Turris Real Metapontino 2-0: i Corallini rialzano la testa

La Turris si rialza

Come tutti si aspettavano i rientri nella rosa di mister Castellucci hanno ridato forza alla Turris che, come possimo leggere su Tuttoturris.com, ha portato a casa il risutlato pieno ponendosi di nuovo a due lunghezze dal primo posto.

Cinica, paziente e pragmatica quanto basta. La Turris supera il Real Metapontino e si rialza dopo le precedenti due sconfitte. Approfittando della caduta della capolista Marcianise, gli uomini di Castellucci si riportano a 2 lunghezze dal primo posto. I corallini sbloccano il match nella ripresa, al termine di una prestazione forse non eccellente dal punto di vista del gioco, ma concreta e convincente sotto il profilo caratteriale e della personalità. Oggi bisognava vincere senza badare a troppi fronzoli e la Turris ha dimostrato di avere la giusta maturità per puntare al primato.

PRIMO TEMPO DI PAZIENZA – I biancorossi scendono in campo con gli 11 della vigilia. Lucchese si sacrifica ancora in difesa, mentre in attacco Castellucci punta sulla coppia di peso Perna-Grezio, lasciando inizialmente in panchina il malconcio Longoni. Il Metapontino dell’ex Sassanelli si schiera con il 4-2-3-1, ma in realtà l’assetto della compagine ospite è tutta improntata al contenimento. Infatti non figurano tra i titolari nemmeno i temuti attaccanti Pignatta e Covelli.

La prima frazione di gioco è avara di emozioni, dove la Turris non riesce ad impensierire la squadra ospite, tutta raccolta dietro la linea della palla. I corallini non cambiano marcia e, così facendo, danno tempo e modo agli avversari di rimanere bloccati in difesa, aspettando l’occasione giusta per colpire in contropiede. La manovra dei biancorossi si rivela prevedibile e mister Castellucci cerca di allargare la retroguardia rivale con lo spostamento di Sibilli sulla fascia e l’accentramento di Bisogno in mediana. Nonostante ciò i corallini faticano a proporsi in avanti, dove manca un po’ di fantasia per trovare il guizzo vincente.

CAMBIO DI PASSO – Nella ripresa la Turris ha la fortuna e bravura di trovare subito il gol del vantaggio, grazie ad una grande incornata di Grezio su cross di Postorino. La rete sblocca psicologicamente gli uomini di Castellucci, che giocano più in scioltezza e costringono il Metapontino ad uscire dalla propria tana, aprendo spazi invitanti. Tra le fila ospiti Sassanelli getta nella mischia Covelli e Pignatta, passando al 4-2-4, ma al 34’ la Turris raddoppia con un gran colpo di Perna, abile a trovare l’angolino alla destra del portiere da posizione defilata. Gli ospiti si rendono pericolosi solo su calcio piazzato e allo scadere riescono ad accorciare le distanze con punizione di Di Senso, che sorprende Liccardo. Ma non basta per riacciuffare una Turris rinvigorita anche dall’ingresso di Fissore, il cui rientro sarà di fondamentale importanza per il futuro.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più