Torre del Greco, soppresso l’ecopunto di via Cavallerizzi: dove conferire i rifiuti

L’Amministrazione Palomba chiude anche l’ecopunto di via Cavallerizzi.

Dopo la soppressione, infatti, delle pseudo isole ecologiche di via Tironi – proprio di fronte alla villa del primo Presidente della Repubblica, E. de Nicola, e di via “Antonio de Curtis”, già viale Lombardia, davanti alla scuola “Giampietro-Romano” – l’attenzione del sindaco Giovanni Palomba e dell’assessore al ramo, Giovanni Marino, è ora rivolta allo stato di degrado e di scempio in cui versa l’area di via Cavallerizzi, a pochi metri dall’Istituto scolastico “D. Morelli”.

Così, nella notte tra mercoledì 8 e giovedì 9 Maggio gli operatori della ditta Buttol, provvederanno alla rimozione degli enormi cassoni, e, contestualmente al transennamento dell’area – misure con le quali sarà ufficialmente siglata la soppressione dell’ecopunto, in sostituzione del quale, i cittadini potranno conferire i rifiuti in quelli di via Circumvallazione e della SS. Trinità.

“Un atto doveroso, verso la città e i torresi, che andava fatto già da tempo. Commenta così, l’assessore alla N.U., Giovanni Marino. Fiero di servire la città di Torre del Greco, partendo dai più piccoli e indifesi, ho ritenuto sin dal primo giorno necessario intervenire su alcune aree in modo più netto e determinante, considerata la natura stessa delle urgenze”.

Ferma, sulla questione, anche la posizione del sindaco Giovanni Palomba che dichiara:

“Stiamo cercando, non senza enormi difficoltà e lungaggini procedurali di contenere ed arginare, dove possibile, una condizione vergognosa ed incivile che ha caratterizzato negli ultimi anni la gestione dei rifiuti in città. È stato un atto folle e sconsiderato – ribadisce con fermezza il primo cittadino – lontano da qualsivoglia logica o opportunità politica quello di porre delle discariche a cielo aperto, in prossimità non soltanto di abitazioni, ma addirittura di edifici scolastici, mettendo in tal modo a rischio quotidianamente la salute dei nostri ragazzi. Rispettiamo così, grazie al lavoro dei nostri tecnici e della squadra di governo, un altro impegno assunto con la città: la chiusura della discarica di via Cavallerizzi che insieme all’altra di viale de Curtis, rappresentavano un’autentica vergogna civile. Ovviamente, sono stati necessari tempi specifici, dettati dalla natura dei procedimenti stessi, ma alla fine ci siamo riusciti. Ciò, tuttavia, non esonera, i cittadini, alla collaborazione, all’osservanza e soprattutto all’ottemperamento delle regole”.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più