Concerti

Tutti i concerti di Napoli e provincia

NAPOLI – L’evento di musica etnica dell’anno. Giunto alla XIV edizione, l’Etnos Festival entra nel vivo con ben 7 concerti gratuiti in diverse località del napoletano. Da Volla a Cercola, da Bacoli a Torre Annunziata, artisti come Teresa De Sio e Cafèloti, Lucia De Carvalho e Surealistas si esibiranno nel nome della musica etnica.

L’obiettivo della manifestazione, ideata da Gigi Di Luca, è mostrare la vicinanza tra le sonorità di artisti provenienti da culture apparentemente distanti tra loro.

Oltre alla musica, l’Ethnos Festival sarà arricchito da una serie di attività gratuite, come workshops di danza, itinerari naturalistici e degustazioni di prodotti tipici locali.

Il programma

Venerdì 20 settembre
Volla, Ex Masseria De Carolis
Ore 20:30
Rione Junno

Sabato 21 settembre
Cercola, Piazza Libertà
Ore 20:30
Surealistas

Domenica 22 settembre
Bacoli, Parco di Villa Ferretti
Ore 20:30
Cesare Dell’Anna e Opa Cupa

Giovedì 26 settembre
Torre Annunziata, Villa Parnaso
Ore 20:30
Cafèloti

Venerdì 27 settembre
San Giorgio a Cremano, Arena di Villa Vannucchi
Ore 20:30
Lucia De Carvalho

Sabato 28 settembre
Massa Lubrense, Belvedere dell’Annunziata
Ore 18:00
Duo Botasso e Simone Sims Longo

Domenica 29 settembre
San Giorgio a Cremano, Arena di Villa Vannucchi
Ore 20:30
Teresa De Sio

PIANO CITY NAPOLI

Una grande occasione per gli appassionati di musica, e anche per tutti i fan di Enzo Avitabile. In occasione delle Giornate nazionali dei Servizi Pubblici, si terranno concerti gratuiti  a Piazza del Plebiscito dal 27 al 29 settembre.

Il grande artista partenopeo Enzo Avitabile si esibirà sabato 28 settembre in piazza del Plebiscito, a partire dalle ore 21.30. La partecipazione al concerto è totalmente gratuita, e siamo certi che il maestro Avitabile farà ballare tutta Napoli insieme alla sua orchestra.

Ad accompagnare questo “musicista del mondo” ci saranno gli immancabili Bottari di Portico, gruppo storico di Napoli e attualmente tra i più suggestivi del panorama musicale italiano, e le incursioni dell’orchestra de la Scorribanda. Un team del genere non può che produrre un sound invidiabile, dal cuore napoletano ma vicino anche ai ritmi dell’America e dell’Africa e ai suoni del Mediterraneo.

PIANO CITY NAPOLILo spettacolo gratuito sarà offerto dalla Funzione Pubblica Cgil in occasione della nuova edizione di #EffePiù, le Giornate nazionali dei Servizi Pubblici. Quest’anno, le giornate avranno il titolo “Orientati dalla Costituzione”, e avranno come obiettivo principale l’informazione e il dibattito sul rapporto tra i servizi pubblici e i principi della Costituzione.

Quest’anno le Giornate nazionali dei Servizi Pubblici di Napoli avranno anche un prequel al loro inizio ufficiale. Il giorno 26 settembre è infatti previsto un incontro nel monumentale complesso di Santa Chiara, tutto dedicato ai giovani. In ognuna delle Giornate, inoltre, ci sarà uno spazio per i giovani, nell’ottica della possibilità di rinsaldare una proficua collaborazione con le nuove generazioni.

E quale migliore modo per dare spazio ai giovani, se non quello di ideare dei magnifici concerti? Oltre all’esibizione del maestro Avitabile, per le Giornate nazionali dei Servizi Pubblici di Napoli è previsto un concerto dei Marlene Kuntz venerdì 27 settembre e uno dell’orchestra “La notte della Taranta” per domenica 29. Anche questi concerti gratuiti a Piazza del Plebiscito sono un’occasione da non perdere.

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla Pagina Facebook della Fp-Cgil Nazionale

Napoli pizza village palco

Napoli pizza village palcoGrandi nomi per il Napoli Pizza Village 2019. L’atteso evento di settembre vedrà la partecipazione di artisti di primissimo livello, a dare ancora più spessore ad una manifestazione sempre molto apprezzata e gettonata da napoletani e non solo.

Anche quest’anno RTL 102,5, la radio ufficiale del Napoli Pizza Village, ha preparato un cast di artisti eccezionale per l’edizione di settembre del più grande happening d’Italia.

Sul Lungomare partenopeo dal 13 al 22 settembre oltre la pizza da degustare anche tanta ottima musica grazie a 14 special guest sul palco del Napoli Pizza Village che si esibiranno in diretta in radiovisione su RTL 102.5.

Napoli pizza village palco droneAncora una sorpresa quella dell’ospite della serata di apertura e di un grande gruppo i cui nomi sono ancora top secret, ma saranno svelati entro la fine del mese.

Tra le star dell’edizione 2019 c’è il vincitore di XFactor 2018 Anastasio e quello di Sanremo 2019, Mahmood, rivelazione dell’anno, ma anche altri protagonisti del festival della canzone italiana del febbraio scorso, i Boomdabash, fenomeno delle classifiche di Spotify, Enrico Nigiotti, il cantautore livornese che Gianna Nannini ha vinto il disco d’oro col singolo “Complici”, Arisa che si presenta al pubblico con il suo nuovo look e Achille Lauro, che divide i fan con il suo stile controverso considerato il pioniere della samba trap.

Bianca Atzei
Bianca Atzei

Ritornano sul palco del Napoli Pizza Village un anno dopo Bianca Atzei, che presenta il suo nuovo pezzo “La mia bocca”, che evoca sonorità anni ’60 e Malgioglio, re dei tormentoni estivi.

Il cantautore partenopeo Edoardo Bennato, torna a suonare a Napoli dopo la celebrazione dell’anno scorso dei 40 anni dell’album ” Burattino senza Fili” e torna al Napoli Pizza Village, dove nel 2014 venne per firmare la petizione Unesco sulla Pizza Patrimonio dell’Umanità.

Baby K, la rapper di “Playa” e Dolcenera, la cantante testimonial del progetto di GreenPeace “Plastic Radar”, completano il calendario, le cui date di partecipazione saranno comunicate nei primi di settembre.

classico contemporaneo

classico contemporaneoRitorna l’appuntamento estivo con “Classico Contemporaneo 2019”, la rassegna annuale di teatro e musica nella cornice del Chiostro del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore che ripropone grandi classici in chiave contemporanea.

Gli spettacoli, serali e all’aperto, avranno luogo a partire dal 9 agosto fino al 1 settembre 2019. I tanti classici riproposti in chiave contemporanea saranno diretti da molti registi napoletani con la direzione artistica di Gianmarco Cesario e Mirko Di Martino.

Quest’anno, tendenzialmente, ogni spettacolo sarà in scena per almeno due sere e sarà quasi sempre una prima rappresentazione. Il programma degli spettacoli propone sia testi di teatro antico (ad esempio, Sofocle e Plauto) che lavori di grandi autori moderni come Shakespeare, Goldoni, Wilde e Viviani. Tanto spazio sarà dedicato anche alla canzone d’autore e alla musica napoletana.

Per quanto riguarda i biglietti, ci sono più formule: biglietto intero 13 euro (10 euro se acquistato online); abbonamento da tre spettacoli 27 euro, da sette spettacoli 49 euro.

classico contemporaneoPer ulteriori informazioni è possibile consultare l’evento Facebook ufficiale dell’iniziativa o contattare via Whatsapp il numero 342 1785930. Sull’evento è possibile consultare anche l’intero calendario degli spettacoli della rassegna.

A dare il via alla rassegna “Classico Contemporaneo 2019” sarà il concerto di musica napoletana con Francesca Curti Giardina (TempodiMusica), Dario Di Pietro alla chitarra e Andrea Bonetti alla fisarmonica di venerdì 9 agosto 2019 alle ore 21:30″Napulitanata”.

La conclusione della rassegna, invece, sarà responsabilità dell’ “Edipo Re(o)” tratto da Sofocle con la drammaturgia e la regia di Gianmarco Cesario e con Danilo Rovani, Daniela Cenciotti, Antonio De Rosa, Salvatore Sannino, Antonio Gargiulo, Gianluca Masone, Denise Capuano e Luca Lombardi che si terrà domenica 1 settembre alle ore 21:30.

concerto

massa lubrense music festival

Domenica 4 Agosto, si terrà la prima edizione di Massa Lubrense Music Festival, una grande festa di musica a cielo aperto incastonata in uno degli scenari più belli dell’intera penisola Sorrentina, rigorosamente gratuito e aperto ad ogni età.

Durante la kermesse si esibiranno dj nazionali e internazionali, performers, ballerini, live music, animatori e molto altro, per una serata che ha tutti gli elementi per diventare un appuntamento annuale immancabile. Tutto perfettamente in linea con gli spettacoli musicali che si tengono nel resto del Mondo, come Ultra Music Festival di Miami, il Coachella o, senza andare così lontano, il Golfo Aranci Music Festival in Sardegna, Timeless, nel Veneto e K Futur Festival a Torino.

Buona musica e grande spettacolo: queste le basi sulle quali sembra organizzato l’evento Massa Lubrense Music Festival. Una manifestazione artistica multiforme che si spera possa diventare un vero e proprio polo di attrazione turistica: una manifestazione dedicata ad ogni età. L’evento è stato organizzato grazie soprattutto al Patrocinio e al contributo del Comune di Massa Lubrense, del Sindaco Lorenzo Balduccelli, dall’assessorato a Turismo e Spettacolo Giovanna Staiano, Marco Mosca Consigliere delegato alle politiche giovanili. Dalle associazioni giovanili, da tutti gli organi competenti e voluta fortemente dall’intera località per incentivare il turismo non solo finalizzato innumerevoli bellezze naturali, ma anche per la sua modernità e per le innumerevoli attività di intrattenimento offerte a costo zero.

concertoLa musica inizierà alle ore venti e proseguirà fino all’una. La scaletta prevede un alternarsi di artisti italiani e internazionali.

La Rumba Format latin hip hop e reggaeton con il Dj set di Pio De Nicola, accompagnati da un corpo di ballo che sul palco coinvolgerà il pubblico in danze sfrenate e tanto divertimento

Imma Balduccelli, una vera e propria beniamina della Città che registra il tutto esaurito ad ogni suo concerto. Artista dalla grande capacità interpretativa dal repertorio poliedrico e contemporaneo, che presenterà non solo le sue versioni di grandi classici ma anche sui nuovi pezzi inediti.

Alex Gaudino, uno dei dj Italiani più apprezzati nel Mondo, grazie alle sue hit discografiche come “Destination Calabria”, I’m In Love”, Watch Out”, “What a Feeling”.

Simioli tra i migliori dj nazionali, nonché Co- Fondatore e organizzatore del famoso Festival GAMF. Simioli si è esibito in tutti i club più blasonati d’Italia e location di prestigio a Parigi, Londra, Saint Tropez, Miami, Mosca, Montecarlo. Nativo proprio di Massa Lubrense si è reso famoso nell’ambiente del clubbing internazionale, torna a Massa Lubrense, in esclusiva, per questa grande festa.

Dee Frans uno dei nuovi talenti che esprime la Penisola che già vanta decine di produzioni discografiche con alcune tra le etichette più importanti del Mondo.

Come se non bastasse.

Mark Lanzetta Electric Violin Show. Il performer più famoso d’Italia e non solo. Il magico suono del suo violino si è fatto apprezzare anche al Tomorrowland, un’autentica magia di suoni e colori che accompagnerà la manifestazione durante tutto il suo svolgimento.

Pomigliano Jazz Festival

Pomigliano Jazz FestivalE’ tornato il Pomigliano Jazz Festival, una delle rassegne musicali più importanti di tutta la Regione. Anche quest’anno, oltre che dalla sublime musica, gli spettatori saranno incantati (in questo secondo appuntamento, che chiuderà l’anteprima del festival vero e proprio che si terrà a Settembre) dalla location: il cratere del Vesuvio e il suo skyline. 

Ricordiamo che, da un paio d’anni circa, il luogo di questo bellissimo evento è proprio la cima del Vesuvio. Ciò rende ancor più unica l’atmosfera. Si sa infatti, il connubbio buona musica e bel paesaggio è sempre andato forte. Ma qui probabilmente, gli organizzatori del Pomigliano Jazz Festival si sono superati. Fino ad un decennio fa, sembrava quasi impossibile organizzare un concerto di questa portata sul cratere di un vulcano attivo. Alla fine però è stata fatta la scommessa e l’evento così ha riscosso il triplo del successo che già aveva.

Il protagonista di questa seconda serata (prevista la sera di domenica 28 luglio 2019) è il leggendario sassofonista statunitense Charles Lloyd, che farà sognare al tramonto il pubblico del vulcano più famoso del mondo. Ad accompagnare Llyod, vi sarà il suo solito quartetto. Nello specifico parliamo del contrabbassista Reuben Rogers, il chitarrista Marvin Sewell e il batterista Eric Harland, che per l’occasione si diletterà con delle piccole percussioni.

“Il Vesuvio è un luogo pieno di storia e di misteri della natura – ha affermato Charles Lloyd, così come riportato dal Corriere del Mezzogiorno – Non sappiamo, prima di iniziare, come sarà il nostro concerto. Ma quella storia e quella natura così suggestiva e forte sicuramente ci ispirerà. E credetemi, quando la musica inizierà, scorrerà come un fiume in piena”.

Invitiamo gli amanti e i curiosi a partecipare a questo piccolo grande evento musicale. Esso sarà non solamente un incontro con artisti di fama internazionale e la loro musica, ma anche un’esperienza unica in un paesaggio altrettanto unico.

Immagine di repertorio

Al Ravello Festival è un robot a dirigere l’orchestra, progettato dal gruppo del professor Siciliano della Federico II. Il suo nome è RoDyMan, acronico per Robotic Dynamic Manipulation, ed esegue in particolar modo le musiche di Bach.

L’automa, stasera alle 21.00, si esibirà sul palco del Belvedere di Villa Rufolo, a Ravello. Il robot non sarà solo al meraviglioso Festival, ma vi prenderà parte assieme all’Ensemble strumentale del Conservatorio “Martucci” di Salerno e al direttore Massimo Carlini.

L’Orchestra salernitana si esibirà sulle note di Bach, Lully, Clarke e Purcell, guidata dal maestro Carlini e da RoDyMan. La scelta di usare un robot per dirigere l’orchestra si inserisce nell’ambito di un appuntamento tra arte e scienza, nato con la collaborazione di Città delle Scienze. La serata si concentrerà, altresì, sulla presenza nel mondo della musica e dello spettacolo di automi e intelligenza artificiale.

I temi che saranno affrontati dal professor Siciliano, ordinario di Automatica e direttore del Centro di chirurgia robotico, saranno sullo stato dell’arte oggi e le sfide tecnologiche del suddetto settore. Ma, Siciliano spiegherà il modo in cui ha insegnato al robot a interpretare i brani di musica classica.

RoDyMan è alto proprio 1 metro e 95, come il suo creatore Bruno Siciliano ed è un robot umanoide, che per la prima volta impugna la banchetta per la direzione di un’orchestra. Il gruppo della Federico II  lo ha fatto provare per una settimana, correggendo i gesti del robot, adattandoli a quelli di un direttore d’orchestra.

Massimo Carlini si è aggiunto alla compagnia del professor Siciliano per analizzare i movimenti del suo nuovo compagno di lavoro. “Gli abbiamo fatto indossare un giubbotto sensorizzato – spiega lo scienziato durante l’intervista al quotidiano La Repubblica – e sensori ai polsi e alla testa. Poi il maestro ha finto di dirigere il suo ensemble, su musiche di Bach. Con un nostro software abbiamo acquisito tutti i dati del suo movimento e un manichino virtuale, sullo schermo di un computer, li ha replicati”. 

Al Festival di Ravello i movimenti della bacchetta di RoDyMan sembreranno veri, non solo frutto di un algoritmo, non una semplice esecuzione fredda, a tutti sembrerà che il robot abbia un’anima.

castel dell'Ovo

castel dell'OvoTutto è pronto per il grande evento che si terrà sul Lungomare di Napoli, durante la serata di venerdì 12 luglio 2019. La notte magica di Napoli in onore della chiusura delle Universiadi e non solo cercherà di affascinare le tante persone che vi accorreranno, per passare una serata all’insegna della buona musica.

La serata sarà riempita da un concerto speciale con 15 mandolini, i più classici degli strumenti napoletani, e lo spettacolo pirotecnico sul mare da Castel dell’Ovo e si terrà dalle 21.00 fino a mezzanotte. Si inizierà infatti con Mandolini sotto le stelle, un concerto dedicato alla canzone popolare napoletana presso il Teatro Viviani, per poi proseguire coi restanti eventi. Realizzata dalla Regione Campania su proposta del Comune di Napoli, l’iniziativa è organizzata dalla Scabec in collaborazione con X Eventi & Comunication e con Lieto Fireworks.

Da anni lavoriamo alla valorizzazione del patrimonio classico musicale partenopeo – ha detto l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele – che nel rispetto della tradizione riesce ancora a rinnovarsi e a offrirci emozioni indimenticabili.  Per gli ospiti internazionali che sono in città e per i nostri concittadini non abbiamo avuto dubbi e abbiamo scelto di offrire il migliore spettacolo musicale della tradizione con il concerto Mandolini sotto le stelle”

Abbiamo voluto offrire agli ospiti delle Universiadi e ai turisti che affollano la città le note più caratteristiche della tradizione musicale napoletana e italiana – ha dichiarato la vicepresidente di Scabec Teresa Armato – nel cuore del centro antico di Napoli, in questo ritrovato teatro Trianon che nasce come luogo di aggregazione e di memoria culturale”.

Invitiamo chi ne ha la possibilità di partecipare, dato che si prevedono cose in grande.

concerti a capodimonteDa una conversazione tra il direttore del Museo di Capodimonte Sylvain Bellenger, il maestro della Gatta Cenerentola De Simone e la direttrice d’orchestra Elsa Evangelista nasce un progetto molto interessante. Stiamo parlando dei concerti sinfonici e corali, che vedranno De Simone alla direzione artistica e si terranno domenica 7 e lunedì 8 luglio al Museo e Real Bosco di Capodimonte. L’ingresso ai concerti sarà gratuito fino a esaurimento posti,  di cui 200 a sedere e il resto in piedi.

Saranno eseguite al Belvedere la Serenade n. 8 K. 286 in Re maggiore di Mozart  dall’orchestra La Nuova Polifonia e il coro Jubilate Deo per quattro orchestre. La Serenata Napolitana con gli straordinari versi di Salvatore Di Giacomo, accompagnati dalla musica di Enrico De Leva orchestrata da Roberto De Simone, Anna Rita Gemmabella per mezzosoprano, con coro femminile e tre fisarmoniche.

Nel cortile monumentale di Medrano sarà messo in scena il poema fotografico d’un valzer digiacomiano per orchestra, con un coro e quattro pianoforti: Capomonte di De Simone.

De Simone riprende l’opera digiamomiana A Capemonte, dopo averne letto un’illuminante traduzione di Pier Paolo Pasolini, l’autore friulano che definì Napoli “l’ultima metropoli plebea” capace di scardinarsi dal sistema delle istituzioni che stava coinvolgendo l’intera Italia dei suoi anni.

Capemonte diventa Capomonte, cioè la testa che indica il luogo di arrivo e di partenza.

Dice Roberto De Simone: “Qui ho voluto mettere un concetto “a capo” di una riflessione sulla composizione musicale. Non mi riferisco né a Schoenberg né al puntillismo successivo, ma piuttosto a Rimskij-Korsakov, Stravinskij, Bartók. Da questo punto di vista la mia musica, non è assolutamente tonale, ma si collega a una ri- considerazione dei tetracordi modali, a cui appartiene anche la musica popolare “. E il jazz. “La composizione è basata solo su linee di canto e contrappunti svolti dall’orchestra ” .

Ravello Festival

Ravello Festival

RAVELLO – Saranno Juraj Valčuha e l’Orchestra del Teatro di San Carlo ad inaugurare la 67esima edizione del Ravello Festival. Il cartellone sinfonico si aprirà domenica 30 giugno e il concerto, primo di quattordici appuntamenti, si terrà sul belvedere di Villa Rufolo alle ore 20.00.

Per l’occasione, il direttore musicale dell’Orchestra del Teatro di San Carlo, Juraj Valcuha, dirigerà il “Notturno sinfonico” (1901) di Giuseppe Martucci e il I atto del “Die Walküre” di Wagner assieme alle voci del tenore americano Robert Dean Smith (Siegmund), del soprano finlandese Camilla Nylund (Sieglinde) e del basso faroese Rúni Brattaberg (Hunding). 

Tutti e quattordici gli appuntamenti sinfonici saranno caratterizzati da una precisa scelta artistica: offrire una particolare prospettiva sul dialogo tra il sinfonismo italiano e la musica d’oltralpe. Il San Carlo tornerà, inoltre, sul palco del Ravello Festival anche il 18 luglio, presentando un secondo concerto sulle musiche da film tra Nino Rota e John Williams.

Il cartellone, curato da Paolo Pinamonti nel suo lato sinfonico, mira a trasformare lo stage di Villa Rufolo nel grande palco dell’Orchestra Italia accogliendo le maggiori istituzioni sinfoniche e lirico-sinfoniche del nostro paese.

L’apertura del 30 giugno non poteva che essere in onore di compositori connessi come Wagner e Martucci. Quest’ultimo, nativo di Capua, fu il primo a dirigere in Italia (Bologna, 1888) il “Tristano e Isotta”, in esecuzione che rivelò a Richard Strauss, lì presente, l’enorme “quantità di bel canto nascosta” nel capolavoro wagneriano.

Il costo del biglietto (posto unico) è di 50 euro e per maggiori informazioni è possibile contattare il botteghino al numero +39 089 858422, oppure scrivendo alla mail boxoffice@ravellofestival.com.

 

maschio angioino

maschio angioinoNapoli – Sabato 22 giugno, andrà in scena “E sono mò“, la Festa della musica al Maschio Angioino con ingresso  gratuito.  Si potrà assistere alla musica di alcuni gruppi emergenti e non, del nostro panorama musicale.

L’evento comincerà già dal pomeriggio, quando alle 16:00, i vari gruppi, che si susseguiranno la sera fino a mezzanotte inoltrata, saranno sul palco per il consueto soundcheck.
Dalle 18:30 invece ci sarà l’intervento di Spazio Giovani a cura del Centro Musica Yellow Submarine, che preceder l’inizio del concerto. È stato proprio questo Centro, in collaborazione l’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli ad organizzare l’evento.

L’obiettivo è quello di gettare un ponte ideale tra il noto monumento napoletano e la positiva eredità culturale della “Summer of Love” che,ha dato avvio alla progressiva internazionalizzazione degli ideali pacifisti, dei metodi non violenti e della coscienza ambientale. Dove, grazie all’entrata gratuita (non c’è bisogno di alcun invito o lista) chiunque potrà gustarsi questo momento di musicalità e di pacifismo.

Di seguito la scaletta dei gruppi che si divideranno il palco per tutta la serata.
S & Lips
Settembre a Berlino
M 76 – Emmesettantasei
StereOID
Gabriella Rinaldi & Max Carola Aka Innesto
Marco Gesualdi NOW Quartet
Abegilosouz
Chiodo Fisso
Capatosta
The Spots
Pitwine
The STEEL – Wizard
Rete Co’ Mar
Impetus

 

Domenica sera il noto cantante sulla cresta dell’onda, Andrea Sannino, terrà un concerto a Poggiomarino. Il cantante, dopo aver saputo la notizia della grave malattia che affligge un uomo di Poggiomarino ha deciso di dedicargli il concerto. Durante l’evento sarà inoltre possibile rendere omaggio a Gianfranco Sangiovanni tramite una raccolta fondi.

Abbracciame“, questo il titolo del singolo che ha reso famoso Sannino. Con questo concerto tutti i suoi fan si abbracceranno attorno a Gianfranco, marito e padre esemplare di 32 anni affetto da un raro tumore.
Una notizia che ha sconvolto la sua vita e quella di tutta la sua famiglia. Le speranze sono poche soprattutto per la rarità della malattia, ma non si perdono d’animo ne lui, ne sua moglie.
La moglie ha pensato di attivare una raccolta fondi per cercare di ottenere qualche speranza, e tale raccolta è stata accolta con fervore dal Comitato Festa Sant’Antonio Poggiomarino.

Proprio tale Comitato ha aderito all’iniziativa ed allestirà un gazebo per ogni evento festivo realizzato a Poggiomarino, dove si potrà donare una piccola cifra al signor Gianfranco.

Caserta – Tutto pronto per “Caserta Music Festival”, la manifestazione musicale estiva diretta da Alessio Desgro e organizzata in collaborazione con il “C’era Una Volta in America” e “Juke Box”. La kermesse vedrà lo svolgimento di una serie di concerti di artisti nazionali e internazionali a Villa Carolina a Caserta, in viale Douhet, nei giorni 9,10 e 11 luglio 2019.

Ad animare le serate saranno tutti musicisti che sono al momento sulla cresta dell’onda: Franco126 il 9 luglio, preceduto da una performance acustica di Giorgieness e gli Ex; il 10 luglio sarà la volta di Pedro Capò a cui seguirà la musica di Muevelo la “Fiesta Que Te Mueve”; l’11 luglio, infine, la Live Performance di Jimmy Sax. Tutti i concerti inizieranno alle ore 22:00.

Per altre info è possibile consultare la  Pagina Facebook Caserta Music Festival e gli eventi, sempre su Facebook, dedicati ai tre concerti singolarmente. Per chiunque volesse assistere, ricordiamo che i biglietti sono acquistabili, fino ad esaurimento disponibilità, sui circuiti Ticket One e Go2. Il prezzo per i singoli concerti è di 17,50 euro, ma è possibile acquistare un abbonamento comprensivo di tutti e tre al costo di 40 euro.

Tiziano Ferro ha annunciato le tappe del suo prossimo tour. Il cantautore, originario di Latina, toccherà vari stadi e varie città italiane, tra cui Napoli.

L’evento nella città partenopea è previsto per il prossimo 24 Giugno 2020, allo stadio San Paolo. Il tour partirà da Lignano Sabbiadoro il 30 Maggio 2020 e si chiuderà il successivo 15 Luglio allo stadio Olimpico di Roma. 

Si prevederà il sold out in moltissime di queste date, probabilmente in tutte, per quanto sia apprezzato dai numerosissimi fan.

Questo tour servirà per promuovere il prossimo album del cantautore.

Il 2019 sarà l’anno di Tiziano Ferro. Parola del cantante, che, infatti, quest’anno tornerà con un nuovo album di inediti. Secondo il suo manager, Fabrizio Giannini, questo sarà addirittura l’album più bello della sua carriera musicale. Il cantautore, però, preferisce non sbilanciarsi, commentando sul proprio profilo Twitter:Io non lo so ma non mi sentivo così felice e meravigliato da anni, letteralmente“.

Il nuovo sta per arrivare“: –così scrive Tiziano sui social– “Non so che darei per farvi ascoltare quello che sta succedendo in studio. Ma i tempi non sono maturi“.

Il prossimo 22 novembre è prevista l’uscita del nuovo album, intitolato “Accetto miracoli”. Questo nuovo album esce 3 anni dopo il successo del 5 volte Disco di Platino Il mestiere della vita”.

NAPOLI – Un festival all’insegna di arte e natura. In occasione della Giornata Nazionale delle Oasi 2019, sabato 18 e domenica 19 maggio, nella suggestiva cornice dell’Oasi WWF Cratere degli Astroni, si svolgerà il festival di teatro, musica, danza e poesia “Contemporanea/mente”.

L’evento, completamente gratuito, prevede due spettacoli teatrali, un concerto di musica sinfonica, laboratori di danze popolari, una performance di danza contemporanea, reading di poesia oltre a svariate attività per i più piccoli.

Il festival si svilupperà lungo un percorso di circa 3 km. Per accedervi sarà necessario percorrere l’antico sentiero borbonico che dalla Torre di ingresso arriva sul fondo del cratere. Da qui, il percorso proseguirà in direzione della radura di Gennarino, la vecchia Farnia e infine verso il Teatro nel bosco.

Nelle stesse giornate sarà possibile visitare la mostra “Dinosauri in carne e ossa” con ingresso a pagamento. E’ consigliato un abbigliamento comodo.

Il programma
Sabato 18 maggio, “Aspettando la giornata delle oasi”

9.30 – 10.30
Tappa del Biketour Napoli.

10.30
Radura di Gennarino
Inaugurazione del punto lettura “Little free library”

10.30
Teatro nel bosco
Laboratorio di danze popolari a cura di Enzo Stendardo.

10.30 – 12.00
Radura di Gennarino
“Un ritorno alla Natura”, yoga all’aperto a cura del Centro Olistico Zen81.

12:30
Radura di Gennarino
Picnic nel bosco a rifiuti zero.

15.30
Teatro nel bosco
Spettacolo teatrale “Ofelia: secondo Movimento di studio: l’incontro” a cura di La linea del cuore e Nakote Teatro.

17.30
Piazzale d’ingresso
Concerto al tramonto a cura dell’Orchestra Sinfonica del Liceo Statale Margherita di Savoia.

Domenica 19, “Giornata nazionale delle oasi”

10.30 – 12.00
Radura di Gennarino
“Un ritorno alla Natura”, yoga all’aperto a cura del Centro Olistico Zen81.

11.00
Teatro nel bosco
Spettacolo teatrale “Così Fai a Casa Tua?” a cura di Nakote Teatro con musiche dal vivo.

12.00
Teatro nel bosco
Laboratori di comix e presentazione fumetti a cura di Speranza Ferrara.

12.30
Radura di Gennarino
Picnic nel bosco a rifiuti zero.

15.30
Radura di Gennarino
“Naturalmente”, danza collettiva a cura di Mauro Maurizio Palumbo

16.30
Teatro nel bosco
“Poesie di carta”, reading a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli.

Nel corso di tutta la giornata
Radura di Gennarino
“BeeLab, alla scoperta del miele dell’Oasi!” In collaborazione con Friarielli Ribelli.

 

Foto pagina Facebook Coro Gospel Eyael di Raffaele Esposito

Sabato 4 e domenica 5 maggio 2019 saranno due giorni all’insegna della musica Gospel, in occasione della prima edizione dell’International Gospel Days, nelle chiese di Napoli e Pozzuoli, con concerti nella Basilica di San Giovanni Maggiore a Napoli. Inoltre è prevista anche una messa in Gospel nella chiesa della santissima Vergine Madre del Buon Consiglio di Napoli a Capodimonte.

Concluderà queste due giornate un concerto Gospel formato da 120 coristi e 5 cori, diretti da Thierry Fred Francois, Cassandra Drane, Nico Bucci ed Enrica Di Martino con la partecipazione del maestro di djembe Omar Diop, che si terrà nella chiesa di Sant’Artema di Monteruscello a Pozzuoli.

I cinque cori che parteciperanno sono il Tf Gospel Academy di Ginevra, il Tf Gospel di Parigi, Il Roma Gospel Voices di Roma, l’Eyael di Napoli ed il coro città di Pozzuoli.

L’evento è patrocinato dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli e dal Comune di Pozzuoli, e prevede l’ingresso gratuito per tutti gli eventi.

Ecco il programma completo:

Sabato 4 maggio ore 20.00 presso la Basilica di San Giovanni Maggiore (Rampe S. Giovanni Maggiore, Napoli), si terrà un Concerto Gospel in cui ogni coro canterà due brani e con un ensemble iniziale e finale con tutti i canti eseguiti a cappella.

Domenica 5 maggio ore 12.00 presso la Chiesa della Santissima Vergine Madre del Buon Consiglio (via Capodimonte 13 Napoli), si terrà la Messa in Gospel

Domenica 5 maggio ore 18.30 presso la Chiesa di Sant’Artema (via Amedeo Modigliani, 2C di Monteruscello Pozzuoli) vi sarà il Concerto Gospel con i 120 coristi e i 5 cori.

Per maggiori informazioni sull’evento, consultare l’evento facebook.

Ritorna il Festival di Ravello. Il programma della 67/a edizione del meraviglioso evento, che si terrà da mercoledì 1 maggio, è stato finalmente presentato. Il commissario della Fondazione Ravello, Mauro Felicoli, riporta il Festival della cittadina costiera alle sue origini, con l’esibizione delle grandi orchestre italiane Villa Rufolo sarà protagonista dei grandi concerti che si terranno. Quest’anno, infatti la parola d’ordine sarà “Rifondazione Ravello”.

“Un programma intrigante e coraggioso quello curato in collaborazione con il Teatro di San Carlo di Napoli”, spiega l’ex direttore della Reggia di Caserta, che sarà commissario della Fondazione che dovrà riorganizzare puntando anche sulla destagionalizzazione.

Alla presentazione del cartellone, che conterà eventi fino al prossimo ottobre, anche il governatore Vincenzo De Luca si mostra soddisfatto: “Un bellissimo rilancio per un festival che può divenire vetrina e palcoscenico per l’Italia”. Le sezioni principali del Festival saranno cinque e il ruolo da protagonista sarà affidato a “Orchestra Italia”, da luglio ad agosto. Il 30 giugno, infatti, l’apertura sarà affidata all’Orchestra del Teatro di San Carlo con il maestro Jueaj Valuha. Il repertorio della musica internazionale si congiungerà a brani eseguiti di rato dai compositori italiani. I tanti appuntamenti toccheranno il Barocco fino al Novecento, con Vivaldi, Rossini, Puccini, Smareglia, Casella, Salviucci, Cimarosa, Sgambati e Rota.

Non solo, quest’anno l’Orchestra del San Carlo aprirà anche il concerto del 18 luglio. Infatti, il San Carlo ha rivestito un ruolo sempre centrale durante l’evento. La chiusura, il 31 agosto, sarà affidata, invece all’Orchestra Filarmonica della Scala, con la direzione di Lorenzo Viotti. Ed ancora, ci saranno l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, l’Accademia barocca di Santa Cecilia diretta da Federico Maria Sardelli. La sezione organistica “le note di Sigilgaita”, sarà in scena nel meraviglioso Duomo di Ravello.  Per i concerti di mezzanotte, la protagonista sarà la musica da camera nella terza sezione, “Nel Giardino di Wagner”, che si terrà nella Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo. “La meglio gioventù” è, invece, la sezione dedicata ai conservatori della regione, curata da Antonio Marzullo, segretario artistico del Teatro Verdi di Salerno e partner della Fondazione. Per la sezione “Potenza del dialetto”, altresì, si terranno tre concerti di corali amatoriali.

Il programma completo

Mercoledì 1 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Variazioni su un tema rococò op. 33 per violoncello e orchestra

Concerto per pianoforte e orchestra n.1

Conservatorio di Musica ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

Direttore Giuseppe Camerlingo

Angelo Gala, pianoforte

Gabriele Melone, violoncello

Ingresso libero

Domenica 5 maggio

La meglio gioventù

Giardini del Monsignore, ore 19.00

Musiche di Porter, Van Heusen, Coltrane, Monk
Ingresso libero

Conservatorio di Musica ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

Jazz Quartet

Aldo Farias, chitarra

Mario Nappi, pianoforte

Tommaso Scannapieco, contrabbasso

Enzo Zirilli, batteria

Ingresso libero

Giovedì 9 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Musiche di Gulda, Weill

Ensemble di fiati del Conservatorio di Musica
‘Nicola Sala’ di Benevento

Direttore Gianluca Camilli

Gianluca Giganti, violoncello

Ingresso libero

Venerdì 10 maggio

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Orchestra Stabile della Canzone Classica Napoletana

Conservatorio di Musica ‘Nicola Sala’ di Benevento

Tufanisco Maria Carmela, Vincenzo Palumbo, Annabella Pagano, voci

Luigi Ottaiano, flauto; Domenico De Matteis, 1° mandolino

Eduardo Robbio, mandola; Verena Rizzo, basso; Antonio Toto, chitarra

Ingresso libero

Domenica 12 maggio

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Dirty Six

Tommaso Scannapieco, contrabbasso

Daniele Scannapieco, sax

Lorenzo Tucci, batteria

Claudio Filippini, pianoforte

Gianfranco Campagnoli, tromba

Roberto Schiano, trombone

Ingresso libero

Sabato 18 maggio

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Concerto per fiati e pianoforte

F. Colace, oboe

M. Masi, flauto

G. Viviani, clarinetto

G. Cutolo, corno

G. La Pegna, fagotto

F. Di Vaio, pianoforte

Musiche di Shumann, Strauss, Fauré, Gershwin, Grovlez, Thuille

Ingresso libero

Sabato 25 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Jazz combo San Pietro a Majella

Ingresso libero

Domenica 26 maggio

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Vesuvius Wind Orchestra

Direttore Bruno Sepe

Giampiero Di Lecce, Marco Cocule, Antonio Punzone,
Francesco Maddaluna, Giuseppe Di Maio, clarinetti
Isabella Giannatasio, Marcello Masi, flauti

Luigi Damiano, oboe

Guido Mandoglio, fagotto

Maurizio Conte, Luigi Falanga, Fabio Montefoschi,
Nicola Copertino, sassofoni

Alessandra Arillo, Nico Rodrigues, corni

Giulio Trifiletti, Salvatore Liotti, Rosario Maddaloni, trombe

Vincenzo Vuolo, Davide Musella, Michele Sorrentino, tromboni
Laura Francesca Mastrominico, Nicola Napolitano,
Luigi Di Ruba, Felice Iannicelli, percussioni

Musiche di Rota, Williams, Zimmer, Stone, Djawardi

Ingresso libero

Mercoledì 29 maggio

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Santa Cecilia’ di Roma

Ensemble di fisarmoniche

Ingresso libero

Sabato 1 giugno

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

“La sfida” Clavicembalo e Pianoforte a confronto
Musiche di Mozart, Bach, Scarlatti

Ingresso libero

Giovedì 6 giugno

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

La liederistica romantica

Concerto a cura del M° Valeria Lambiase

Chiara Cimmino, Virginia Magliacano, soprano

Antonia Elide Facciuto, mezzosoprano

Armando Napoletano, baritono

Pasquale Petrillo, basso

Adriana Mendella, clarinetto

Michele Neri, pianoforte

Musiche di Schubert, Schumann, C. Wieck, Liszt, Brahms

Ingresso libero

Venerdì 7 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Gala Lirico

I grandi duetti d’amore

Musiche di Puccini, Verdi, Bellini, Rossini, Donizetti

Ingresso libero

Sabato 8 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

“…qui la voce sua soave…”

Marilena Ruta, soprano

Marino Orta, basso

Concetta Varricchio, pianoforte

Musiche di Tosti, Mozart, Bellini, Donizetti, Rossini, Verdi

Ingresso libero

Domenica 9 giugno

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 11.30

Orchestra Giovanile del Conservatorio di Musica
‘Domenico Cimarosa’ di Avellino

Direttore Roberto Maggio

Musiche di Respighi, Leyden, Foote

Ingresso libero

Venerdì 14 giugno
La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno
“Rhapsody in blue” per pianoforte e orchestra

Direttore Massimiliano Carlini

Musiche di Gershwin

Ingresso libero

 

Sabato 15 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli
Platero y Yo

Dario Amabile, Nicola Cantella, Nino D’Amico, Vincenzo Mazzillo,
Ivano Pagliuso, Eleonora Perretta, Luigi Scognamiglio, chitarre

Giovanna Peduto, voce narrante

Musiche di Mario Castelnuovo Tedesco

Testo di Juan Ramòn Jimènez

Ingresso libero

Domenica 16 giugno

La meglio gioventù

Giardini del Monsignore, ore 11.30

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Neapolis Saxophone Ensemble
Andrea Castaldi, Alessio Castaldi, Maurizio Conte,
Nicola Copertibo, Andrea Espasiano

Musiche di Fauré, Deodati, Gershwin, Monk, Joplin,
Mancini, Pace, Nestico, Lennon

Ingresso libero

Mercoledì 19 giugno

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.00

Orchestra Sinfonica degli allievi del Conservatorio di Musica
‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Direttore Leonardo Quadrini

Musiche di Khachaturian, Bizet, Verdi, Rossini, Saint Saëns,
Grieg, Rachmaninov

Ingresso libero

Giovedì 20 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Ensemble di fiati

Direttore Demetrio Moricca

Musiche di Strauss, Mozart, Dvorak

Ingresso libero

Sabato 22 giugno

La potenza del diletto

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 12.00

Festa della Musica

Varie corali con repertorio popolare e gospel
a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani

Ingresso libero

Sabato 22 giugno

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Concerto “Rossini”

Angelo Gazzaneo, pianoforte

a cura del dipartimento di canto

Ingresso libero

Domenica 30 giugno

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli

Direttore Juraj Val?uha

Robert Dean Smith, tenore

Liang Li, basso

Manuela Uhl, soprano

Musiche di Martucci, Wagner

Posto unico € 50

Venerdì 5 luglio

La potenza del diletto

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 12.00

Festa della Musica Europea

varie corali con repertorio popolare e gospel
a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani

Ingresso libero

Domenica 7 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.30

Accademia Barocca di Santa Cecilia

Direttore Federico Maria Sardelli

Musiche di Vivaldi

Posto unico € 50

Mercoledì 10 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Choeur et Orchestre Sorbonne Université

Direttore Sébastien Taillard

Musiche di Boulanger, Beethoven

Ingresso su prenotazione

Domenica 14 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini

Direttore e pianista Jean Efflam Bavouzet

Musiche di Cimarosa, Mozart

Posto unico € 50

 

Martedì 16 luglio

Extra Festival

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.00

O graziosa luna…

Conferenza spettacolo

a cura di Città della Scienza

Ingresso su prenotazione

Giovedì 18 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli

Direttore Juraj Val?uha

Musiche di Rota, Williams, Gershwin

Posto unico € 50

Domenica 21 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova

Direttore Wayne Marshall

Luca Bizzarri, voce recitante

Musiche di Ghedini, Ravel

Posto unico € 50

Martedì 23 luglio

Extra Festival

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.00

Burattino senza fili?

Conferenza spettacolo
a cura di Città della Scienza

Ingresso su prenotazione

Mercoledì 24 luglio

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 20.00

Bernard Foccroulle

Musiche di Frescobaldi, Mendelssohn, Brahms, Bach

Ingresso libero

Domenica 28 luglio

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra del Teatro Massimo di Palermo

Direttore Gabriele Ferro

Musiche di Zemlinsky, Smareglia, Strauss

Posto unico € 50

Mercoledì 31 luglio

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Quartetto Guadagnini

Musiche di Colasanti, Donatoni, Mozart

Posto unico € 25

Venerdì 2 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Odhecaton Ensemble

Direttore Paolo Da Col

Musiche di Sciarrino, Da Venosa, Pärt, Rihm

Posto unico € 25

Domenica 4 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra Sinfonica del Teatro Comunale di Bologna

Direttore Pietari Inkinen

Musiche di Respighi, Rimsky-Korsakov, Stravinskij

Posto unico € 50

Mercoledì 7 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Ilenya Cimino, flauto

Alberto Ferro, pianoforte

Musiche di Bach, Gaubert, Doppler, Prokofiev

Posto unico € 25

Venerdì 9 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, 23.00

Gruppo Ocarinistico Budriese

Musiche di Bach, Vivaldi, Mozart, Rossini, Strauss

Posto unico € 25

Domenica 11 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 5.00

Concerto all’Alba

Orchestra Filarmonica Salernitana ‘Giuseppe Verdi’

Direttore Lorenzo Passerini

Posto unico € 60

Sabato 17 agosto

Nel Giardino di Wagner

Giardini del Monsignore, ore 09.00

Chiesa di San Giovanni del Toro, ore 12.00

Piazzetta San Lorenzo di Scala, ore 19.00

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Pierre-Laurent Aimard pianista

Catalogue d’Oiseaux
di Oliver Messianen

Posto unico € 25

 

Domenica 18 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00

Orchestra Giovanile Italiana

Direttore Jérémie Rhorer

Musiche di Mahler, Casella

Posto unico € 50

Martedì 20 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Filarmonica Salernitana ‘Giuseppe Verdi’

Direttore Ryan McAdams

Anna Tifu, violino

Alessandro Taverna, pianoforte

Musiche di Listz, Chausson, Sgambati

Posto unico € 50

Venerdì 23 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Direttore Claus Peter Flor

Musiche di Salviucci, Strauss

Posto unico € 50

Domenica 25 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Filarmonica ‘Gioachino Rossini’ di Pesaro

Direttore Donato Renzetti

Musiche di Respighi, Britten, Rossini

Posto unico € 50

Mercoledì 28 agosto

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Simone Rubino, percussioni

Musiche di Gerassimez, Bocca, Xenakis, Piazzolla

Posto unico € 25

Giovedì 29 agosto

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 20.00

Olivier Latry

Musiche di Couperin, Beethoven, Mozart, Messianen

Ingresso libero

Sabato 31 agosto

Orchestra Italia

Belvedere di Villa Rufolo, ore 19.30

Orchestra Filarmonica della Scala

Direttore Lorenzo Viotti

Musiche di Rossini, Puccini, Dvorak

Posto unico € 50

Martedì 3 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Vesuvius Wind Orchestra

Direttore Bruno Sepe

Giampiero Di Lecce, Marco Cocule, Antonio Punzone,
Francesco Maddaluna, Giuseppe Di Maio, clarinetti

Isabella Giannatasio, Marcello Masi, flauti

Luigi Damiano, oboe

Guido Mandoglio, fagotto

Maurizio Conte, Luigi Falanga, Fabio Montefoschi,
Nicola Copertino, sassofoni

Alessandra Arillo, Nico Rodrigues, corni

Giulio Trifiletti, Salvatore Liotti, Rosario Maddaloni, trombe

Vincenzo Vuolo, Davide Musella, Michele Sorrentino, tromboni

Laura Francesca Mastrominico, Nicola Napolitano,
Luigi Di Ruba, Felice Iannicelli, percussioni

Musiche di Rota, Williams, Zimmer, Stone, Djawardi

Ingresso libero

Mercoledì 4 settembre

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 12.00

Orchestra di plettri del Conservatorio di Musica
‘S. Pietro a Majella’ di Napoli

Gianni Marcellini, Tommaso Barra, Oscar Di Lorenzo, Marianeve Aricò, Federico Maddaluno, Emanuele Auricchio, Marco Dell’Aversana, Giovanni Leonetti, Mattia Raimo, mandolini

Vincenzo Mozzillo, Ivano Pagliuso, Salvatore Scafarto, chitarre

Ingresso libero

Giovedì 5 settembre

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Quintetto di Fiati del Teatro di San Carlo di Napoli

Pianista Giuseppe Albanese

Musiche di Ibert, Hindemith, Ligeti, Mozart

Posto unico € 25

Sabato 7 settembre

Nel Giardino di Wagner

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 23.00

Quartetto d’archi del Teatro di San Carlo di Napoli

Pianista Giuseppe Albanese

Musiche di Puccini, Verdi, Ferrari

Posto unico € 25

Lunedì 9 settembre

La meglio gioventù

Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Santa Cecilia’ di Roma

Ensemble di fiati

Musiche di Strauss

Ingresso libero

Martedì 10 settembre

La meglio gioventù

Location da definire

Conservatorio di Musica ‘Benedetto Marcello’ di Venezia

Ingresso libero

Mercoledì 11 settembre

La meglio gioventù

Location da definire

Conservatorio di Musica ‘Benedetto Marcello’ di Venezia

Ingresso libero

Giovedì 12 settembre

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 19.00

Andrea Macinanti

Musiche di Bach, Puccini, Bossi, Respighi

Ingresso libero

Giovedì 12 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.30

Conservatorio di Musica ‘Nicola Sala’ di Benevento

“Charlie Mingus”

Orchestra Jazz

Ingresso libero

Mercoledì 18 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

 

Conservatorio di Musica ‘Niccolò Piccinni’ di Bari

Ensemble di Percussioni

Ingresso libero

Giovedì 19 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Niccolò Piccinni’ di Bari

Omaggio a Nino Rota

Ingresso libero

Venerdì 20 settembre

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 19.00

Michel Bouvard

Musiche di Marchand, Bach, Mozart, Bouvard 

Ingresso libero

Giovedì 26 settembre

La meglio gioventù

Chiesa di Santa Maria a Gradillo, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Agostino Steffani’ di Castelfranco Veneto

Quartetto d’archi

Ingresso libero

Venerdì 27 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Agostino Steffani’ di Castelfranco Veneto

Jazz Ensemble

Ingresso libero

Domenica 29 settembre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Io Sheherazade

Concerto per pianoforti

Ingresso libero

Sabato 5 ottobre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Direttore Nicola Samale

Concerto per pianoforte e orchestra n.3 in Re minore, op.30

Concerto per pianoforte e orchestra n.4 in Sol minore, op.40

Sergej Vasil’evi? Rachmaninov

Ingresso libero

Venerdì 11 ottobre

Le note di Sigilgaita

Duomo di Ravello, ore 19.00

Luca Scandali

Musiche di Bach, Franck, Listz

Ingresso libero

Sabato 12 ottobre

La meglio gioventù

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Martucci’ di Salerno

Direttore Nicola Samale

Concerto per pianoforte e orchestra n.1 in Fa diesis minore, op.1

Concerto per pianoforte e orchestra n.2 in Do minore, op.18

Sergej Vasil’evi? Rachmaninov

Ingresso libero

 

Venerdì 18 ottobre

Nel Giardino di Wagner

Auditorium Oscar Niemeyer, ore 19.00

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo di Napoli

Stabat Mater per soli, coro e pianoforte a 4 mani
di Giaochino Rossini

Posto unico € 25

Domenica 20 ottobre

La potenza del diletto

Duomo, ore 19.00

Salerno Festival

Corali provenienti da Germania, Irlanda e Norvegia con repertorio
di polifonia sacra e profana
a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani

Ingresso libero


In occasione della Festa della Liberazione, alle Terme di Agnano ritorna il BitFest,  il festival di musica elettronica digitale di Napoli. Un’occasione per tenersi aggiornati sulle novità che il capoluogo partenopeo offre in campo musicale, ma anche per visitare uno dei principali luoghi storici della città, i cui resti archeologici di origine greca (situati in particolare nell’area delle sorgenti e delle piscine termali) permettono ai clienti di immergersi in un’oasi di benessere separata dal resto del mondo.

Questa edizione del BitFest offrirà un’occasione imperdibile: un concerto della band napoletana Nu Guinea, che da un po’ di tempo a questa parte si sta facendo conoscere in tutto il mondo. Per l’occasione, la band sarà affiancata da una serie di artisti partenopei, il che fornisce agli appassionati di musica un’ulteriore ragione per non perdere questo evento.

E non è tutto: ogni area del vasto complesso delle Terme di Agnano offrirà un’occasione particolare di relax e divertimento. Sarà possibile accedere all’area sport/fitness, all’area relax con la spa, prenotando i trattamenti che si desiderano. Un’area sarà occupata dal mercato vintage, e un’altra ancora sarà immancabilmente dedicata allo street food. Le famiglie che desiderano partecipare all’evento troveranno anche una zona pensata per i più piccoli, e in più, per chi sogna una pausa dalla musica live all’insegna del romanticismo, verrà allestita una piccola mostra di moto e automobili d’epoca.

Per i clienti che invece preferiscono trascorrere la Festa della Liberazione all’insegna del relax, basti sapere che l’intero complesso sarà accessibile per tutta la giornata. Le Terme sono costituite da quattro piscine al chiuso e due all’aperto, una piscina di acqua dolce, un’area solarium, un’area massaggi, un ristorante e un prato di 30000 mq.

Per chi volesse partecipare in veste di collaboratore dell’area mercatino, è necessario mandare un’e-mail di presentazione all’indirizzo emarketnapoli@gmail.com. Chi invece vuole godersi il Bit Fest troverà tutte le informazioni di cui ha bisogno alla Pagina Facebook dell’evento.

Da domenica 28 aprile 2019, il Coro della città di Napoli, forte del successo con il Christmas Show, ritorna con un nuovo strabiliante spettacolo: That’s Napoli Live Show. Le bellissime voci dei coristi e le nuove melodie incanteranno il pubblico in due incantevoli location: la Chiesa di San Potito di Napoli e il famoso Teatro Tasso a Sorrento.

Lo spettacolo ideato e diretto dal maestro Carlo Morelli, avvicinerà la canzone napoletana a sonorità pop-dance, attraverso la reinterpretazione di classici come ‘O surdato ‘nnamurato, Tu vuò fa’ l’americano e  ‘O Sarracino. Nella Chiesa di San Potito, in Via Salvatore Tommasi, a due passi dal Museo Archeologico di Napoli, e a Teatro Tasso, 22 giovani cantanti e quattro musicisti di esibiranno, incantando come sempre il pubblico.

Lo spettacolo si terrà nella Chiesa di San Potito, il 28 aprile, il 5, 12, 19 e 26 maggio. Infine, il 2, il 9 e il 16 giugno. L’orario dello spettacolo è alle 19.00 per tutte le date e il prezzo del biglietto è di 20 euro.

Lo spettacolo, al Teatro Tasso, avrà luogo: il 7, 14, 21 e 28 maggio; il 4, l’11, il 18 e il 25 giugno; infine, il 2, il 9, il 16 e il 23 luglio. L’orario dello show è alle 21.00 per tutte le date. Il prezzo del biglietto è 25 euro per la Galleria, 30 euro per il Settore centrale (File H-I-L-M-N-O-P) e Settore laterale (File E-F-G-H-I-L-M-N-O); 35 euro per il Settore laterale (File A-B-C) e, infine, 50 euro per il Settore centrale (File A-B-C-D-E-F).

I biglietti possono essere acquistati al botteghino della chiesa di San Potito a Napoli, dal martedì al giovedì, dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Invece, venerdì, sabato e domenica, l’acquisto del suddetto biglietto potrà avvenire fino ad inizio spettacolo. Altresì, i biglietti sono acquistabili al botteghino del Teatro Tasso a Sorrento. Una parte del costo del biglietto sarà devoluto ai lavori di recupero del tetto della Chiesa di San Potito.

Per ricevere maggiori informazioni e per le prenotazioni online è possibile telefonare ai numeri 0815447569 e 3397117606.

 

Francesco MalapenaTorre Annunziata – Metti una sera sul palco: un tenore straordinario, Francesco Malapena, una cantante con la voce alla Edith Piaf, Francesca Marini , e uno chef che oltre a fare delle ottime pizze canta divinamente Gianfranco Iervolino. Aggiungi sei grandi musicisti, (Luca Mennella al pianoforte, Pasquale de Angelis al basso, Claudio Romano alla chitarra e al mandolino, Sasà Piedepalumbo alla fisarmonica, Domenico Guastafierro al flauto e Antonio Mambelli alla batteria e percussioni) e due ballerini dal movimento scenico perfetto come Lucia Cimmino e Armando Segreto. Unisci l’ironia e la bravura di Lino D’Angiò, artista poliedrico dalle mille sfaccettature, il tutto magistralmente diretto dalla sapiente regia di Luca Cirillo, ed il successo è assicurato. 

Uno spettacolo degno di Broadway in chiave partenopea, questo è stato “E fuori… Musica, onde radio in FM”, messo in scena ieri sera al Teatro Politeama di Torre Annunziata. Uno sguardo al passato, al grande patrimonio artistico musicale che ci hanno lasciato in eredità i grandi artisti del novecento. Brani storici proposti in una versione moderna. 

Testi piacevoli e mai banali di: Antonella Esposito, Sabrina Gargiulo e Lino D’Angiò, una scaletta che cambia per forza di cose, visto il tragico incendio alla cattedrale di Notre-Dame. Ed è proprio a questo spiacevole fatto di cronaca che la voce sublime di Francesca Marini rende omaggio con brano “La vie en rose” di Edith Piaf. La voce del tenore Francesco Malapena protagonista della serata rende omaggio a grandi artisti con brani che ancora oggi regalano emozioni, come l’intramontabile “Parlami d’amore Mariù”

Non mancano i duetti, richiesti in una maniera originale e simpatica, grazie alla voce (imitata) di Maurizio Costanzo che attraverso una delle quattro radio d’epoca presenti in scena, chiede “Non ti scordar di me” da dedicare alla sua Maria. Ad eseguire il celebre brano, inno all’amore, sono stati Francesco Malapena e Francesca Marini accompagnati dalla performance dei due ballerini: Lucia Cimmino e Armando Segreto. 

Esilarante e divertente la versione di “Vita spericolata” di Vasco Rossi, proposta da Lino D’Angiò imitando: Vasco, Enrico Ruggeri, Julio Iglesias, Claudio Baglioni, Ornella Vanoni, Beppe Grillo Renato Zero, Adriano Celentano, Riccardo Cocciante, Diego Armando Maradona, Gianni Minà Bruno Vespa, Johnny Dorelli e i mitici Corrado e Mike Bongiorno. 

Bravissimo Gianfranco Iervolino, prima nel siparietto divertente con “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri, che scherza con i musicisti che lasciano il palco appena pronuncia la strofa: “E adesso andate via” e poi con l’esibizione di “Erba di casa mia”.

L’emozione che ci hanno regalato i sei musicisti sul palco è stata unica. Uno straordinario Sasà Piedepalumbo (che conosco da oltre un ventennio) accompagnato dagli altri musicisti, ha regalato grandi emozioni con la sua fisarmonica esibendosi in un classico come “Libertango” di Astor Piazzolla. Entusiasta il pubblico in sala. Tra i tanti annoveriamo la presenza di un grande della musica partenopea: Antonello Rondi. 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più