Torre del Greco, proteste contro il Circo Orfei: “animali abusati e trascurati”

Circo
immagine di repertorio

 

Da diversi giorni a Torre del Greco, in zona Leopardi, si trova il tendone del Circo Orfei, e il giorno 1 febbraio è stata organizzata una protesta all’esterno del tendone da parte di un gruppo di persone che sottolineavano maltrattamenti subìti dagli animali, dei quali non si conoscono neanche le condizioni di salute. Una delle organizzatrici, Antonella Di Rosa, ha affermato:

“Il Primo febbraio un gruppo di attivisti animalisti ha partecipato al presidio contro il circo Orfei, attendatosi da diverse settimane in via Nazionale, zona Leopardi. L’evento è stato organizzato da me, Di Rosa Antonella, e da Cinzia De Marco, che facciamo attività di sensibilizzazione oltre che per i randagi (cani e gatti) anche per gli animali che per anni vivono reclusi in gabbie e costretti a esibirsi in esercizi ridicoli, grotteschi ed etologicamente incompatibili. È stata fatta anche richiesta alla ASL prima che cominciassero gli spettacoli che si facesse una visita di controllo agli animali, richiesta che a tutt’oggi seppur regolarmente protocollata agli uffici preposti non sappiamo se è stata eseguita, e non sappiamo nemmeno se è stata presa in considerazione il nostro esposto al Signor Sindaco affinché vieti l’attendamento dei circhi sul territorio comunale. Eravamo circa 15 persone, pochi torresi, di più quelli venuti da Napoli, Pozzuoli e San Giorgio a Cremano e abbiamo gridato il nostro no al circo con gli animali”.

Ricordiamo che in Europa alcune nazioni, Grecia, Olanda e Austria, hanno già vietato l’utilizzo degli animali nel circo, dove perciò si possono esibire soltanto gli umani.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più