Sessana – Turris: storia, precedenti e statistiche

Logo sessana turris

La partita che andrà in scena domenica 2 novembre alle ore 11 (presso lo stadio “Conte” di Mondragone) tra Sessana e Turris, racchiude in sé molte storie. Non solo uno scontro diretto tra due squadre che si contenderanno la promozione in serie D, ma uno scontro tra due pezzi di storia del calcio italiano. Ripercorriamo assieme alcuni eventi della storia calcistica dei gialloblu, ricordando curiosità, statistiche e precedenti tra Turris e Sessana.

Nata il 27 giugno del 1915, con il nome di Virtus Sessa, la Sessana può essere considerata a pieno titolo una delle società calcistiche più antiche d’Italia. Quasi 100 anni di storia, che sopravvivono ancora oggi nella mente di molti tifosi ed appassionati. Di questo enorme ciclo di partite, si ricordano in particolare gli anni 60 della Sessana, che hanno visto i gialloblu giocare per 10 anni circa in Serie D, vantando 9 partecipazioni. In particolare, si ricorda la stagione 1965/1966, che vide la promozione della Sessana in serie D, attraverso una clamorosa striscia di ben 27 risultati utili consecutivi.
Inaspettatamente, proprio nel ’66, un tragico evento segnò la storia della società: un gravissimo incidente autostradale tolse la vita al presidente Gori Lombardi, al segretatio Antonio De Santis ed al calciatore Giuseppe Laudato. In particolare quest’ultimo, vero leader in campo e bandiera del team, avrebbe lasciato un vuoto nel cuore di molti tifosi. Nonostante la sua assenza, i gialloblu si qualificarono alle finali regionali con un turno di anticipo.

Alle finali regionali si sfidarono Turris, Sessana e Paganese. Si disputarono tre gare per le finali regionali di Serie D: la Sessana sfidò nella prima gara proprio la Turris, vincendo per 1-0 con un gol di Mazza. E proprio a questa partita che risale l’unica vittoria dei gialloblu contro i corallini. Lo spareggio finale si sarebbe giocato tra Sessana e Paganese. La Sessana avrebbe poi vinto la gara per 1-0.
Una curiosità è legata a questa partita. Nel giorno della finale, la squadra gialloblu si accorse di aver dimenticato a casa le magliette con le quali avrebbero disputato la gara. La squadra decise quindi di andare a Forcella a comprare delle magliette bianche ed una serie di numeri da applicare dietro le divise.
Senza tener conto dello spareggio, sono ben otto i precedenti tra le due squadre: 5 vittorie della Turris e 3 pareggi. Le statistiche di certo non sorridono alla Sessana, ma come si suol dire in questi casi, sono pronte per essere smentite già in questa domenica.

Le due squadre si contendono il primato del girone A di Eccellenza, entrambe con 19 punti in classifica. Una gara quindi che può decidere le sorti di questo campionato, anche se mancano diverse partite alla fine. Turris e Sessana si contendono il miglior attacco con ben 17 gol segnati in appena 7 gare di campionato. La miglior difesa spetta però ai corallini, che hanno all’attivo solo 3 reti subite. Entrambe ancora non hanno conosciuto cosa vuol dire la parola ‘sconfitta’: 6 vittorie ed 1 pareggio testimoniano l’imbattibilità di queste squadre che, siamo certi, non tradiranno le attese e regaleranno un match spettacolare.

Potrebbe anche interessarti