Torre del Greco, chiusi i primi 3 ecopunti: tra un mese la raccolta porta a porta

Torre del Greco Dovevano essere una soluzione, ma poi sono diventati un problema. Stiamo parlando degli ecopunti, le aree individuate in cui i cittadini devono recarsi per conferire i rifiuti. Di fatto, sono diventati mini discariche a cielo aperto, senza contare le difficoltà oggettive di alcuni cittadini (gli anziani, per esempio) di recarsi presso le isole ecologiche, specialmente quando lontane dalle abitazioni.

Il comune di Torre del Greco informa che sono stati rimossi nella giornata di ieri, 18 dicembre, gli ecopunti di: La Salle, via Litoranea e Parcheggio Bottazzi.

Continua l’attività di indirizzo, in materia di Igiene Urbana, disposta dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco, Giovanni Palomba, e coordinata dall’ Assessore al ramo, Raffaele Arvonio, di concerto con la Dirigente al VI Settore – Ambiente ed Ecologia – Claudia Sacco.

Tra ieri mattina, infatti, e ieri sera, sono state ultimate le operazioni di rimozione dei grandi cassoni posti all’interno delle tre aree parcheggio cittadine; al loro posto presenti, da ieri, eco-postazioni mobili, alle quali i cittadini potranno – tutti i giorni, dalle ore 19.00 alle ore 23.00 – conferire i propri rifiuti in modo differenziato.

Un intervento necessario che dà attuazione alla linea di indirizzo, politica, voluta dal primo cittadino, e, che porterà – nelle prossime settimane – anche alla chiusura degli ultimi tre ecopunti rimasti attivi sul territorio cittadino, in concomitante avvio con l’inizio del nuovo piano industriale del ” porta a porta”, che inizierà a fine gennaio 2020.

“Sono soddisfatto – le parole del sindaco Giovanni Palomba – del lavoro che si sta operando sul territorio. Nell’ arco di un anno, Torre del Greco, è riuscita a venir fuori da una situazione, realmente, difficile e drammatica riguardo la gestione del ciclo dei rifiuti, grazie al lavoro dei nostri dirigenti e tecnici, e, alla ferma volontà di questa Amministrazione comunale di porre fine ad un capitolo vergognoso ed oscuro che ha messo in ginocchio l’intero territorio. Con la chiusura degli ultimi ecopunti, anche questa città, potrà finalmente iniziare un nuovo ciclo virtuoso e corretto di smaltimento dei rifiuti; stiamo già lavorando alla sensibilizzazione ed alla comunicazione delle nuove disposizioni. Continua, nel frattempo, il nostro impegno perché il 2020 possa rappresentare, davvero, per Torre del Greco un anno di svolta e di cambiamento epocale”.

Potrebbe anche interessarti