Salvini a Torre del Greco: “Manderemo a casa quel chiacchierone di De Luca che ha rovinato la Campania”

Conservate la vostra voce e i vostri fischietti per combattere la camorra che è il cancro di questa terra“, così esordisce il leader della Lega Matteo Salvini durante il suo comizio elettorale a Torre del Greco.

La città ha duramente contestato l’ex ministro con striscioni, fischi e cori. “Finché il buon Dio mi dà energia io verrò nella splendida terra di Campania per ridare futuro e dignità ai ragazzi inseguendo i camorristi via per via, negozio per negozio, scuola per scuola“, ha continuato.

Abbiamo già vinto per una questione di educazione, – prosegue il leader del “Carroccio” – perché io son convinto che se qui oggi ci fosse Renzi, De Luca o De Magistris voi non sareste lì a far casino e a urlare, sareste a casa e al mercato tranquillamente“.

Sul referendum che si terrà il 20 e il 21 settembre attacca il governatore della Campania: “Tra 10 giorni se ci date una mano manderemo a casa quel chiacchierone di De Luca che ha rovinato la Campania”.

Potrebbe anche interessarti