Concerti

Tutti i concerti di Napoli e provincia

maschio angioino

maschio angioinoNapoli – Sabato 22 giugno, andrà in scena “E sono mò“, la Festa della musica al Maschio Angioino con ingresso  gratuito.  Si potrà assistere alla musica di alcuni gruppi emergenti e non, del nostro panorama musicale.

L’evento comincerà già dal pomeriggio, quando alle 16:00, i vari gruppi, che si susseguiranno la sera fino a mezzanotte inoltrata, saranno sul palco per il consueto soundcheck.
Dalle 18:30 invece ci sarà l’intervento di Spazio Giovani a cura del Centro Musica Yellow Submarine, che preceder l’inizio del concerto. È stato proprio questo Centro, in collaborazione l’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli ad organizzare l’evento.

L’obiettivo è quello di gettare un ponte ideale tra il noto monumento napoletano e la positiva eredità culturale della “Summer of Love” che,ha dato avvio alla progressiva internazionalizzazione degli ideali pacifisti, dei metodi non violenti e della coscienza ambientale. Dove, grazie all’entrata gratuita (non c’è bisogno di alcun invito o lista) chiunque potrà gustarsi questo momento di musicalità e di pacifismo.

Di seguito la scaletta dei gruppi che si divideranno il palco per tutta la serata.
S & Lips
Settembre a Berlino
M 76 – Emmesettantasei
StereOID
Gabriella Rinaldi & Max Carola Aka Innesto
Marco Gesualdi NOW Quartet
Abegilosouz
Chiodo Fisso
Capatosta
The Spots
Pitwine
The STEEL – Wizard
Rete Co’ Mar
Impetus

 

Domenica sera il noto cantante sulla cresta dell’onda, Andrea Sannino, terrà un concerto a Poggiomarino. Il cantante, dopo aver saputo la notizia della grave malattia che affligge un uomo di Poggiomarino ha deciso di dedicargli il concerto. Durante l’evento sarà inoltre possibile rendere omaggio a Gianfranco Sangiovanni tramite una raccolta fondi.

Abbracciame“, questo il titolo del singolo che ha reso famoso Sannino. Con questo concerto tutti i suoi fan si abbracceranno attorno a Gianfranco, marito e padre esemplare di 32 anni affetto da un raro tumore.
Una notizia che ha sconvolto la sua vita e quella di tutta la sua famiglia. Le speranze sono poche soprattutto per la rarità della malattia, ma non si perdono d’animo ne lui, ne sua moglie.
La moglie ha pensato di attivare una raccolta fondi per cercare di ottenere qualche speranza, e tale raccolta è stata accolta con fervore dal Comitato Festa Sant’Antonio Poggiomarino.

Proprio tale Comitato ha aderito all’iniziativa ed allestirà un gazebo per ogni evento festivo realizzato a Poggiomarino, dove si potrà donare una piccola cifra al signor Gianfranco.

Caserta – Tutto pronto per “Caserta Music Festival”, la manifestazione musicale estiva diretta da Alessio Desgro e organizzata in collaborazione con il “C’era Una Volta in America” e “Juke Box”. La kermesse vedrà lo svolgimento di una serie di concerti di artisti nazionali e internazionali a Villa Carolina a Caserta, in viale Douhet, nei giorni 9,10 e 11 luglio 2019.

Ad animare le serate saranno tutti musicisti che sono al momento sulla cresta dell’onda: Franco126 il 9 luglio, preceduto da una performance acustica di Giorgieness e gli Ex; il 10 luglio sarà la volta di Pedro Capò a cui seguirà la musica di Muevelo la “Fiesta Que Te Mueve”; l’11 luglio, infine, la Live Performance di Jimmy Sax. Tutti i concerti inizieranno alle ore 22:00.

Per altre info è possibile consultare la  Pagina Facebook Caserta Music Festival e gli eventi, sempre su Facebook, dedicati ai tre concerti singolarmente. Per chiunque volesse assistere, ricordiamo che i biglietti sono acquistabili, fino ad esaurimento disponibilità, sui circuiti Ticket One e Go2. Il prezzo per i singoli concerti è di 17,50 euro, ma è possibile acquistare un abbonamento comprensivo di tutti e tre al costo di 40 euro.

Tiziano Ferro ha annunciato le tappe del suo prossimo tour. Il cantautore, originario di Latina, toccherà vari stadi e varie città italiane, tra cui Napoli.

L’evento nella città partenopea è previsto per il prossimo 24 Giugno 2020, allo stadio San Paolo. Il tour partirà da Lignano Sabbiadoro il 30 Maggio 2020 e si chiuderà il successivo 15 Luglio allo stadio Olimpico di Roma. 

Si prevederà il sold out in moltissime di queste date, probabilmente in tutte, per quanto sia apprezzato dai numerosissimi fan.

Questo tour servirà per promuovere il prossimo album del cantautore.

Il 2019 sarà l’anno di Tiziano Ferro. Parola del cantante, che, infatti, quest’anno tornerà con un nuovo album di inediti. Secondo il suo manager, Fabrizio Giannini, questo sarà addirittura l’album più bello della sua carriera musicale. Il cantautore, però, preferisce non sbilanciarsi, commentando sul proprio profilo Twitter:Io non lo so ma non mi sentivo così felice e meravigliato da anni, letteralmente“.

Il nuovo sta per arrivare“: –così scrive Tiziano sui social– “Non so che darei per farvi ascoltare quello che sta succedendo in studio. Ma i tempi non sono maturi“.

Il prossimo 22 novembre è prevista l’uscita del nuovo album, intitolato “Accetto miracoli”. Questo nuovo album esce 3 anni dopo il successo del 5 volte Disco di Platino Il mestiere della vita”.

NAPOLI – Un festival all’insegna di arte e natura. In occasione della Giornata Nazionale delle Oasi 2019, sabato 18 e domenica 19 maggio, nella suggestiva cornice dell’Oasi WWF Cratere degli Astroni, si svolgerà il festival di teatro, musica, danza e poesia “Contemporanea/mente”.

L’evento, completamente gratuito, prevede due spettacoli teatrali, un concerto di musica sinfonica, laboratori di danze popolari, una performance di danza contemporanea, reading di poesia oltre a svariate attività per i più piccoli.

Il festival si svilupperà lungo un percorso di circa 3 km. Per accedervi sarà necessario percorrere l’antico sentiero borbonico che dalla Torre di ingresso arriva sul fondo del cratere. Da qui, il percorso proseguirà in direzione della radura di Gennarino, la vecchia Farnia e infine verso il Teatro nel bosco.

Nelle stesse giornate sarà possibile visitare la mostra “Dinosauri in carne e ossa” con ingresso a pagamento. E’ consigliato un abbigliamento comodo.

Il programma
Sabato 18 maggio, “Aspettando la giornata delle oasi”

9.30 – 10.30
Tappa del Biketour Napoli.

10.30
Radura di Gennarino
Inaugurazione del punto lettura “Little free library”

10.30
Teatro nel bosco
Laboratorio di danze popolari a cura di Enzo Stendardo.

10.30 – 12.00
Radura di Gennarino
“Un ritorno alla Natura”, yoga all’aperto a cura del Centro Olistico Zen81.

12:30
Radura di Gennarino
Picnic nel bosco a rifiuti zero.

15.30
Teatro nel bosco
Spettacolo teatrale “Ofelia: secondo Movimento di studio: l’incontro” a cura di La linea del cuore e Nakote Teatro.

17.30
Piazzale d’ingresso
Concerto al tramonto a cura dell’Orchestra Sinfonica del Liceo Statale Margherita di Savoia.

Domenica 19, “Giornata nazionale delle oasi”

10.30 – 12.00
Radura di Gennarino
“Un ritorno alla Natura”, yoga all’aperto a cura del Centro Olistico Zen81.

11.00
Teatro nel bosco
Spettacolo teatrale “Così Fai a Casa Tua?” a cura di Nakote Teatro con musiche dal vivo.

12.00
Teatro nel bosco
Laboratori di comix e presentazione fumetti a cura di Speranza Ferrara.

12.30
Radura di Gennarino
Picnic nel bosco a rifiuti zero.

15.30
Radura di Gennarino
“Naturalmente”, danza collettiva a cura di Mauro Maurizio Palumbo

16.30
Teatro nel bosco
“Poesie di carta”, reading a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli.

Nel corso di tutta la giornata
Radura di Gennarino
“BeeLab, alla scoperta del miele dell’Oasi!” In collaborazione con Friarielli Ribelli.

 

Foto pagina Facebook Coro Gospel Eyael di Raffaele Esposito

Sabato 4 e domenica 5 maggio 2019 saranno due giorni all’insegna della musica Gospel, in occasione della prima edizione dell’International Gospel Days, nelle chiese di Napoli e Pozzuoli, con concerti nella Basilica di San Giovanni Maggiore a Napoli. Inoltre è prevista anche una messa in Gospel nella chiesa della santissima Vergine Madre del Buon Consiglio di Napoli a Capodimonte.

Concluderà queste due giornate un concerto Gospel formato da 120 coristi e 5 cori, diretti da Thierry Fred Francois, Cassandra Drane, Nico Bucci ed Enrica Di Martino con la partecipazione del maestro di djembe Omar Diop, che si terrà nella chiesa di Sant’Artema di Monteruscello a Pozzuoli.

I cinque cori che parteciperanno sono il Tf Gospel Academy di Ginevra, il Tf Gospel di Parigi, Il Roma Gospel Voices di Roma, l’Eyael di Napoli ed il coro città di Pozzuoli.

L’evento è patrocinato dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli e dal Comune di Pozzuoli, e prevede l’ingresso gratuito per tutti gli eventi.

Ecco il programma completo:

Sabato 4 maggio ore 20.00 presso la Basilica di San Giovanni Maggiore (Rampe S. Giovanni Maggiore, Napoli), si terrà un Concerto Gospel in cui ogni coro canterà due brani e con un ensemble iniziale e finale con tutti i canti eseguiti a cappella.

Domenica 5 maggio ore 12.00 presso la Chiesa della Santissima Vergine Madre del Buon Consiglio (via Capodimonte 13 Napoli), si terrà la Messa in Gospel

Domenica 5 maggio ore 18.30 presso la Chiesa di Sant’Artema (via Amedeo Modigliani, 2C di Monteruscello Pozzuoli) vi sarà il Concerto Gospel con i 120 coristi e i 5 cori.

Per maggiori informazioni sull’evento, consultare l’evento facebook.

Ritorna il Festival di Ravello. Il programma della 67/a edizione del meraviglioso evento, che si terrà da mercoledì 1 maggio, è stato finalmente presentato. Il commissario della Fondazione Ravello, Mauro Felicoli, riporta il Festival della cittadina costiera alle sue origini, con l’esibizione delle grandi orchestre italiane Villa Rufolo sarà protagonista dei grandi concerti che si terranno. Quest’anno, infatti la parola d’ordine sarà “Rifondazione Ravello”.

“Un programma intrigante e coraggioso quello curato in collaborazione con il Teatro di San Carlo di Napoli”, spiega l’ex direttore della Reggia di Caserta, che sarà commissario della Fondazione che dovrà riorganizzare puntando anche sulla destagionalizzazione.

Alla presentazione del cartellone, che conterà eventi fino al prossimo ottobre, anche il governatore Vincenzo De Luca si mostra soddisfatto: “Un bellissimo rilancio per un festival che può divenire vetrina e palcoscenico per l’Italia”. Le sezioni principali del Festival saranno cinque e il ruolo da protagonista sarà affidato a “Orchestra Italia”, da luglio ad agosto. Il 30 giugno, infatti, l’apertura sarà affidata all’Orchestra del Teatro di San Carlo con il maestro Jueaj Valuha. Il repertorio della musica internazionale si congiungerà a brani eseguiti di rato dai compositori italiani. I tanti appuntamenti toccheranno il Barocco fino al Novecento, con Vivaldi, Rossini, Puccini, Smareglia, Casella, Salviucci, Cimarosa, Sgambati e Rota.

Non solo, quest’anno l’Orchestra del San Carlo aprirà anche il concerto del 18 luglio. Infatti, il San Carlo ha rivestito un ruolo sempre centrale durante l’evento. La chiusura, il 31 agosto, sarà affidata, invece all’Orchestra Filarmonica della Scala, con la direzione di Lorenzo Viotti. Ed ancora, ci saranno l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, l’Accademia barocca di Santa Cecilia diretta da Federico Maria Sardelli. La sezione organistica “le note di Sigilgaita”, sarà in scena nel meraviglioso Duomo di Ravello.  Per i concerti di mezzanotte, la protagonista sarà la musica da camera nella terza sezione, “Nel Giardino di Wagner”, che si terrà nella Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo. “La meglio gioventù” è, invece, la sezione dedicata ai conservatori della regione, curata da Antonio Marzullo, segretario artistico del Teatro Verdi di Salerno e partner della Fondazione. Per la sezione “Potenza del dialetto”, altresì, si terranno tre concerti di corali amatoriali.

Il programma completo

Mercoledì 1 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Variazioni su un tema rococò op. 33 per violoncello e orchestra

Concerto per pianoforte e orchestra n.1

Conservatorio di Musica ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

Direttore Giuseppe Camerlingo

Angelo Gala, pianoforte

Gabriele Melone, violoncello

Ingresso libero

Domenica 5 maggio

La meglio gioventù

Giardini del Monsignore, ore 19.00

Musiche di Porter, Van Heusen, Coltrane, Monk
Ingresso libero

Conservatorio di Musica ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

Jazz Quartet

Aldo Farias, chitarra

Mario Nappi, pianoforte

Tommaso Scannapieco, contrabbasso

Enzo Zirilli, batteria

Ingresso libero

Giovedì 9 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Musiche di Gulda, Weill

Ensemble di fiati del Conservatorio di Musica
‘Nicola Sala’ di Benevento

Direttore Gianluca Camilli

Gianluca Giganti, violoncello

Ingresso libero

Venerdì 10 maggio

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Orchestra Stabile della Canzone Classica Napoletana

Conservatorio di Musica ‘Nicola Sala’ di Benevento

Tufanisco Maria Carmela, Vincenzo Palumbo, Annabella Pagano, voci

Luigi Ottaiano, flauto; Domenico De Matteis, 1° mandolino

Eduardo Robbio, mandola; Verena Rizzo, basso; Antonio Toto, chitarra

Ingresso libero

Domenica 12 maggio

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Dirty Six

Tommaso Scannapieco, contrabbasso

Daniele Scannapieco, sax

Lorenzo Tucci, batteria

Claudio Filippini, pianoforte

Gianfranco Campagnoli, tromba

Roberto Schiano, trombone

Ingresso libero

Sabato 18 maggio

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Concerto per fiati e pianoforte

F. Colace, oboe

M. Masi, flauto

G. Viviani, clarinetto

G. Cutolo, corno

G. La Pegna, fagotto

F. Di Vaio, pianoforte

Musiche di Shumann, Strauss, Fauré, Gershwin, Grovlez, Thuille

Ingresso libero

Sabato 25 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Jazz combo San Pietro a Majella

Ingresso libero

Domenica 26 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Vesuvius Wind Orchestra

Direttore Bruno Sepe

Giampiero Di Lecce, Marco Cocule, Antonio Punzone,
Francesco Maddaluna, Giuseppe Di Maio, clarinetti
Isabella Giannatasio, Marcello Masi, flauti

Luigi Damiano, oboe

Guido Mandoglio, fagotto

Maurizio Conte, Luigi Falanga, Fabio Montefoschi,
Nicola Copertino, sassofoni

Alessandra Arillo, Nico Rodrigues, corni

Giulio Trifiletti, Salvatore Liotti, Rosario Maddaloni, trombe

Vincenzo Vuolo, Davide Musella, Michele Sorrentino, tromboni
Laura Francesca Mastrominico, Nicola Napolitano,
Luigi Di Ruba, Felice Iannicelli, percussioni

Musiche di Rota, Williams, Zimmer, Stone, Djawardi

Ingresso libero

Mercoledì 29 maggio

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Santa Cecilia’ di Roma

Ensemble di fisarmoniche

Ingresso libero

Sabato 1 giugno

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

“La sfida” Clavicembalo e Pianoforte a confronto
Musiche di Mozart, Bach, Scarlatti

Ingresso libero

Giovedì 6 giugno

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

La liederistica romantica

Concerto a cura del M° Valeria Lambiase

Chiara Cimmino, Virginia Magliacano, soprano

Antonia Elide Facciuto, mezzosoprano

Armando Napoletano, baritono

Pasquale Petrillo, basso

Adriana Mendella, clarinetto

Michele Neri, pianoforte

Musiche di Schubert, Schumann, C. Wieck, Liszt, Brahms

Ingresso libero

Venerdì 7 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Gala Lirico

I grandi duetti d’amore

Musiche di Puccini, Verdi, Bellini, Rossini, Donizetti

Ingresso libero

Sabato 8 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

“…qui la voce sua soave…”

Marilena Ruta, soprano

Marino Orta, basso

Concetta Varricchio, pianoforte

Musiche di Tosti, Mozart, Bellini, Donizetti, Rossini, Verdi

Ingresso libero

Domenica 9 giugno

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 11.30

Orchestra Giovanile del Conservatorio di Musica
‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

Direttore Roberto Maggio

Musiche di Respighi, Leyden, Foote

Ingresso libero

Venerdì 14 giugno
La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno
“Rhapsody in blue” per pianoforte e orchestra

Direttore Massimiliano Carlini

Musiche di Gershwin

Ingresso libero

 

Sabato 15 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli
Platero y Yo

Dario Amabile, Nicola Cantella, Nino D’Amico, Vincenzo Mazzillo,
Ivano Pagliuso, Eleonora Perretta, Luigi Scognamiglio, chitarre

Giovanna Peduto, voce narrante

Musiche di Mario Castelnuovo Tedesco

Testo di Juan Ramòn Jimènez

Ingresso libero

Domenica 16 giugno

La meglio gioventù

Giardini del Monsignore, ore 11.30

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Neapolis Saxophone Ensemble
Andrea Castaldi, Alessio Castaldi, Maurizio Conte,
Nicola Copertibo, Andrea Espasiano

Musiche di Fauré, Deodati, Gershwin, Monk, Joplin,
Mancini, Pace, Nestico, Lennon

Ingresso libero

Mercoledì 19 giugno

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.00

Orchestra Sinfonica degli allievi del Conservatorio di Musica
‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Direttore Leonardo Quadrini

Musiche di Khachaturian, Bizet, Verdi, Rossini, Saint Saëns,
Grieg, Rachmaninov

Ingresso libero

Giovedì 20 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Ensemble di fiati

Direttore Demetrio Moricca

Musiche di Strauss, Mozart, Dvorak

Ingresso libero

Sabato 22 giugno

La potenza del diletto

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 12.00

Festa della Musica

Varie corali con repertorio popolare e gospel
a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani

Ingresso libero

Sabato 22 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Concerto “Rossini”

Angelo Gazzaneo, pianoforte

a cura del dipartimento di canto

Ingresso libero

Domenica 30 giugno

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli

Direttore Juraj Val?uha

Robert Dean Smith, tenore

Liang Li, basso

Manuela Uhl, soprano

Musiche di Martucci, Wagner

Posto unico € 50

Venerdì 5 luglio

La potenza del diletto

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 12.00

Festa della Musica Europea

varie corali con repertorio popolare e gospel
a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani

Ingresso libero

Domenica 7 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.30

Accademia Barocca di Santa Cecilia

Direttore Federico Maria Sardelli

Musiche di Vivaldi

Posto unico € 50

Mercoledì 10 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Choeur et Orchestre Sorbonne Université

Direttore Sébastien Taillard

Musiche di Boulanger, Beethoven

Ingresso su prenotazione

Domenica 14 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini

Direttore e pianista Jean Efflam Bavouzet

Musiche di Cimarosa, Mozart

Posto unico € 50

 

Martedì 16 luglio

Extra Festival

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.00

O graziosa luna…

Conferenza spettacolo

a cura di Città della Scienza

Ingresso su prenotazione

Giovedì 18 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli

Direttore Juraj Val?uha

Musiche di Rota, Williams, Gershwin

Posto unico € 50

Domenica 21 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova

Direttore Wayne Marshall

Luca Bizzarri, voce recitante

Musiche di Ghedini, Ravel

Posto unico € 50

Martedì 23 luglio

Extra Festival

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.00

Burattino senza fili?

Conferenza spettacolo
a cura di Città della Scienza

Ingresso su prenotazione

Mercoledì 24 luglio

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 20.00

Bernard Foccroulle

Musiche di Frescobaldi, Mendelssohn, Brahms, Bach

Ingresso libero

Domenica 28 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro Massimo di Palermo

Direttore Gabriele Ferro

Musiche di Zemlinsky, Smareglia, Strauss

Posto unico € 50

Mercoledì 31 luglio

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Quartetto Guadagnini

Musiche di Colasanti, Donatoni, Mozart

Posto unico € 25

Venerdì 2 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Odhecaton Ensemble

Direttore Paolo Da Col

Musiche di Sciarrino, Da Venosa, Pärt, Rihm

Posto unico € 25

Domenica 4 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra Sinfonica del Teatro Comunale di Bologna

Direttore Pietari Inkinen

Musiche di Respighi, Rimsky-Korsakov, Stravinskij

Posto unico € 50

Mercoledì 7 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Ilenya Cimino, flauto

Alberto Ferro, pianoforte

Musiche di Bach, Gaubert, Doppler, Prokofiev

Posto unico € 25

Venerdì 9 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, 23.00

Gruppo Ocarinistico Budriese

Musiche di Bach, Vivaldi, Mozart, Rossini, Strauss

Posto unico € 25

Domenica 11 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 5.00

Concerto all’Alba

Orchestra Filarmonica Salernitana ‘Giuseppe Verdi’

Direttore Lorenzo Passerini

Posto unico € 60

Sabato 17 agosto

Nel Giardino di Wagner

Giardini del Monsignore, ore 09.00

Chiesa di San Giovanni del Toro, ore 12.00

Piazzetta San Lorenzo di Scala, ore 19.00

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Pierre-Laurent Aimard pianista

Catalogue d’Oiseaux
di Oliver Messianen

Posto unico € 25

 

Domenica 18 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra Giovanile Italiana

Direttore Jérémie Rhorer

Musiche di Mahler, Casella

Posto unico € 50

Martedì 20 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Filarmonica Salernitana ‘Giuseppe Verdi’

Direttore Ryan McAdams

Anna Tifu, violino

Alessandro Taverna, pianoforte

Musiche di Listz, Chausson, Sgambati

Posto unico € 50

Venerdì 23 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Direttore Claus Peter Flor

Musiche di Salviucci, Strauss

Posto unico € 50

Domenica 25 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Filarmonica ‘Gioachino Rossini’ di Pesaro

Direttore Donato Renzetti

Musiche di Respighi, Britten, Rossini

Posto unico € 50

Mercoledì 28 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Simone Rubino, percussioni

Musiche di Gerassimez, Bocca, Xenakis, Piazzolla

Posto unico € 25

Giovedì 29 agosto

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 20.00

Olivier Latry

Musiche di Couperin, Beethoven, Mozart, Messianen

Ingresso libero

Sabato 31 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Filarmonica della Scala

Direttore Lorenzo Viotti

Musiche di Rossini, Puccini, Dvorak

Posto unico € 50

Martedì 3 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Vesuvius Wind Orchestra

Direttore Bruno Sepe

Giampiero Di Lecce, Marco Cocule, Antonio Punzone,
Francesco Maddaluna, Giuseppe Di Maio, clarinetti

Isabella Giannatasio, Marcello Masi, flauti

Luigi Damiano, oboe

Guido Mandoglio, fagotto

Maurizio Conte, Luigi Falanga, Fabio Montefoschi,
Nicola Copertino, sassofoni

Alessandra Arillo, Nico Rodrigues, corni

Giulio Trifiletti, Salvatore Liotti, Rosario Maddaloni, trombe

Vincenzo Vuolo, Davide Musella, Michele Sorrentino, tromboni

Laura Francesca Mastrominico, Nicola Napolitano,
Luigi Di Ruba, Felice Iannicelli, percussioni

Musiche di Rota, Williams, Zimmer, Stone, Djawardi

Ingresso libero

Mercoledì 4 settembre

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 12.00

Orchestra di plettri del Conservatorio di Musica
‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Gianni Marcellini, Tommaso Barra, Oscar Di Lorenzo, Marianeve Aricò, Federico Maddaluno, Emanuele Auricchio, Marco Dell’Aversana, Giovanni Leonetti, Mattia Raimo, mandolini

Vincenzo Mozzillo, Ivano Pagliuso, Salvatore Scafarto, chitarre

Ingresso libero

Giovedì 5 settembre

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Quintetto di Fiati del Teatro di San Carlo di Napoli

Pianista Giuseppe Albanese

Musiche di Ibert, Hindemith, Ligeti, Mozart

Posto unico € 25

Sabato 7 settembre

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Quartetto d’archi del Teatro di San Carlo di Napoli

Pianista Giuseppe Albanese

Musiche di Puccini, Verdi, Ferrari

Posto unico € 25

Lunedì 9 settembre

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Santa Cecilia’ di Roma

Ensemble di fiati

Musiche di Strauss

Ingresso libero

Martedì 10 settembre

La meglio gioventù

Location da definire

Conservatorio di Musica ‘Benedetto Marcello’ di Venezia

Ingresso libero

Mercoledì 11 settembre

La meglio gioventù

Location da definire

Conservatorio di Musica ‘Benedetto Marcello’ di Venezia

Ingresso libero

Giovedì 12 settembre

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 19.00

Andrea Macinanti

Musiche di Bach, Puccini, Bossi, Respighi

Ingresso libero

Giovedì 12 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.30

Conservatorio di Musica ‘Nicola Sala’ di Benevento

“Charlie Mingus”

Orchestra Jazz

Ingresso libero

Mercoledì 18 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

 

Conservatorio di Musica ‘Niccolò Piccinni’ di Bari

Ensemble di Percussioni

Ingresso libero

Giovedì 19 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Niccolò Piccinni’ di Bari

Omaggio a Nino Rota

Ingresso libero

Venerdì 20 settembre

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 19.00

Michel Bouvard

Musiche di Marchand, Bach, Mozart, Bouvard 

Ingresso libero

Giovedì 26 settembre

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Agostino Steffani’ di Castelfranco Veneto

Quartetto d’archi

Ingresso libero

Venerdì 27 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Agostino Steffani’ di Castelfranco Veneto

Jazz Ensemble

Ingresso libero

Domenica 29 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Io Sheherazade

Concerto per pianoforti

Ingresso libero

Sabato 5 ottobre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Direttore Nicola Samale

Concerto per pianoforte e orchestra n.3 in Re minore, op.30

Concerto per pianoforte e orchestra n.4 in Sol minore, op.40

Sergej Vasil’evi? Rachmaninov

Ingresso libero

Venerdì 11 ottobre

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 19.00

Luca Scandali

Musiche di Bach, Franck, Listz

Ingresso libero

Sabato 12 ottobre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Direttore Nicola Samale

Concerto per pianoforte e orchestra n.1 in Fa diesis minore, op.1

Concerto per pianoforte e orchestra n.2 in Do minore, op.18

Sergej Vasil’evi? Rachmaninov

Ingresso libero

 

Venerdì 18 ottobre

Nel Giardino di Wagner

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo di Napoli

Stabat Mater per soli, coro e pianoforte a 4 mani
di Giaochino Rossini

Posto unico € 25

Domenica 20 ottobre

La potenza del diletto

Duomo, ore 19.00

Salerno Festival

Corali provenienti da Germania, Irlanda e Norvegia con repertorio
di polifonia sacra e profana
a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani

Ingresso libero


In occasione della Festa della Liberazione, alle Terme di Agnano ritorna il BitFest,  il festival di musica elettronica digitale di Napoli. Un’occasione per tenersi aggiornati sulle novità che il capoluogo partenopeo offre in campo musicale, ma anche per visitare uno dei principali luoghi storici della città, i cui resti archeologici di origine greca (situati in particolare nell’area delle sorgenti e delle piscine termali) permettono ai clienti di immergersi in un’oasi di benessere separata dal resto del mondo.

Questa edizione del BitFest offrirà un’occasione imperdibile: un concerto della band napoletana Nu Guinea, che da un po’ di tempo a questa parte si sta facendo conoscere in tutto il mondo. Per l’occasione, la band sarà affiancata da una serie di artisti partenopei, il che fornisce agli appassionati di musica un’ulteriore ragione per non perdere questo evento.

E non è tutto: ogni area del vasto complesso delle Terme di Agnano offrirà un’occasione particolare di relax e divertimento. Sarà possibile accedere all’area sport/fitness, all’area relax con la spa, prenotando i trattamenti che si desiderano. Un’area sarà occupata dal mercato vintage, e un’altra ancora sarà immancabilmente dedicata allo street food. Le famiglie che desiderano partecipare all’evento troveranno anche una zona pensata per i più piccoli, e in più, per chi sogna una pausa dalla musica live all’insegna del romanticismo, verrà allestita una piccola mostra di moto e automobili d’epoca.

Per i clienti che invece preferiscono trascorrere la Festa della Liberazione all’insegna del relax, basti sapere che l’intero complesso sarà accessibile per tutta la giornata. Le Terme sono costituite da quattro piscine al chiuso e due all’aperto, una piscina di acqua dolce, un’area solarium, un’area massaggi, un ristorante e un prato di 30000 mq.

Per chi volesse partecipare in veste di collaboratore dell’area mercatino, è necessario mandare un’e-mail di presentazione all’indirizzo emarketnapoli@gmail.com. Chi invece vuole godersi il Bit Fest troverà tutte le informazioni di cui ha bisogno alla Pagina Facebook dell’evento.

Da domenica 28 aprile 2019, il Coro della città di Napoli, forte del successo con il Christmas Show, ritorna con un nuovo strabiliante spettacolo: That’s Napoli Live Show. Le bellissime voci dei coristi e le nuove melodie incanteranno il pubblico in due incantevoli location: la Chiesa di San Potito di Napoli e il famoso Teatro Tasso a Sorrento.

Lo spettacolo ideato e diretto dal maestro Carlo Morelli, avvicinerà la canzone napoletana a sonorità pop-dance, attraverso la reinterpretazione di classici come ‘O surdato ‘nnamurato, Tu vuò fa’ l’americano e  ‘O Sarracino. Nella Chiesa di San Potito, in Via Salvatore Tommasi, a due passi dal Museo Archeologico di Napoli, e a Teatro Tasso, 22 giovani cantanti e quattro musicisti di esibiranno, incantando come sempre il pubblico.

Lo spettacolo si terrà nella Chiesa di San Potito, il 28 aprile, il 5, 12, 19 e 26 maggio. Infine, il 2, il 9 e il 16 giugno. L’orario dello spettacolo è alle 19.00 per tutte le date e il prezzo del biglietto è di 20 euro.

Lo spettacolo, al Teatro Tasso, avrà luogo: il 7, 14, 21 e 28 maggio; il 4, l’11, il 18 e il 25 giugno; infine, il 2, il 9, il 16 e il 23 luglio. L’orario dello show è alle 21.00 per tutte le date. Il prezzo del biglietto è 25 euro per la Galleria, 30 euro per il Settore centrale (File H-I-L-M-N-O-P) e Settore laterale (File E-F-G-H-I-L-M-N-O); 35 euro per il Settore laterale (File A-B-C) e, infine, 50 euro per il Settore centrale (File A-B-C-D-E-F).

I biglietti possono essere acquistati al botteghino della chiesa di San Potito a Napoli, dal martedì al giovedì, dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Invece, venerdì, sabato e domenica, l’acquisto del suddetto biglietto potrà avvenire fino ad inizio spettacolo. Altresì, i biglietti sono acquistabili al botteghino del Teatro Tasso a Sorrento. Una parte del costo del biglietto sarà devoluto ai lavori di recupero del tetto della Chiesa di San Potito.

Per ricevere maggiori informazioni e per le prenotazioni online è possibile telefonare ai numeri 0815447569 e 3397117606.

 

Francesco MalapenaTorre Annunziata – Metti una sera sul palco: un tenore straordinario, Francesco Malapena, una cantante con la voce alla Edith Piaf, Francesca Marini , e uno chef che oltre a fare delle ottime pizze canta divinamente Gianfranco Iervolino. Aggiungi sei grandi musicisti, (Luca Mennella al pianoforte, Pasquale de Angelis al basso, Claudio Romano alla chitarra e al mandolino, Sasà Piedepalumbo alla fisarmonica, Domenico Guastafierro al flauto e Antonio Mambelli alla batteria e percussioni) e due ballerini dal movimento scenico perfetto come Lucia Cimmino e Armando Segreto. Unisci l’ironia e la bravura di Lino D’Angiò, artista poliedrico dalle mille sfaccettature, il tutto magistralmente diretto dalla sapiente regia di Luca Cirillo, ed il successo è assicurato. 

Uno spettacolo degno di Broadway in chiave partenopea, questo è stato “E fuori… Musica, onde radio in FM”, messo in scena ieri sera al Teatro Politeama di Torre Annunziata. Uno sguardo al passato, al grande patrimonio artistico musicale che ci hanno lasciato in eredità i grandi artisti del novecento. Brani storici proposti in una versione moderna. 

Testi piacevoli e mai banali di: Antonella Esposito, Sabrina Gargiulo e Lino D’Angiò, una scaletta che cambia per forza di cose, visto il tragico incendio alla cattedrale di Notre-Dame. Ed è proprio a questo spiacevole fatto di cronaca che la voce sublime di Francesca Marini rende omaggio con brano “La vie en rose” di Edith Piaf. La voce del tenore Francesco Malapena protagonista della serata rende omaggio a grandi artisti con brani che ancora oggi regalano emozioni, come l’intramontabile “Parlami d’amore Mariù”

Non mancano i duetti, richiesti in una maniera originale e simpatica, grazie alla voce (imitata) di Maurizio Costanzo che attraverso una delle quattro radio d’epoca presenti in scena, chiede “Non ti scordar di me” da dedicare alla sua Maria. Ad eseguire il celebre brano, inno all’amore, sono stati Francesco Malapena e Francesca Marini accompagnati dalla performance dei due ballerini: Lucia Cimmino e Armando Segreto. 

Esilarante e divertente la versione di “Vita spericolata” di Vasco Rossi, proposta da Lino D’Angiò imitando: Vasco, Enrico Ruggeri, Julio Iglesias, Claudio Baglioni, Ornella Vanoni, Beppe Grillo Renato Zero, Adriano Celentano, Riccardo Cocciante, Diego Armando Maradona, Gianni Minà Bruno Vespa, Johnny Dorelli e i mitici Corrado e Mike Bongiorno. 

Bravissimo Gianfranco Iervolino, prima nel siparietto divertente con “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri, che scherza con i musicisti che lasciano il palco appena pronuncia la strofa: “E adesso andate via” e poi con l’esibizione di “Erba di casa mia”.

L’emozione che ci hanno regalato i sei musicisti sul palco è stata unica. Uno straordinario Sasà Piedepalumbo (che conosco da oltre un ventennio) accompagnato dagli altri musicisti, ha regalato grandi emozioni con la sua fisarmonica esibendosi in un classico come “Libertango” di Astor Piazzolla. Entusiasta il pubblico in sala. Tra i tanti annoveriamo la presenza di un grande della musica partenopea: Antonello Rondi. 

Torna anche quest’anno il concerto del primo maggio a Napoli, a Piazza Dante, nel cuore del centro storico.

Un grande evento nel giorno della festa dei lavoratori che parla di solidarietà e amicizia contro razzismo e xenofobia.

Tra gli organizzatori ci sono i Terroni Uniti che due anni fa organizzarono un concerto a Pontida, luogo simbolo della Lega Nord. Poi Luca Persico detto ‘O ZulùMassimo Jovine dei 99 Posse e molti altri che ancora devono essere annunciati.

I messaggi del concertone sono l’accoglienza, i diritti delle donne e la tutela dell’ambiente.

“In un paese sempre più traghettato verso la xenofobia, le differenze di classe, verso l’autonomia regionale, che altro non farà che peggiorare in tutto il  Sud i servizi essenziali, in un paese in cui la salute pubblica è messa a repentaglio così come l’ambiente in cui viviamo è ancor più importante che in una data simbolica per la storia dell’emancipazione e la conquista dei diritti come il Primo Maggio si parli una lingua diversa” scrivono i promotori nel loro appello. “In un paese dove qualcuno prova a insegnare indifferenza, ignoranza e odio, Napoli deve far valere la sua irriducibilità e la sua eccezionalità, deve parlare un’altra lingua, che ha nel suo vocabolario parole come solidarietà, sviluppo sostenibile, pari diritti e dignità a scuola, sul lavoro, al di là delle differenze di genere e colore della pelle – prosegue l’appello degli artisti – In un paese in cui per accrescere il consenso si parla ai peggiori istinti dei cittadini, si sacrificano cinicamente vite umane, libertà, diritti acquisiti, la piazza napoletana può dare dimostrazione che un altro modo di “stare insieme” esiste e si ottiene riconoscendosi in un’unica comunità che parla la stessa lingua, un’altra lingua“.

La piazza di Napoli deve essere un grido di orgoglio e resistenza” questo è il messaggio del concerto.

L’articolo sarà aggiornato man mano con il programma.

INFO

Quando: 1 maggio 2019

Dove: Piazza Dante, Napoli

Ingresso gratuito

PIANO CITY NAPOLI

PIANO CITY NAPOLIUna folla oceanica, ieri sera, ha invaso Piazza del Plebiscito per la serata inaugurale di Piano City 2019. L’evento che si tiene dal 5 al 7 aprile ha visto aprire i battenti con 21 pianoforti in concerto. Un assaggio delle opere più famose a cura di Patrizio Marrone.

C’è stata inoltre la partecipazione dell’Orchestra regionale dei pianoforti dei licei musicali della Campania composta da 21 studenti selezionati attraverso un bando regionale.

Una serata dove a trionfare è la cultura, con migliaia di napoletani ad accorrere nel luogo che pochi giorni fa ha registrato l’evento tanto chiacchierato con protagonista il neomelodico Tony Colombo, Tina Rispoli ed ospiti pervenuti direttamente da Uomini e Donne! Quella di ieri sera era una folla diversa, affamata di cultura. Lo slargo a pochi passi da Palazzo Reale è diventato uno scrigno di tesori musicali. In pochi giorni, da quel flash mob o presunto tale, riappare il volto della Napoli capitale della cultura.

piano city

piano city

NAPOLI – Un weekend all’insegna della musica. Al via la VI edizione del Piano City Napoli, la kermesse che dal 5 al 7 aprile celebra il pianoforte nella città partenopea. L’evento è organizzato e promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli in collaborazione con l’associazione NapoliPiano.

Quest’anno il Piano City conta ben 250 eventi gratuiti con oltre 700 pianisti e concerti in 55 luoghi della città, tra i quali ricordiamo il Maschio Angioino, il Cimitero delle Fontanelle, la Cappella Sansevero e la Chiesa dei Santi Severino e Sossio. Si inaugura venerdì 5 aprile ore 21.00, con “21 pianoforti in concerto” a cura di Patrizio Marrone nel suggestivo colonnato di Piazza del Plebiscito.

Tra gli altri appuntamenti ricordiamo:

Sabato 6 aprile, ore 12.00
Cimitero delle Fontanelle
Concerto di Andrea Manzoni

Sabato 6 aprile, ore 19.00
Chiesa dei Santi Severino e Sossio
Concerto di Stefania Tallini

Sabato 6 aprile, ore 19.30
Maschio Angioino, Antisala dei Baroni
Concerto di Franco Piccino

Sabato 6 aprile, ore 21.00
Cappella Sansevero
Concerto di Francesco Caramiello

Domenica 7 aprile, ore 18.30
Maschio Angioino, Sala della Loggia
Concerto di Gianluca Luisi

Domenica 7 aprile, ore 19.30
Maschio Angioino, Sala della Loggia
Concerto di Enrico Fagnoni

Domenica 7 aprile, ore 20.00
Maschio Angioino, Antisala dei Baroni
Concerto di Alberto Conde

Anche la città di Napoli si impegna a celebrare il 250° anniversario della nascita di Ludwig Van Beethoven. A partire da domenica 31 marzo alle ore 11:00, il complesso museale di Villa Pignatelli ospiterà un ciclo di concerti nell’ambito del progetto “Due anni con Beethoven”, promosso dal Polo Museale della Campania. A eseguire i concerti sarà il Quartetto Gagliano, noto per le esibizioni tenute nelle principali città italiane ed europee. Il quartetto d’archi è formato dai violinisti Carlo Dumont e Sergio Carnevale, dal violista Luciano Barbieri e dalla violoncellista Manuela Albano.

Così Villa Pignatelli si fa ancora una volta promotrice della musica classica. Nel corso dei sei concerti previsti, il pubblico avrà l’opportunità di attraversare quelli che i musicologi definiscono i tre grandi periodi della produzione beethoveniana. In altre parole, potrà compiere un viaggio completo all’interno della musica, sulle note di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi e sullo sfondo della splendida villa partenopea in stile neoclassico.

E per valorizzare ancora di più quest’evento, basti sapere che cinque dei sei concerti previsti dal progetto saranno gratuiti. Al primo concerto, che si terrà domenica 31 marzo alle ore 11:00, si potrà assistere esibendo il biglietto del Museo Pignatelli, del costo di € 5,00. A partire dal 2 giugno, invece, si potrà usufruire dell’iniziativa Io vado al Museo del MiBac, che mira ad aumentare le giornate ad ingresso libero e gratuito nei musei statali. Anche la partecipazione ai concerti di Villa Pignatelli, quindi, sarà del tutto gratuita.

Qui di seguito il calendario completo degli eventi:

  • Domenica 31 marzo 2019 ore 11.00 (Op. 18 n°1 – op.132)
  • Domenica 2 giugno 2019 ore 11.00 (op.18 n°2 – op. 59 n°2 – op. 135)
  • Domenica 8 dicembre 2019 ore 11.00 (op. 18 n°3 – op. 95 – op. 131)
  • Domenica 1 marzo 2020 ore 11.00 (op. 18 n°4 – op. 74 – op.127)
  • Domenica 7 giugno 2020 ore 11.00 (op.18 n°5 – op. 59 n°3 – op.130)
  • Domenica 6 dicembre 2020 ore 11.00 (op.18 n°6 – op. 59 n°1 – op.133)

Per ulteriori informazioni si consiglia di visitare la Pagina Facebook dell’evento.

galleria borbonica

galleria borbonicaSabato 30 marzo 2019, alle ore 21.00, alla Galleria Borbonica, avrà luogo il concerto di Mario Romano con il suo Quartieri Jazz. I ritmi jazz saranno accompagnati da una singolare visita guidata della vasta cavità sotterranea di Napoli, che si estende sotto la collina di Pizzofalcone, fino al quartiere San Ferdinando.

Ancora una volta, la Galleria Borbonica farà da palcoscenico ad un evento unico: Quartieri Jazz con Mario Romano presenterà il suo ultimo album “Le 4 giornate di Napoli”, ispirandosi alle insurrezioni che sconvolsero il capoluogo campano nel settembre del ’43. Ma, Mario Romano presenterà, anche, lavori precedenti come “E strade ca portano a Mare”.

Ad arricchire l’innovativo evento ci sarà una visita guidata, proposta per il pubblico prima del concerto. I visitatori potranno rivivere la storia del tunnel costruito nel 1853 dal Re Ferdinando II di Borbone. In mostra auto, moto d’epoca e pezzi di statue, ritrovati precedentemente. I reperti della grande galleria, usata come collegamento dai Borbone e in seguito, nella Seconda Guerra Mondiale, come rifugio antiaereo dalla popolazione, erano da tempo nascosti dai detriti e dai rifiuti, ma oggi possono essere ammirati grazie al meraviglioso lavoro dell’Associazione Borbonica, che ha ridato valore a quest’immenso patrimonio nelle viscere di Napoli.

Il pubblico potrà prendere parte all’evento alle ore 21.00, all’ingresso della Galleria Borbonica in Via Domenico Morelli 61 c/o Garage Morelli. Le guide formeranno dei gruppi per la visita al percorso standard della Galleria. I partecipanti arriveranno alla Cava Bianca, dove verrà presentato e introdotto il concerto dei Quartieri Jazz. Il sound jazz della chitarra di Mario Romano sarà accompagnata da quello della chitarra classica di Alberto Santaniello. Ritmi lounge, latini, che rievocheranno la bellezza del luogo. Il costo totale della serata è di 20 euro, che comprende la visita guidata e il concerto jazz. 

Per prenotazioni e maggiori informazioni è possibile telefonare al numero 340.489.38.36  o inviare una email a quartierijazz@live.it.

Einaudi in concerto

Einaudi in concertoIl Noisy Naples Fest 2019 accoglierà anche il celebre Ludovico Einaudi. A distanza di tanti anni il maestro torna nella città partenopea e si esibirà il 27 luglio 2019 alle ore 21:00 nell’unica tappa in Campania del suo tour mondiale all’Arena Flegrea. Un appuntamento che tutti gli amanti della buona musica non possono lasciarsi sfuggire.

Classe 1955, Ludovico Einaudi è un compositore e pianista italiano conosciuto e apprezzato nel mondo per i suoi concerti, le celebri colonne sonore e la sua carriera discografica. Al magnetismo del suo linguaggio semplice e originale, caratterizzato da un tocco lieve e un suono avvolgente, non è facile sottrarsi.

Tra le sue canzoni più amate non possiamo dimenticare: nuvole bianche, una mattina, divenire, le onde e primavera. Artista curioso e aperto a nuovi incontri e sperimentazioni, Ludovico Einaudi sa incrociare con la sua musica melodie legate al jazz, rock e alla musica contemporanea con sonorità classiche, pop e sperimentazioni elettroniche.

Con oltre 20 lavori discografici all’attivo e milioni di dischi venduti in tutto il mondo, Einaudi è uno dei compositori italiani più apprezzati e amati all’estero. I biglietti sono disponibili al seguente sito.

RIEPILOGATIVO CONCERTO LUDOVICO EINAUDI

QUANDO: 27 luglio 2019

ORARIO: 21:00

DOVE: Arena Flegrea, Napoli

INFO E BIGLIETTI: LINK SEGUENTE

sansevero

cappella sansevero

Napoli -All’insegna dell’esoterismo il concerto in programma venerdì 15 marzo, alle ore 18:00 al Teatro Salvo D’Acquisto, in via Morghen, a Napoli, nell’ambito della rassegna Passione Musica, promossa dall’Unione Musicisti e Artisti Italiani.

“Serenata alchemica”, questo il titolo, nasce per onorare due uomini legati alla Cappella Sansevero in modo diverso ma convergente: l’uno perché, nel XVIII secolo, ne fu l’artefice più importante; l’altro perché, a distanza di tre secoli, ne ha studiato le complesse simbologie con amore e passione. Entrambi spiriti elevati. Entrambi iniziati.

Nel 248° anniversario della morte di Raimondo de Sangro e nel ricordo dell’artista e studioso di esoterismo Mario Buonoconto, scomparso nel 2003, lo spettacolo consisterà nella lettura di passi significativi del libro “Viaggio fantastico” di quest’ultimo, interpretati da Martin Rua. Le parti recitate si alterneranno all’esecuzione al pianoforte di Maria Grazia Ritrovato, per fondere musica e parole.

Un concerto che ha il sapore degli alchemici misteri nascosti dal Sansevero nella sua cappella gentilizia e indagati, tra gli altri, proprio dal compianto professore Buonoconto. Un’occasione imperdibile per gli amanti della buona musica e per i tanti curiosi appassionati di esoterismo e misteri.

NAPOLI – Primo grande nome per il Noisy Naples Fest 2019. Martedì 9 luglio sul palco dell’Arena Flegrea si esibiranno gli Skunk Anansie, in occasione dell’ultima tappa italiana del tour europeo a supporto di “25LIVE@25“, il primo live album della band pubblicato a gennaio per la Carosello Records.

Il disco festeggia i 25 anni della band britannica attraverso una raccolta delle migliori esibizioni di 26 celebri successi degli Skunk Anansie come “Charlie big potato”, “Selling Jesus”, “Intellectualise by blackness”, “Secretly”, “Hedonism”, “Little Baby Swastikkka”, “You’ll follow me down” e tanti altri, esibiti sui palchi di tutto il mondo.

Skin (voce), Ace (chitarra), Cass (basso) e Mark (batteria) tornano a Napoli a 8 anni di distanza dall’unico loro concerto all’ombra del Vesuvio. Gli Skunk Anansie, nati a Londra nel 1994, sciolti nel 2001 e riuniti 7 anni dopo, sono tra le principali realtà crossover degli anni ’90. Sei gli album in studio in attivo: “Paranoid & Sunburnt” del 1995, “Stoosh” del 1996, “Post Orgasmic Chill” del 1999, “Wonderlustre” del 2010, “Black Traffic” del 2012 e “Anarchytecture” del 2016.

Biglietti
52 euro per la cavea bassa centrale numerata; 39,10 euro ridotto ragazzi.
25 euro per la panoramica numerata.
I biglietti saranno messi in vendita su TicketOne a partire dalle 15.00 di oggi, mentre da lunedì 10 marzo sarà possibile acquistarli sul circuito ETES e nelle rivenditore.

Anche quest’anno, Somma Vesuviana rinnova l’appuntamento col suo orgoglio nel mondo. Stiamo parlando del ventottenne Vincenzo Costanzo, tenore dalla bravura e fama ormai consolidata, che domani sera allieterà il pubblico del teatro Summarte. La serata sarà tutta dedicata alla Lirica e celebrerà i 10 anni di carriera internazionale dell’artista.

Lei ha girato i più grandi teatri del mondo: San Carlo, la Fenice, il Covent Garden di Londra. Perché celebrare proprio qui?                                                                                                                               

Ho deciso di dedicare questo importante avvenimento al mio paese. Qui a Somma sono cresciuto, vi abita ancora la mia famiglia e gli amici d’infanzia. Proprio in casa dei miei nonni ho avuto l’illuminazione della mia vita professionale.

Teatro San CarloIn che senso illuminazione? Ci racconti.

In televisione c’era una pubblicità di un prodotto contro la tosse con la voce di tenore che cantava il jingle sulle note della Donna è mobile. Quello che ho fatto io è stato salire su una sedia e imitarlo. Allorché mio nonno guardandomi mi dice: fermati un attimo, rifallo da capo. Eseguo e lui si rivolge a mia nonna esclamando: << Lina, ma chist’ addò ‘a cacciata ‘sta voce? >>. Da allora, ho cominciato ad imitare i tre tenori che si vedevano spesso in tv, Carreras, Domingo e Pavarotti. Da lì ho iniziato la mia strada, entrando poi nel coro di voci bianche del San Carlo e diplomandomi al conservatorio. Poi la carriera vera e propria è iniziata solo nel 2009.

Sono anni che lei fa eventi al Summarte. Gli anni scorsi i temi delle serate sono stati diversi, come il connubio Lirica e Jazz oppure le canzoni di Domenico Modugno. Quest’anno su cosa verterà lo spettacolo?

Domani sera la serata sarà tutta dedicata alla grande Opera Lirica italiana. Essa fa parte di me. E’ il mio mestiere, la mia passione e mi rincresce vedere come sia poco conosciuta e pubblicizzata dal popolo che l’ha generata.

L’evento s’intitola “Costanzo & Friends”, quindi non sarà solo sul palco?

Per una serata dedicata all’Opera, ho ritenuto giusto che fossero presenti alcuni tra i miei più cari colleghi. Sto parlando non solo di cari amici ma anche di artisti lirici del panorama internazionale come: Davide Ferrigno (tenore), Antonio Di Matteo (basso), Maurizio Esposito (baritono) e Ilaria Sicignano (soprano). Ad accompagnarci vi sarà anche il pianista Salvatore Annunziata ed altri ancora. Mi aspetto un serata che trabocchi d’arte e che soprattutto diverta il pubblico in sala.

Si prospetta un magnifico spettacolo al teatro di Somma Vesuviana. Soprattutto essa sarà un omaggio ad un grande artista, figlio del Vesuvio, e ad una delle più spettacolari forme d’arte.

E’ previsto un grande appuntamento jazz al teatro Summarte di Somma Vesuviana. Torna infatti la rassegna Jazz&Baccalà (quest’anno alla sua V edizione), che questa sera ospiterà uno dei più popolari trombettisti europei: Fabrizio Bosso. Il tutto contornato dalla degustazione di piatti a base di baccalà, di cui Somma sembra esserne diventata la patria.

Fabrizio Bosso si è diplomato in tromba al Conservatorio di Torino, a soli quindici anni. Da lì è partita la sua importante carriera, attraverso poi importanti collaborazioni con musicisti jazz del calibro di: Gianni Basso, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani e Charlie Haden. La consacrazione del musicista torinese arriverà però solo nel 2007, cioè l’anno in cui pubblica “You’ve Changed”.  Sarà quest’ultimo disco, in quartetto e 13 archi arrangiati da Paolo Silvestri, a consentirgli l’accesso al grande pubblico e la sua prima apparizione al Festival di Sanremo.

Ad accompagnare Bosso, vi sarà il percussionista napoletano Elio Coppola; un volto non nuovo al pubblico sommese. Coppola, il quale ha perfezionato i suoi studi negli USA, oggi ricopre il ruolo di direttore artistico del prestigioso Festival della musica jazz di Capri. Egli collabora anche col teatro Summarte nella realizzazione di Jazz&Baccalà.

Lo spettacolo inizierà questa sera alle ore 22.00, anticipato dalla degustazione prevista alle ore 21.00. Il costo del biglietto (che può essere acquistato anche presso la biglietteria del teatro) è di 15€, con un supplemento di 7€ per la degustazione.

Ancora una volta, la città di Somma Vesuviana e il suo teatro dimostrano una certa sensibilità per la buona musica e per il suo territorio.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più