Cialdini come Salvini: carta igienica sul busto del Generale sabaudo

busto

“Cialdini e Salvini invasori siete voi. Sud libero” compare scritto sullo striscione, che oggi, i ragazzi del centro sociale Insurgencia hanno mostrato alla Camera di Commercio, “sanzionando” con carta igienica, inoltre, il busto del Generale sabaudo Enrico Cialdini, simbolo, secondo gli attivisti del blitz, della crociata sabauda che ha  conquistato ed usurpato le terre del sud.

 

L’azione dimostrativa era intenta a spodestare l’incontro a sorpresa che, in pomeriggio, si sarebbe dovuto avere ad Agnano tra i militanti di “Noi con Salvini”, con la probabile partecipazione del leader della Lega. Uno dei ragazzi di Insurgencia, Andrea, spiega come già l’estate scorsa il centro sociale si è adoperato per contestare alcuni neo-movimenti destrorsi in cui si riciclano tutti i volti della destra estremista partenopea. Poi, aggiunge: “Oggi abbiamo scelto di colpire un luogo simbolico per ribadire che Napoli sarà sempre un teatro scomodo per chi prova a speculare sulla nostra terra: il generale Cialdini è il simbolo della guerra di conquista che l’esercito sabaudo ha condotto contro il sud Italia. Sotto il suo comando interi paesi sono stati rasi al suolo, decine di migliaia di donne e uomini della nostra terra sono stati sterminati, altrettanti arrestati come briganti, colpevoli di resistere alle armi del colonizzatore sabaudo. Ieri come oggi, contro ogni tentativo di saccheggiare la nostra terra, sceglieremo sempre la parte di chi resiste». 

Un gesto simbolico, dunque, quello del centro sociale napoletano, il quale, probabilmente, intende sottolineare l’incomunicabilità, inoltre, del territorio con particolari presenze politiche, le quali, non possono trovare radici semantiche in una terra del sud e in una terra che ha resistito in molteplici modi.

Potrebbe anche interessarti