L’ex portiere azzurro Sepe e la moglie regalano uova di pasqua ai bambini torresi in difficoltà

sepe uova

I grandi campioni si riconoscono dai piccoli gesti. Quelli non pubblicizzati e plateali ma che arrivano dritti a chi ne ha più bisogno. Nonostante siano stati per mesi distanti 664 km da casa, l’ex portiere azzurro Luigi Sepe e sua moglie Anna Laura Acampora, non dimenticano le loro origini.

Sposati da 9 anni, i due si sono conosciuti nella loro città natale: Torre del Greco. Poi Sepe è entrato nelle giovanili del Napoli, dopo i prestiti all’Empoli e alla Fiorentina è ritornato in maglia azzurra. Lo scorso anno è stato ceduto, in prestito con diritto di riscatto, al Parma dove si è trasferito con tutta la sua famiglia. Ma nonostante siano sempre per lavoro lontani da casa, Sepe e moglie, sono comunque vicini ai loro concittadini. Ritornati a Torre del Greco i due stanno cercando di regalare un sorriso ai tanti bambini che non possono permettersi neanche un uovo di Pasqua.

Come postato in un video pubblicato su Facebook dalla moglie di Sepe, sono diversi gli scatoloni contenenti uova destinati ai bambini di Torre del Greco. Anna Laura lancia poi un appello a tutti i suoi contatti:

“Non esitate a contattarmi… Con la speranza di strappare un sorriso a qualche bambino. Per i miei concittadini, contattatemi”.

E sono tantissimi i bambini a ringraziare Sepe e moglie e a postare le foto delle uova ricevute a casa. Torre del Greco è infatti in questi giorni una delle città più colpite in Campania dall’emergenza coronavirus. E’ un sorriso può far felici i bambini in vista della pasqua. Ma questo non è l’unico impegno per il sociale della coppia. Insieme a una sua amica, Martina De Maria, Anna Laura ha lanciato una raccolta fondi in favore di Paolo Ascierto e della ricerca del Pascale. Campioni, anche fuori dal campo.

 

Potrebbe anche interessarti