Verso Puteolana 1909 – Turris, l’analisi del match

Puteolana-Turris

Nel novembre di fuoco che attende la Turris di Santosuosso, un ostacolo di non poco conto è la Puteolana 1909, allenata da mister D’Alessio. Nonostante i flegrei siano quartultimi nella classfica del girone A di Eccellenza, possono rappresentare una tappa insidiosa nel cammino dei corallini. Vediamo quindi alcuni numeri delle due squadre, cercando di analizzare il loro rendimento in campionato.

Partiamo dalla Puteolana, che giocherà il match in casa. Aspetto questo, da non sottovalutare: i ragazzi di D’Alessio sono infatti ancora imbattuti tra le mura amiche del “Conte”. In casa, la Puteolana ha subito solo 4 gol. La situazione però cambia quando si analizza anche il rendimento in trasferta. In totale sono 14 i gol subiti, di cui ben 10 in trasferta. Solo 9 invece, i gol fatti. Proprio l’attacco, rappresenta il punto debole della squadra, il terzo peggiore del torneo.

A livello tattico, la Puteolana gioca con un classico 4-4-2. Da segnalare, la presenza a centrocampo di Amoroso (ex Turris) e in attacco di Carnicelli, bomber della squadra con 5 gol realizzati e pericolo numero uno per la retroguardia corallina.
Dall’altra parte, la Turris si ritrova nelle zone alte della classifica e soprattutto detiene il miglior attacco del torneo: 22 i gol fatti dai corallini, equamente divisi tra casa e trasferta. Dopo le prime 6 giornate, con altrettante vittorie, la Turris ha rallentato prima in casa con il Quarto, per poi perdere il big match con la Sessana. Domenica scorsa la manita rifilata al Real Forio sembra aver ridato nuova linfa ai corallini, ai quali attende un novembre molto complicato. E proprio per questo, il match con la Puteolana non può essere sbagliato dagli uomini di Santosuosso.

La novità più importante è il ritorno di Rosario Majella. Il bomber corallino infatti non vede il campo dal match contro il San Giorgio del 19 ottobre scorso. Nelle ultime gare Santosuosso ha accantonato il 4-4-2, per optare un più spregiudicato 4-3-3, con Grezio unico centravanti. Una scelta che ha prodotto risultati solo nel match con il Forio, vinto 5-2. Il dubbio quindi per la Turris resta l’attacco: tridente con Majella o 4-4-2? Da segnalare, inoltre, la squalifica di Lordi: uomo molto importante nello scacchiere di Santosuosso.

Al di la degli uomini che sceglierà il trainer corallino, la Turris ha l’obbligo di non sbagliare. Dopo la Puteolana infatti, i corallini affronteranno Volla (in casa) ed Ercolano (in trasferta). Due match complicati, soprattutto il derby. La capolista Sessana invece, dopo aver vinto domenica scorsa con il San Giorgio, avrà dei match sulla carta poco impegnativi: Quarto e Stasia in casa, Real Forio in trasferta.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più