Turris, Braca: “Dato un segnale importante. Non immaginate la nostra voglia di vincere…”

braca

La Turris non tradisce le attese, vince contro lo Stasia e si porta in cima alla classifica del Girone A di Eccellenza. Soddisfatto al termine del match l’allenatore in seconda dei corallini Errico Braca: “Vincere così è un segnale fondamentale, vuol dire che la Turris è viva, c’è – esordisce Braca – Non è semplice andare in svantaggio contro una signora squadra, per giunta con un rigore inesistente, perché sei costretto a ricominciare da zero. Per fortuna però negli ultimi minuti del primo tempo abbiamo creato diverse palle gol e siamo riusciti a concretizzarle”.
Un dispendio di energie non indifferente per la Turris, visto che si è corso tanto per tutti i 90 minuti. “Oggi i ragazzi hanno dimostrato un grande carattere e non posso che fare loro i complimenti – spiega il mister – Oggi la squadra ha dato il massimo, tant’è che anche gli under a fine partita avevano i crampi”.
Una Turris che ha pressato molto, fin dai primi minuti della gara, sbagliando forse troppo negli ultimi metri. Questa, l’analisi di Braca: “Troppa foga? Giocare in una piazza come questa, che ti trasmette una pressione positiva, considerando poi anche il nostro potenziale tecnico, a volte genera nei giocatori una troppa fretta nel segnare gol ed è normale che possano ogni tanto sbagliare”
Di certo, anche oggi la Turris ha dimostrato di avere una rosa importante, riuscendo a sopperire anche ad alcune assenze, una su tutte quella di Manzo. “La rosa? In questa squadra non esistono seconde linee – chiarisce subito Braca – tutti i giocatori sono allo stesso livello. L’equilibrio in campo? Oggi volevamo essere più offensivi, perché volevamo riscattarci dopo la partita di domenica scorsa, dove non eravamo stati belli da vedere”.
Il mister, così come Santosuosso, non si nasconde ai nostri microfoni, e chiarisce fin da subito l’obiettivo di questa squadra: “Noi vogliamo vincere. Sempre. Nello spogliatoio c’è una voglia di vincere che non potete immaginare. La piazza? Voi lo sapete che io sono mezzo corallino, oggi c’è stata una bella cornice di pubblico e spero di rivedere al Liguori i distinti e la tribuna pieni, perché è l’immagine più bella che io ricordi di Torre del Greco”.
Braca parla anche dei singoli, in particolare di Cigliano, oggi nell’inedito ruolo di mediano: Cigliano? Oggi ha dimostrato che può fare anche il centrocampista centrale. Lui nasce in quel ruolo, ma ha giocato bene in altre partite anche da esterno”.
Infine, gli ultimi aggiornamenti sugli infortunati della rosa: “Garello domani dovrà fare un controllo dal medico, Liguori e Manzo invece sono a disposizione per San Giorgio”.

Potrebbe anche interessarti