FOTO. Torre del Greco scelta per il Giro d’Italia femminile: “Un momento entusiasmante”

Oggi Torre del Greco è stata il punto di partenza della sesta tappa del Giro d’Italia femminile. Queste le dichiarazioni del sindaco Giovanni Palomba nel ricordare un evento così emozionante per la città:

“Un momento entusiasmante ed avvincente quello che la nostra città ha vissuto, stamattina, trasformandosi per qualche ora, con i suoi squarci e le sue suggestioni, in cornice ideale all’interno della quale ha avuto avvio la sesta tappa del “Giro d’Italia femminile”.

Il nome di Torre del Greco, oggi, ha letteralmente fatto il giro del mondo, attraverso le immagini dei suoi luoghi riprese dalle televisioni internazionali che hanno contribuito a rendere il profilo di un territorio e l’espressione di un popolo che, da sempre, si è distinto per gli spiccati, e, quasi innati valori ed ideali sportivi. Ho molto apprezzato, a tal proposito, anche il gesto di benvenuto alle cicliste, con i palloncini rosa, appositamente sistemati – lungo il tratto litoraneo – dai cittadini residenti.

È stata davvero una mattinata intensa ed impegnativa per il nostro territorio, che ha ricevuto anche, al complesso della SS. Trinità, la visita del Ministro allo sport Vincenzo Spadafora con il quale si è discusso dell’importanza delle attività sportive quale veicolo di riscatto e di riabilitazione del tessuto sociale cittadino, nonché quale strumento fondamentale del percorso di crescita e del processo educativo di tanti nostri giovani.

Ritengo che sia questa la più bella immagine di città e di comunità che dobbiamo imparare a perseguire, nella quotidianità, e che rivela oltretutto, la centralità e l’importanza istituzionale che ha Torre del Greco all’interno del contesto nazionale.

Proseguiremo, inoltre, gli appuntamenti di questa importante giornata, stasera, con la visita del Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini. Questa amministrazione continuerà a lavorare nell’unico solco della riabilitazione sociale e della riqualificazione culturale di un territorio che deve continuare ad essere punto di riferimento del bacino vesuviano-costiero“.

Potrebbe anche interessarti