In arrivo 13 milioni per Torre del Greco: dall’asilo agli incentivi, come saranno spesi

asili nidoLa città di Torre del Greco è tra le prime quattro firmatarie, per quanto riguarda la provincia di Napoli, di un accordo di programma dal valore di ben 13 milioni di euro. Fondi europei che saranno spesi sul territorio per finanziare diverse opere e dare supporto alle attività.

Profonda soddisfazione nelle parole del primo cittadino Giovanni Palomba, accompagnato dall’assessore al ramo del comune di Torre del Greco, Luisa Refuto, per il risultato raggiunto – questa mattina – dall’Amministrazione comunale che si qualifica tra le prime, insieme ad Acerra, Casalnuovo e Castellammare di Stabia, rispetto ai novantatré comuni metropolitani di Napoli, e che​ incassa il via libera all’accesso e all’utilizzo dei fondi europei.

“Riqualificare e creare nuovi indotti di sviluppo economico e culturale per il territorio – ha ribadito​ il sindaco​ – significa recuperare e riabilitare la capacità produttiva anche e soprattutto della sua comunità, e allo stesso tempo, consentirne la piena capacità di espressione sociale”.

Una cifra considerevole – quella di​ tredici milioni di euro​ – che saranno investiti, quale volano di crescita per tutta la città, e, impiegati nella realizzazione di numerose opere: dagli incentivi alle imprese artigiane del corallo e agli operatori turistici, alla creazione di un percorso di accesso al sito archeologico cittadino di “Villa Sora”; dall’allestimento di un Museo virtuale del corallo e del cammeo, alla realizzazione di un centro per disabili, presso l’ex Orfanotrofio della SS. Trinità, sino alla creazione di un polo dei saperi e della tradizione torrese, e, alla realizzazione di un asilo nido e di un progetto di telemedicina con il distretto sanitario.

Non mancheranno, inoltre, attività di riqualificazione di spazi e luoghi: dal recupero e dalla rivalorizzazione della settecentesca Villa Guerra, al riutilizzo dell’ex Mercato Ortofrutticolo, sino al recupero degli Ex Silos dei Molini Marzoli, per la costituzione di un Centro di aggregazione giovanile.

“Sono contento – la chiosa del​ sindaco Palomba​ – del proficuo lavoro che è stato svolto dai nostri dirigenti e tecnici e della fattiva collaborazione della consigliera Raia. Un risultato prestigioso, quello guadagnato, quest’oggi, alla città di Torre del Greco.

“D’ altronde, sin dalla campagna elettorale, avevo avuto modo di sottolineare l’importanza, per gli Enti locali, di avvalersi del supporto di fondi extra-comunali ed europei, e, della necessità di saperli reperire. Avvieremo, sul territorio, una serie di interventi che restituiranno dignità a Torre e ai Torresi”.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più