , e si apprestavano, secondo la successiva ricostruzione dei carabinieri, a portare a termine l’ennesimo raid vandalico all’interno dell’istituto scolastico.

Un’incursione che, tuttavia, non è sfuggita a qualche abitante della zona pronto a denunciare tutto in tempo reale ai carabinieri dell’aliquota radiomobile della caserma Dante Iovino: una provvidenziale segnalazione che ha consentito ai militari coordinati dal capitano Michele De Rosa e guidati dal tenente Francesco Simone di scongiurare l’ennesimo scempio alla «Domenico Morelli» e bloccare i due teppistelli: un intervento concluso con l’arresto per esistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e invasione di edifici  per un diciannovenne incensurato di via dirimpetto al Purgatorio e la denuncia a piede libero per il fratello di 16 anni.

Entrambi sorpresi nel cortile dell’istituto scolastico «Domenico Morelli» di via cavallerizzi, mentre si apprestavano a lasciare il segno del proprio passaggio. Alla vista degli uomini in divisa, i due fratelli hanno provato a sfuggire ai controlli cercando una via di fuga in direzione di piazza Luigi Palomba. Una corsa a perdifiato che, tuttavia, non è bastata per evitare di essere bloccati dagli uomini in divisa: il diciannovenne  è stato raggiunto per primo e per divincolarsi dalla stretta degli investigatori ha colpito con un violento calcio alla gamba sinistra un carabiniere, procurando lievi lesioni al militare. Il fratello minorenne è stato bloccato, mentre cercava si scavalcare la rete di recinzione del cortile. I due fratelli, entrambi segnalati alla prefettura, sono stati trovati in possesso di modica quantità di hashish. L’arrestato è stato tradotto agli arresti domiciliari in attesa del processo  con rito direttissimo, mentre il minorenne è stato affidato ai genitori.

Potrebbe anche interessarti