Il calvario dei Magliulo, dieci mesi senza notizie

Il calvario dei Magliulo, dieci mesi senza notizie

La storia di Michele Magliulo e Nicola Magliulo, padre e figlio detentori di un’attività di export nel settore del corallo, ha inizio nel mese di marzo dell’ormai trascorso 2013. I due furono arrestati nella loro abitazione di Bizerte in Tunisia dalla polizia locale con l’accusa di traffico internazionale di «oro rosso» e trasportati nel carcere di Mamaguia.

Dopo l’arresto Michele e Nicola sembrano essere spariti nel nulla, i loro familiari non ricevono notizie sulle loro condizioni da più di 10 mesi, questo ha messo in moto il deputato Arturo Scotto di Sinistra Ecologia e Libertà che, non appena ha saputo delle angosce della famiglia Magliulo, ha presentato un’interrogazione al ministro degli affari esteri al fine di far giungere notizie sui detenuti torresi al più presto possibile.

 

Potrebbe anche interessarti