Spostamenti e attività a Torre del Greco: cosa prevedono le nuove disposizioni

In seguito al DPCM del 9 MARZO 2020, con cui l’Italia intera è stata dichiarata zona protetta, da oggi entrano in vigore nuove disposizioni anti-coronavirus anche per i cittadini di Torre del Greco. A comunicarlo Salvatore Perillo, portavoce del sindaco Giovanni Palomba:

A poche ore dall’emanazione del nuovo DPCM emesso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nella tarda serata di ieri, si apprende che le misure di salvaguardia in vigore sino a qualche giorno fa solo per la cd. ZONA ROSSA, oggi sono state estese all’intero Paese, da parte dei preposti organi governativi.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

Nello specifico, a far data da oggi, sull’intero territorio nazionale, è chiesto ad ognuno di evitare ogni spostamento anche all’interno dei singoli territori comunali, salvo che siano motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero determinati da motivi di salute. È consentito, in ogni caso, il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Lo sport e le attività motorie svolte all’aperto, nei territori comunali, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia rispettata la distanza interpersonale di un metro. È vietata, inoltre, sull’intero territorio comunale, ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Sono consentite, soltanto, dalle ore 6 alle ore 18, le attività di ristorazione e bar con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni necessarie per garantire la distanza di sicurezza interpersonale. Nell’ambito delle attività di ristorazione rientrano pizzerie, friggitorie, rosticcerie, paninoteche, gelaterie, creperie e yogurterie e assimilabili.

Dopo le ore 18, per le sole pizzerie, rosticcerie, ristoranti, friggitorie e paninoteche è consentita l’attività di consegna a domicilio anche se il locale deve restare chiuso al pubblico, con l’obbligo di rispetto della distanza di sicurezza al momento della consegna.

Tutte le altre attività commerciali sono consentite a condizione che il gestore garantisca un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro.

Infine, ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5 °C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante. È, inoltre, vietato, in maniera assoluta, la mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus”.

In aggiunta alle nuove disposizioni anti-coronavirus, questo è quanto dichiara il Sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba: “Non sono previste ulteriori attività di pulizia e sanificazione oltre quelle già compiute nel corso della scorsa notte e sino alle prime ore di stamattina. Abbiamo coperto un’estensione territoriale di oltre 30 km quadrati, e ciò per offrire maggiori ed ulteriori tutele e garanzie di tranquillità ai nostri cittadini.

Comprendendo la particolare delicatezza delle ultime ore, alla luce anche del recente intervento del Governo, è d’obbligo, ulteriormente, invitare i torresi ad accogliere l’invito del Presidente Conte a restare nelle proprie case, ad uscire solo per casi necessari e a ricevere gli aggiornati solo attraverso i canali istituzionali continuamente aggiornati. Uniti ce la faremo”.

Qui di seguito il prospetto riepilogativo delle limitazioni alle attività commerciali:

Potrebbe anche interessarti