Cuccioli maltrattati e sepolti vivi nel Napoletano. E’ caccia ai due responsabili

Vi è stato un nuovo caso di maltrattamenti insensati su animali nel Napoletano. Questa volta le vittime sono due cuccioli di cane appena nati, che sono stati seppelliti vivi nella notte a Torre del Greco.

Il tutto è accaduto nella zona di Via Litoranea. Rei di aver compiuto questa barbarie sarebbero due uomini, entrambi sulla settantina. A denunciare l’accaduto è invece una ragazza (un’animalista della zona) accorsa sul luogo, al fine di aiutare i cagnolini. Purtroppo però per uno di loro non c’è stato nulla da fare; era già morto soffocato nel terreno al momento del rinvenimento.

La ragazza ha voluto lanciare parole dure su Facebook, affinché la comunità torrese possa aiutarla a trovare i malviventi. Nel suo post si legge: Due vecchi bastardi di uomini settantenni (uno basso con gli occhiali che pare abiti nelle zone di Piazza Postiglione) hanno seppellito vivi due cagnolini.  Uno è stato salvato appena in tempo, per l’altro non ce stato nulla da fare. Sicuramente i due cuccioli sono stati maltrattati prima del accaduto poiché  il cucciolo che è stato salvato era completamente stordito. I due loschi sono riusciti a scappare, ma noi vogliamo trovarli con l’aiuto di voi tutti sensibili a questo scempio”.

Insomma, una notizia che non avremmo mai voluto raccontare, ma che dobbiamo fare. Solo così si può risalire a chi ha commesso questo reato ignobile.

Potrebbe anche interessarti