Torre del Greco, disciplina della balneazione: le regole da rispettare per chi ha un cane

Il Comune di Torre del Greco ha varato come di consueto l’ordinanza con la quale disciplina la balneazione per l’imminente stagione estiva. Diritti e doveri per i bagnanti e gestori degli stabilimenti balneari. Norme che di anno in anno sembrano ripetersi e che di fatto diventano consuetudine.

A suscitare spesso discussioni e polemiche negli anni addietro è stata la questione relativa alla possibilità di portarsi in spiaggia gli animali, segnatamente i cani. E anche nell’ordinanza firmata dal sindaco Giovanni Palomba, si fa un chiaro riferimento all’ esigenza di chi non riesce a privarsi dell’amico a quattro zampe.

La Disciplina richiama le disposizioni dell’articolo 12 c.5 del “Regolamento Comunale di tutela degli animali, approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n° 19 del 18.04.2018“.

Il comma in questione riferisce che:

l’accesso ai cani sulle spiagge libere è consentito solo qualora gli animali siano:
a) regolarmente iscritti all’anagrafe canina;
b) mantenuti al guinzaglio di lunghezza non superiore a mt 1,50;
• esenti da infestazioni di pulci, zecche o parassiti;
• l’accesso ai cani di sesso femminile sulle spiagge libere è interdetto in periodo estrale
“calore”;
• la balneazione dei cani, nel fronte mare antistante le spiagge libere, è consentita dalle ore 19.00 in poi, mentre è sempre consentita per i cani di:
c) bagnini per servizio di primo soccorso;
d) guida dei non vedenti;
e) delle forze dell’ordine in servizio;
f) preparati al salvataggio nautico in possesso di apposito pertinente brevetto.
• i proprietari/detentori dei cani:
g) sono responsabili del benessere, del controllo e della conduzione degli animali e rispondono, sia civilmente sia penalmente, di eventuali danni o lesioni a persone, animali e cose provocate dall’animale stesso;
h) hanno l’obbligo di provvedere autonomamente all’ombreggiatura dei propri animali con idonei dispositivi, alla fornitura di acqua pulita per l’abbeverata e per eventuali docciature;
i) devono assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle esigenze di convivenza con le persone e gli animali che usufruiscono delle spiagge libere;
j) hanno l’obbligo di portare con sé una museruola rigida o morbida da applicare ai cani in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali, o su richiesta delle Autorità competenti;
k) devono rimuovere immediatamente qualunque deiezione prodotta dagli animali, e a tal fine devono essere muniti di palette/raccoglitori idonei, da riporre negli appositi contenitori.

Potrebbe anche interessarti