Natale da Favola a Torre del Greco, l’assessore Pensati: “Valorizzare il centro e le periferie”

Enrico PensatiTorre del Greco – “Natale da Favola” è la manifestazione natalizia organizzata dalla città del corallo. 65 eventi su tutto il territorio, dal centro città alle periferie. Abbiamo intervistato Enrico Pensati, laurea in Scienze Politiche ed un passato da giornalista con esperienze al Mattino, al Giornale di Napoli e anche come addetto stampa del Giffoni film festival. Enrico Pensati oggi è Assessore agli Eventi, Cultura, Turismo e Pubblica Istruzione del comune di Torre del Greco, e con lui abbiamo parlato del cartellone natalizio di eventi, partendo dalla Mostra Arte a Palazzo, passando per Natale da Favola, un cartellone di 65 eventi, per poi parlare dei progetti per la città. 

Arte a Palazzo è la mostra in corso a Palazzo Baronale, quanto è importante per la città questa mostra?
L’obiettivo dell’amministrazione è stato quello di valorizzare lo straordinario patrimonio artistico e artigianale che abbiamo a Torre del Greco, innanzitutto corallo e cammeo. C’è stata una grande volontà da parte del sindaco nel realizzare la mostra. Ci siamo affiancati all’associazione Cameo Art, che ha dimostrato di metterci passione e professionalità”.

La mostra ha anche ospitato ospiti illustri?
“Sono venuti a vistare la mostra diverse personalità. La principessa Beatrice di Borbone è venuta quando la mostra era in allestimento, era in città per degli impegni e ha fatto un salto alla mostra. È passato a trovarci l’ex ciclista Claudio Chiappucci e poi Katia Ricciarelli che ha tenuto un concerto in città”. 

Lei ha citato la Ricciarelli, cosa ci dice sul concerto che si è tenuto peraltro in una zona periferica rispetto al centro cittadino, cosa molto apprezzata tra l’altro?
Katia Ricciarelli ha visitato la mostra la sera del concerto. Ha tenuto un concerto a Santa Maria la Bruna, location scelta per dare visibilità alla periferia della città. Il concerto era uno degli eventi più importanti in programma, e con questa scelta si è data una certa rilevanza giornalistica alla periferia. Quando la nota artista ha saputo della mostra ha voluto visitarla subito, e grazie ai ragazzi di Cameo Art è stato possibile esaudire il suo desiderio“. 

La Ricciarelli è la seconda volta che si esibisce a Torre del Greco, c’è amore tra la città e l’artista?
Si, è stata ospite alcuni anni fa per un concerto tenutosi nella Basilica di Santa Croce. Come sostiene il nostro sindaco: “C’è un connubio tra Katia Ricciarelli e Torre del Greco”. Il giorno dopo è stata omaggiata con una bellissima collana di corallo con al centro un bellissimo cammeo“.

Quanto è importante per la riuscita di un evento la collaborazione tra le diverse associazioni del territorio?
Le Associazioni devono collaborare tra loro, l’amministrazione può essere un collante. Devono portare progetti che interessino l’intera città. Bisogna lavorare insieme per lo sviluppo e la valorizzazione di Torre del Greco. La collaborazione tra loro è fondamentale“. 

Assocoral e l’Istituto d’Arte cittadino non fanno parte di questo evento, come mai?
Abbiamo tentato di coinvolgere anche il Degni e Assocoral, ho parlato personalmente sia con la preside del Degni, sia con referenti di Assocoral. Le esigenze per realizzare quello che Assocoral aveva in mente erano diverse rispetto a quelle di Cameo Art. Era necessario un contributo economico maggiore e garanzie di sicurezza diverse che non potevamo garantire in questo momento“. 

Ci sarà l’opportunità di realizzare anche il progetto di Assocoral, a quanto ho capito è un evento di una certa rilevanza?
Con Assocoral ci sentiremo all’inizio del nuovo anno e proveremo a raggiungere comunque l’obiettivo di una mostra diversa da quella di Cameo Art“. 

Natale da Favola è l’iniziativa per le festività natalizie. Ben 65 eventi in programma, cosa ci può dire in merito?
65 eventi coinvolgendo l’intero territorio dal centro della città fino alle periferie. Valorizzare diversi punti di Torre del Greco è l’obiettivo di Natale da Favola. In programma convegni, concerti, mostre, musica itinerante, spettacoli, visite guidate ed urban trekking. Il tutto organizzato soprattutto grazie alle associazioni locali. Abbiamo pensato alla Ztl per la litoranea ed il centro della città. L’obiettivo è valorizzare i siti storici: Palazzo Baronale, Villa Macrina e la Santissima Trinità, oltre agli spazi aperti come le ville comunali che per la prima volta sono state illuminate. Abbiamo creato diverse sezioni per ogni sito, convegni, esposizioni e mostre, si avranno in diverse location della città. Animazione ed intrattenimento nelle ville comunali, ai cori polifonici e ai concerti abbiamo riservato le chiese cittadine. Novità di quest’anno, le visite guidate l’urbant trkking. Un’associazione porterà cittadini e visitatori per le vie della città“.

Come invece si sta muovendo l’amministrazione per il periodo estivo?
Inizieremo dal 7 gennaio a lavorare con la proposta della Ztl in litoranea anche in estate per favorire la realizzazione di eventi. Bisogna presentare una proposta turistica e puntare sulla comunicazione. Proporre azioni rivolte al pubblico per favorire l’attrazione turistica della città“.  

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più