Visite Guidate

Tutte le visite guidate tra Napoli, il Vesuviano e la Penisola Sorrentina

Sono pochi, a Napoli, gli eventi dedicati alla scoperta di un periodo storico essenziale come il Rinascimento. In città a farla da padrona, infatti, sono soprattutto le visite guidate che riguardano la Napoli greco-romana e quella barocca. Eppure il Quattrocento e in Cinquecento furono secoli di grande vitalità che ci hanno lasciato importantissime testimonianze, anche nell’arte.

Per la prima volta in assoluto, le associazioni di professionisti Timeline Napoli ed IVI Itinerari Video Interattivi, in collaborazione con Astrea Tour, presentano una nuova esperienza di visita alla scoperta del Complesso San Domenico Maggiore di Napoli e Cappella Pontano.

Sabato 7 luglio, alle ore 17:30, sarà possibile esplorare la storia, gli aneddoti, i segreti e l’architettura del complesso monumentale partenopeo, con un salto nel tempo, dalle sue origini ai giorni nostri. Si avrà modo di apprezzare non solo il valore artistico, ma anche l’importanza storica che il sito ha avuto durante il periodo angioino e aragonese per la città di Napoli.

Fondato nella seconda metà del X secolo, divenne nel tempo un luogo di culto di importanza tale da essere denominato “Provincia Regni”. Sede degli studi di teologia del Regno, qui San Tommaso d’Aquino avrà una cattedra come rettore per due anni. Con l’arrivo degli aragonesi, verrà modificato e ampliato ancora una volta, con la costruzione della omonima piazza e dello scalone monumentale.

All’interno del Cortile delle Statue, la visita permetterà di conoscere un aspetto affascinante dell’arte erborista, sviluppatasi come componente medica proprio grazie allo studio delle piante da parte dei frati. Molte piante e ortaggi di uso quotidiano, sveleranno il loro lato terapeutico, sorprendendo per il loro uso e anche per i miti ad essi collegati, riscoprendo così come in passato alcuni preparati sotto forma di decotti, impacchi e infusi fossero considerati cura e rimedio per quasi tutti i mali, compresi quelli matrimoniali legati a fertilità, contraccezione ed eros.

Il percorso proseguirà con la visita alle arche aragonesi, in collaborazione con DOMA: circa 40 feretri altamente decorati che raccolgono quasi l’intera casata di Aragona. Qui fu inizialmente sepolto re Alfonso V, prima di essere riportato in Spagna. Si continuerà poi all’interno della Sala degli Arredi Sacri, o del Tesoro, dove sono esposti paramenti e oggetti sacri di raro valore storico, artistico e culturale, nonché i preziosi abiti dei sovrani e dei nobili napoletani rinvenuti nelle tombe.

Entrati all’interno di San Domenico Maggiore, sempre in compagnia di esperti in materie storico\filosofiche si offriranno ulteriori suggestioni: si ammirerà la Cappella della famiglia Rota dove, su alcune statue sono scolpiti inequivocabili simboli massonici e la Cappella Carafa di Santaseverina, i cui fregi racchiudono un indizio che potrebbe documentare, in epoca rinascimentale, l’esistenza di culti segreti di origine egizia a Napoli. La Cappella è collegata alla figura di Giordano Bruno in quanto avrebbe ispirato la sua opera “Spaccio della bestia trionfante”. Proprio a Domenico Maggiore, infatti, il filosofo nolano studiò in gioventù.

Il percorso si allungherà in via Tribunali dove per l’occasione sarà aperta la Cappella Pontano, un piccolo e misterioso scrigno poco conosciuto del Rinascimento napoletano. Nella Cappella Pontano, i ricercatori IVI hanno scoperto e documentato nel percorso della video visita, un fenomeno riguardante il sole che al solstizio d’estate tocca un particolare elemento architettonico della cappella. Inoltre, verranno evidenziati per la prima volta significati alchemico-esoterici nella sua struttura e nelle lapidi.

Con l’ausilio della tecnologia di occhiali Lcd, attraverso filmati inseriti nelle lenti, lo spettatore vivrà l’esperienza di un mondo parallelo oscillante tra passato e presente, scoprendo avvenimenti e situazioni che sembreranno provenire da un’altra dimensione.

Contributo 15 euro adulti (comprende la visita a San Domenico e Cappella Pontano + sconto del 50% sul costo del biglietto cumulativo dei percorsi al Maschio Angioino effettuati da TIMELINE NAPOLI e IVI, quindi 10 euro per entrambi i percorsi, anziché 20 euro. Tale offerta è valida solo dal venerdì alla domenica presso il Maschio Angioino negli orari di visita previsti). Riduzioni per bambini sotto i 10 anni (Gratis la visita al Maschio Angioino).

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Contatti Timeline Napoli: 3317451461 | info@timelinenapoli.it
Contatti IVI: 3273239843 | info@projectivi.it

Percorso:
S. Domenico Maggiore
Cortile delle Statue e l’arte erboristica dei monaci Domenicani
Sacrestia e le Arche Aragonesi
Sala degli Arredi Sacri o del Tesoro
Cappella della famiglia Rota
Cappella Carafa di Santaseverina
Cappella Pontano
Video visita con lenti oled

INIZIO ore 17.30
Durata 90 minuti circa

capodimonte

capodimonte

Un weekend ricco di eventi al Real bosco di Capodimonte. Tantissime le attività programmate il 9 e 10 giugno,  in uno dei polmoni verdi di Napoli: sabato 9 giugno il Rugby per tutti nel Bosco di Capodimonte. Dalle 9:30 fino alle 12:30 al Real Bosco di Capodimonte ci sarà la festa di mini rugby organizzata dalla AP Partenope Rugby Junior con le associazioni sportive che praticano minirugby, dai 5 agli 11 anni, di Napoli e provincia.

Tra le tante associazioni che parteciperanno ci saranno: Scampia Rugby, Pompei Sacro Cuore Rugby, Grande Napoli Rugby, Amatori Torre del Greco Rugby e ovviamente la Partenope Rugby Junior. Un modo per celebrare tutti insieme la fine della stagione sportiva.

Sempre sabato 9 giugno, nel museo alle ore 11:00, si terrà L’opera si racconta: la Sacra Conversazione di Konrad Witz. La visita è gratuita ed è consigliata agli adulti. A presentare l’evento ai partecipanti ci sarà Gianluca Puccio che condurrà i visitatori alla scoperta dei segreti della piccola tavola dell’artista di Rottweil che, in occasione della mostra, è messa a confronto, in un suggestivo allestimento, con due manoscritti della metà del XV secolo provenienti dalla sezione “Manoscritti e Rari” della Biblioteca Nazionale di Napoli.

Più tardi, precisamente alle 16:00, ci sarà il ritorno di SensazionARTE. Il laboratorio didattico gratuito progettato da Capodimonte per le famiglie con disturbi dello spettro autistico vedrà cinque ragazzi, di diversa età e con differenti forme di autismo, insieme ai loro familiari, percorrere e sperimentare un secondo percorso di visita strutturato dagli storici dell’arte dei Servizi Educativi di Capodimonte.

Per tale evento la prenotazione è obbligatoria. Info e prenotazioni: Ufficio Accoglienza tel. 081 7499130 (10.00-13.00 | 15.00-18.00); mail mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it (attendere risposta per conferma disponibilità).

Per quanto riguarda domenica 10 giugno sono in programma diversi eventi sia nel parco che nel museo: nel Real bosco ci sarà un Bosco Reale per TUTTI, In giro per il Bosco, laboratorio di botanica e attività. Una marea di attività che inizieranno alle 10:00 con un percorso storico-artistico, un laboratorio di botanica e attività ludico-sportive. Un genitore o accompagnatore avrà diritto all’ingresso gratuito. Per maggiori informazioni e per prenotazioni scrivere a mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it o telefonare allo 081 7499130“

Nel museo e nel salone Cumuccini ci saranno rispettivamente “Scopri il tuo Museo. Alla scoperta dei capolavori di Capodimonte“ e “I colori della musica”. Il primo evento avrà inizio alle 10:30 nel museo e ha come obiettivo quello di avvicinare i più piccoli alle opere d’arte (prenotazione obbligatoria alla mail mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it, specificare il numero di bambini, la loro età e il numero di adulti accompagnatori ed attendere mail di conferma. tel. 081 7499130).

Infine, il secondo si terrà nel salone Cumuccini alle ore 16:00 ed è consigliato a tutte le famiglie alla scoperta di note e colori.

Clicca qui per maggiori info.

Il FAI ha organizzato delle interessanti visite guidate serali alla Baia di Ieranto a Massalubrense. Un’occasione per conoscete il mito, la natura e la storia di questo splendido luogo. Le serate sono previste nei seguenti giorni: venerdì 8 giugno, venerdì 22 giugno, sabato 23 giugno e sabato 7 luglio.

Le visite si svolgeranno sul calar della sera, tra la Torre di Montalto e l’area di archeologia industriale dell’ex cava Italsider. Saranno previsti aperitivi e assaggi ispirati alle storie, al mito e alla natura della splendida baia. Gli orari vanno dalle 18:00 alle 21:00. Di seguito, tutte le info utili dell’evento.

BIGLIETTI
Iscritti FAI e residenti nella penisola sorrentina: € 5,00
Intero: € 10,00
Ridotto (studenti fino a 26 anni): € 8,00
Aperitivo con assaggio a tema: € 10,00

COME ARRIVARE
GPS N 40° 34′ 38.14″ E 14° 20′ 24.26″
In auto: Autostrada Napoli-Salerno, uscita Castellammare di Stabia. Seguire indicazioni per la Penisola Sorrentina: da Meta proseguire per S’Agata sui Due Golfi, poi Nerano.
In treno: da Napoli – circumvesuviana fino alla stazione di Sorrento, poi con circa un’ora di percorrenza: autobus SITA, linea Sorrento – Marina del Cantone, fermata: Nerano.

CONTATTI
FAI – Baia di Ieranto
Massa Lubrense, Napoli
Tel: 335.8410253 – 330.607282
Email: faiieranto@fondoambiente.it

maschio angioino

maschio angioinoEra il 2 giugno 1442 quando Alfonso d’Aragona riuscì a espugnare la città di Napoli. Un anno dopo l’ingresso, nel 1443, proclamò il Regno delle Due Sicilie. Per ricordare l’impresa di Alfonso d’Aragona, che segnò un periodo di grande evoluzione culturale, urbanistica e architettonica per Napoli, le associazione Timeline Napoli e IVI-Itinerari Video Interattivi presentano un mese di eventi e visite tematiche speciali, che prevedono anche l’apertura straordinaria del Castel Nuovo – Maschio Angioino.

A partire da venerdì 1 giugno, alle ore 17:30, si celebrerà questo illustre sovrano con l’evento “Viaggio alla corte degli Aragonesi: dalle torri al trono” per ricordare l’ingresso di Alfonso d’Aragona a Napoli, un itinerario tematico (prenotazione obbligatoria ai numeri 3273239843 o 3317451461, biglietto 12 euro per adulti) all’interno del maniero di piazza Municipio, che prevede anche l’apertura eccezionale di ambienti non sempre accessibili ai visitatori.

Si potrà rivivere così la storia del castello e del sovrano aragonese, conoscere personaggi e le loro avventure, le vicende e le leggende legate al suo amore per Lucrezia d’Alagno, sempre accompagnati da esperti professionisti di Timeline Napoli e IVI-Itinerari Video Interattivi. Inoltre, si potranno ammirare suggestivi spazi e viste panoramiche del castello: lo stesso Alfonso fece restaurare alcuni di essi, come l’Arco di Trionfo, dopo il suo ingresso nella città partenopea.

Per questo, da sabato 2 giugno, ogni giorno dal lunedì alla domenica (orari consultabili su Facebook), sarà possibile visitare il castello (anche in diverse lingue straniere) attraverso itinerari tematici dedicati al periodo degli Aragona a Napoli: si potrà scegliere (sempre su prenotazione obbligatoria) una singola visita o un biglietto scontato per due itinerari, tra i quattro percorsi “La Fortezza del Tempo”, “Archeologia Sottosopra”, “Graal tra storia e mistero” e “Il segreto celato” che sono curati rispettivamente due da Timeline Napoli e due da IVI-Itinerari Video Interattivi, associazioni di professionisti che si occupano di valorizzare, studiare e promuovere il Maschio Angioino e la storia di Napoli.

Prenotazioni obbligatorie 3273239843 (IVI -Itinerari Video Interattivi) – 3317451461 (Timeline Napoli).

Info: pagina Facebook @projectivi e @timelinenapoli

La Città di Capua è in fermento per le celebrazioni del Placito Capuano, giunto quest’anno alla 4° edizione, considerato dagli studiosi come “l’atto di nascita dell’italiano”.  Tutto ha inizio nell’anno 960. Nella città di Capua, la più importante del territorio di Terra di Lavoro e capitale del Principato longobardo, erede dell’antica Capua (quella che Cicerone definì “L’Altera Capua“) rasa al suolo dagli invasori saraceni e ricostruita ex novo sulla riva del fiume Volturno nella località che i romani chiamavano Casilinum.

Il Placito era il documento emesso da un giudice che dava un parere su una disputa, l’oggetto del documento era la sentenza con la quale il giudice di Capua dell’epoca, Arechisi, riconosce all’abbazia di Montecassino il diritto di proprietà su alcune terre occupate dal proprietario terriero Rodelgrimo. Questa è la formula in volgare italiano recitata dal “placito”: “Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte Sancti Benedicti“, ovvero  “So che quelle terre, entro quei confini di cui si parla, li ha posseduti per trent’anni l’abbazia di San Benedetto”.

La sentenza è importante perché dalla stessa emerge la chiara intenzione di farsi capire anche da chi non conosceva il latino, idioma con il quale venivano formulate tutte le sentenze giuridiche. Il Placito è quindi il primo documento depositato in una lingua popolana che per la prima volta possiede la necessaria dignità per apparire in un documento e rappresenta la prima apparizione del volgare italiano in un atto scritto e Capua grazie a questo documento è stata consacrata come la “Città della Lingua italiana”.

L’evento che si snoda sulle giornate di sabato 26 maggio e domenica 27 maggio, è organizzato dal club di territorio “Terra di Lavoro” d’intesa con il Touring Club Italiano di “Aperti per Voi Capua”. Le celebrazioni in favore del Placito saranno animate da molte iniziative, in primis la rievocazione storica dell’evento, le aperture delle chiese, gli eventi teatralizzati,il corteo storico,  le visite guidate e i mercatini medioevali  per una due giorni davvero ricca di offerte ed intrattenimento  grazie alla collaborazione delle Istituzioni e Associazioni locali, delle Scuole cittadine e della consulenza del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università Vanvitelli e la consulenza dell’Accademia della Crusca. Al “Placito Capuano” segue l’Evento “Capua. Il Luogo della Lingua Festival” (Architempo e Capua Sacra).

La Pagina Facebook dell’Evento con tutte le info utili

Il link del Touring Club per la 4° edizione del Placito Capuano

Il Miglio Sacro è un itinerario restituito alla città di Napoli e ai napoletani, lungo un miglio, dalla tomba di San Gennaro al suo Tesoro.

Passeggiare lungo il miglio sacro significa scegliere di attraversare il Rione Sanità, dove hanno abitato i popoli a sud e a est di Napoli, dagli africani ai cinesi, dove un tempo transitavano in carrozza papi, re e cardinali, dove oggi le chiese non sono soltanto prodigiose gallerie ma case di accoglienza, di pace e di progettazione.

L’evento si tiene già da tempo ogni domenica, ma ora si terrà anche il sabato, sempre su prenotazione.

Si parte alle 9:30 dall’ingresso delle Catacombe di San Gennaro, in Via Capodimonte 13 (ingresso adiacente alla Basilica del Buon Consiglio) e si arriva a Piazza Cavour, a Porta San Gennaro dopo aver visitato 7 gioielli di Napoli.

Chi parteciperà all’itinerario “Miglio Sacro” visiterà:

Catacombe di San Gennaro

Basilica San Gennaro extra moenia

Cimitero delle Fontanelle

Cripta delle Catacombe di San Gaudioso

Basilica S. Maria della Sanità

Palazzo dello Spagnuolo e Palazzo Sanfelice

Porta S. Gennaro

I costi sono di € 15 per l’intero percorso compresi gli ingressi e le visite guidate. Il biglietto ridotto costa 13 euro.

INFO

Catacombe di Napoli
Via Tondo di Capodimonte, 13
80136 Napoli
Tel e fax 081 744 37 14
email: info@catacombedinapoli.it
www.catacombedinapoli.it

Villa Rosebery

Villa RoseberyNapoli – Riapre al pubblico per delle suggestive visite guidate: Villa Rosebery, residenza del Presidente della Repubblica a Napoli dal 1957. Situata nel quartiere di Posillipo. La villa di inizio Ottocento ha avuto numerosi proprietari, da Luigi di Borbone, fratello di Re Ferdinando II, e Archibald Philip Primrose, conte di Rosebery.

Sarà visitabile il 5 e 6 maggio e il 16 e 17 giugno prossimo. Un percorso ricco di fascino attraverso il parco, dove sarà possibile visitare un tempietto in stile neoclassico. Visitabile anche la Palazzina Borbonica, la Darsena e la Grande Foresteria. Le visite dureranno circa 2 ore e i visitatori, per gruppi di un massimo di 30 persone, accederanno ogni 30 minuti dalle ore 10 alle 16.30, con ultimo ingresso alle 14.30. La visita è gratuita, previa prenotazione obbligatoria al costo di 1,50 euro.

La prenotazione è nominativa, non cedibile e si può effettuare attraverso il sito palazzo.quirinale.it o il call center 06.39967557 dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 19.

Portici – Fra i tanti tesori che i Borbone hanno costruito e lasciato in tutta la Campania, la Reggia di Portici è uno dei più dimenticati e poco conosciuti. La residenza estiva di Carlo di Borbone artisticamente ed architettonicamente non ha quasi nulla da invidiare alla “cugina” casertana, eppure i turisti la ignorano e gli stessi napoletani non la considerano. Questo perché le visite guidate organizzate al palazzo sono poche e poco diffuse sui media.

Fortunatamente, uno degli obiettivi del Touring Club Italiano è proprio quello di riaccendere i riflettori su patrimoni turistici e culturali spesso ignorati e fra questi rientra anche la Reggia di Portici. L’associazione, in collaborazione col Ministero dei Beni e delle attività culturali, con la Facoltà di Agraria della Federico II di Napoli, ospitata all’interno della Reggia, e col Comune di Portici ha organizzato una giornata di percorsi guidati all’interno del complesso.

Le visite saranno organizzate per tutta la giornata di domenica 22 aprile. Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al numero “Pronto Touring” 02.8526.266 o visitare il sito touringclub.it.

piscina mirabilis

piscina mirabilisUn tour per ammirare due bellezze di Bacoli, la Piscina Mirabilis e il lago di Miseno, si terrà nella giornata del 25 aprile 2018. La visita guidata è stata organizzata dal Gruppo Archeologico Campi Flegrei. Si inizierà dalle sponde del lago Miseno, luogo mitico e ricco di fascino e mistero.

Si arriverà poi alla più grande cisterna d’acqua potabile costruita dagli antichi Romani in età augustea. Serviva per approvvigionare d’acqua le numerosissime navi della flotta di Augusto, divenuta poi Classis Praetoria Misenensis Pia Vindex. La Piscina è scavata interamente nel tufo e costituiva un vero e proprio serbatoio termale dell’acquedotto augusteo, per gli antichi davvero importantissimo poiché confluiva l’acqua dalle sorgenti del fiume Serino sino a Napoli e pertanto fino ai Campi Flegrei.

INFORMAZIONI:

Quando: 25 aprile 2018 ore 10:00

Dove: appuntamento all’interno del parcheggio situato dopo la villa comunale di Bacoli

Prezzo biglietti: intero 6 euro, ridotto 5 euro (soci e gruppi a partire dalle 15 persone)

Prenotazione obbligatoria: 388/8352036; gacampiflegrei@libero.it.

Evento facebook.

Torna anche quest’anno l’interessante Fiera di Pasqua, un evento che vede protagonisti alcuni tra i luoghi più belli ed affascinanti di Napoli. La Fiera, infatti, si svolge a San Gregorio Armeno e ai Decumani e si propone come un percorso per riscoprire le tradizioni popolari e la fede dei napoletani. L’inaugurazione ci sarà domani, sabato 3 marzo, in piazza San Gaetano a Napoli a partire dalle ore 11,30 con la presenza del vice sindaco Raffaele Del Giudice e la benedizione del Parroco della Basilica di San Lorenzo Maggiore.

Un evento per celebrare una delle feste religiose più sentite dai partenopei, e che vede protagonisti proprio gli artigiani di San Gregorio Armeno che, per l’occasione, esporranno diverse opere d’arte rappresentanti scene cristiane della Resurrezione e della Passione di Cristo.

Non solo fede, ma anche buon cibo. Saranno organizzati, infatti, percorsi di enogastronomia tra i ristoranti e i locali della zona che offriranno prodotti tipici del periodo pasquale, come casatiello e pastiera. Fiera di Pasqua è un evento organizzato dall’Associazione Corpo di Napoli. L’appuntamento va dal 25 al 30 marzo.

castello

castelloUn suggestivo ed originale tour ripercorrendo tratti della nostra cultura all’interno di uno dei simboli per eccellenza della storia partenopea, il Maschio Angioino. Un viaggio a ritroso nel tempo, dalla dinastia francese dei D’Angiò a quella spagnola degli Aragonesi. Domenica 4 marzo verranno raccontate diverse storie legate a questo importante maniero, in particolare quella di Lucrezia D’Alagno, una giovane donna che conquistò il cuore del re Alfonso V D’Aragona, ma che per un destino a lei nefasto non divenne mai regina.

Il percorso prevede l’utilizzo di speciali lenti Oled che proietteranno i visitatori nell’ambiente del XV secolo attraverso la visita video interattiva “Il Segreto Celato” facente parte del progetto a marchio IVI Itinerari Video Interattivi “Il Graal al Maschio Angioino”. Ad accogliere coloro che vorranno scoprire i segreti del Maschio Angioino ci sarà Lucrezia D’Alagno in persona, interpretata dall’attrice Annalisa Direttore. I visitatori infatti indossando gli speciali occhiali Oled interagiranno virtualmente con la favorita di Alfonso V D’Aragona.

L’appuntamento, come detto, è fissato a domenica 4 marzo alle ore 10:30 davanti alla sede Unicredit in via Verdi. Il tour durerà 90 minuti. Il prezzo del biglietto è di 10 euro per gli adulti, mentre è di 8 euro per i visitatori dagli 8 ai 18 anni. La prenotazione, obbligatoria, deve essere effettuata entro e non oltre il 1 marzo. Questi i recapiti da contattare:

Cellulare: 3405365852
Whatsapp: 3317100447

Come ogni anno, il 21 Febbraio si celebrerà la Giornata Internazionale della Guida Turistica, istituita dalla World Federation of Tour Guide Associations al fine di promuovere il lavoro, l’impegno profuso nella Valorizzazione del Patrimonio Culturale e l’alto livello di specializzazione della figura professionale della Guida
Turistica.

In Italia la manifestazione è promossa dall’Associazione Nazionale Guide Turistiche (ANGT) e sarà come sempre animata dalle Guide Turistiche Abilitate su tutto il territorio Nazionale che proporranno itinerari storico/artistici e visite guidate a Musei e siti (in alcuni casi attuando aperture straordinarie) completamente gratuite, fatta eccezione per eventuali biglietti d’ingresso.

Nei giorni 21, 24 e 25 Febbraio anche la Regione Campania sarà interessata da una vasta serie di iniziative promosse dalle Guide Turistiche abilitate, coordinate dell’Associazione Guide Turistiche Campania.

Le Guide operanti sul Territorio Casertano presenteranno per l’occasione ben quattro itinerari integralmente gratuiti, ideati e strutturati al fine di condurre i visitatori alla scoperta di alcuni luoghi, siti e monumenti meno noti al grande pubblico ma meritevoli di attenzioni ed interesse.

GLI ITINERARI

AVERSA (CE)
Visita guidata del centro storico di Aversa, la più antica Contea Normanna in Italia, fondata a inizio XI secolo da Rainulfo Drengot e chiamata “città dalle cento chiese”.
Scopriremo nell’intrico delle sue vie: la chiesa della Madonna di Casaluce, fondata dal re Carlo II d’Angiò, sede temporanea di una preziosa reliquia e circondata di una misteriosa leggenda che ancora oggi infiamma gli animi dei fedeli; il seggio, cuore pulsante dell’antica città e oggi patria della movida aversana; la Chiesa di Santa Maria
a Piazza, vero gioiello eretto in forme romaniche e scrigno di preziosi affreschi e la Cattedrale intitolata a San Paolo, con il suo meraviglioso campanile.
SABATO 24 Febbraio ore 16:00
Appuntamento fuori all’ingresso principale (su via Roma) del parco Pozzi di Aversa.
La guida avrà una bandierina rossa.
Info e prenotazione obbligatoria al 320/6844817

CASERTAVECCHIA (CE)
Prima della costruzione della reggia di Caserta, il centro più importante del territorio sorgeva a circa 450 metri d’altezza, alle pendici dei monti Tifatini.
Il borgo, oggi relegato al ruolo di frazione di Caserta, era chiamato Casa Hirta e conserva ancora oggi intatto il suo fascino medievale.
Visita guidata del Castello di origine Longobarda che per l’occasione sarà aperto grazie alla collaborazione con la “Pro-Loco Casertavecchia”, del borgo antico e della Cattedrale in stile arabo-normanno.
SABATO 24 e DOMENICA 25 Febbraio, ore 10:30
Appuntamento: area prospiciente castello di Casertavecchia.
Info e prenotazione obbligatoria al 327/07 37 458

CARINOLA (CE)
Visita guidata della Cattedrale di Carinola eretta sul finire dell’XI secolo, per volere dell’allora Vescovo S. Bernardo. Visita esterna di Palazzo Novelli, un palazzo quattrocentesco, dimora dei conti di Carinola. Esso rappresenta una delle più importanti testimonianze di arte catalana.
Visita guidata della chiesa dell’Annunziata, costruita per volere della regina Sancha di Maiorca e di re Roberto D’Angiò.
DOMENICA, 25 Febbraio ore 10:00
Appuntamento in piazza Vescovado, Carinola, dinanzi alla cattedrale.
Info e prenotazione obbligatoria al 327/07 37 458
COMUNICATO STAMPA ASSOCIAZIONE CULTURALE “CAMPANIA GRAND TOUR”

Terme Romane di via Terracina
Terme Romane di via Terracina
Terme Romane di via Terracina

Due giorni di visite guidate gratuite presso il complesso delle Terme Romane di via Terracina, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta e sede di rarissime e ricchissime pavimentazioni a mosaico. Il 17 e il 18 febbraio saranno organizzate delle visite guidate gratuite alla scoperta di un patrimonio poco conosciuto.

La partenza è dall’ingresso del complesso che è in via Terracina di fronte al civico 429, all’angolo con via Marconi. L’evento è curato e reso possibile dal Gruppo Archeologico Napoletano e saranno proprio gli esperti dell’associazione a guidare i visitatori all’interno delle terme. Sabato 17 ci sarà un’unica visita alle ore 16, mentre domenica si potrà visitare il complesso dalle 10 alle 13. Per prenotare le visite basta compilare il presente sul sito ufficiale del Gruppo Archeologico Napoletano.

Ritorna per la terza edizione l’iniziativa “Innamòrati/innamoràti di Napoli”, una serie di visite guidate gratuite con dei Ciceroni illustri affiancati da guide turistiche abilitate con lo scopo di far innamorare di Napoli cittadini e turisti. L’iniziativa, che nasce da un’idea dello scrittore Maurizio De Giovanni, è stata promossa dall’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli e si terrà domenica 18 febbraio.

Si andrà alla scoperta e riscoperta di luoghi noti e meno noti raccontati in chiave personale da uomini e donne che lavorano e vivono ispirati dall’amore per Napoli. Quest’anno, giunta alla sua terza edizione, l’attenzione sarà centrata sul cinema e si sottolineerà il successo di Napoli come set cinematografico. La madrina di quest’anno è l’attrice Pina Turco, che condurrà la visita a Palazzo San Giacomo, sede del Municipio, alla presenza del sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dell’assessore alla cultura e al turismo Nino Daniele.

Per chiunque voglia partecipare a questa splendido progetto volto a presentare Napoli nella sua particolare bellezza occorre prenotarsi attraverso il seguente sito e dove è possibile visionare  le informazioni  su ogni singola visita. Per ulteriori dettagli è possibile scrivere una mail all’indirizzo seguente oppure telefonare ai seguenti numeri: 338.2124619 – 328.1764063 – 345.8596649 (da lunedì a venerdì ore 10.00 – 17.00).

Per i luoghi dove è previsto un biglietto d’ingresso questo sarà a carico dei partecipanti. Tantissime le strutture che hanno aderito garantendo una riduzione dedicata agli “innamorati”. Le visite sono guidate sono fissate tutte la mattina e sono in contemporanea ad esclusione di quella al Borgo Orefici prevista sabato 17 Febbraio. Ecco chi ci sarà e i luoghi che saranno visitabili. Tra i più celebri:

PINA TURCO – MADRINA – Palazzo San Giacomo
ENZO DE CARO – Palazzo Reale
GIULIO ADINOLFI ‐ Libreria cinema e teatro. Parco Margherita
Maestro MICHELE CAMPANELLA ‐  Il Conservatorio di San Pietro a Majella
MARCO ZURZOLO – Cimitero delle Fontanelle
PEPPE IANNICELLI ‐ NAPOLI NEL MITO: mostra sul Calcio Napoli presso il MANN

All’interno dei festeggiamenti per la celebrazione di Sant’Agata, la Santa patrona della città di Capua, il Punto Informativo Capua Sacra presenta un percorso per far conoscere la storia della Santa e i suoi miracoli alla scoperta dei tanti tesori conservati in Cattedrale. Sant’Agata è la Santa protettrice dei fonditori di campane, dei tessitori (secondo la leggenda la giovane Agata, una specie di Penelope cristiana, avrebbe convinto un uomo insopportabile che voleva prenderla in matrimonio ad aspettare che venisse conclusa una tela che stava realizzando, che lei tesseva di giorno e scuciva di notte), dei vigili del fuoco e delle donne colpite da malattie al seno (la vergine venne uccisa dopo aver subìto l’amputazione delle mammelle).

L’itinerario prevede una suggestiva visita ai tesori sacri quali il busto argenteo e la reliquia di Sant’Agata e alla parte già accessibile del Museo Diocesano, soffermandosi sulla storia della vergine catanese. Le visite curate dalle guide turistiche di Damusa aps partiranno la mattina di Domenica 4 Febbraio, con due turni alle ore 10:15 e alle ore 10:45 e il pomeriggio alle ore 16:00 dal Punto Informativo Capua Sacra, per la visita è previsto un biglietto di 5,00 € (cinque euro) a persona. Per l’occasione è stato realizzato un fazzoletto rosso che ricorda il Velo miracoloso la cui reliquia è conservata in cattedrale.

Il Quadriportico della Cattedrale

Parrocchie Capua Centro, la nuova realtà ideatrice della visita, nasce per racchiudere tutti i monumenti religiosi del centro storico della Città di Capua, e non solo, affinché siano valorizzati nella loro dimensione liturgica, artistica e culturale. Per attuare il processo di valorizzazione e promozione del patrimonio architettonico religioso nel centro storico,  è stata istituita da Parrocchie Capua Centro la Commissione Capua Sacra che riunisce al suo interno vari soggetti già operativi sul territorio nell’ambito della valorizzazione dei beni culturali, che da oltre un anno,  durante la settimana,  assicura  l’apertura dell’Info Point,  sito all’interno del Quadriportico della Cattedrale e la relativa apertura del Museo Diocesano e dei monumenti religiosi ricadenti nel centro storico della città, che finalmente sono visitabili e fruibili da cittadini e visitatori.

Il Cristo deposto ( o Cristo Morto) opera di Matteo Bottiglieri. Si trova nella cripta della Cattedrale di Capua

Da pochi mesi è stato avviato il  progetto “Arte per Arte”, Un sistema di eventi con i quali si intende  favorire l’incontro tra chi fa cultura e arte sul territorio e chi vuole sostenerla attraverso varie modalità come  l’acquisto di biglietti di spettacoli e eventi organizzati nei vari siti storici, l’ acquisto di biglietto di particolari visite ai monumenti, piccole donazioni da parte di privati, sponsorizzazione da parte di aziende. Il progetto “Arte per Arte”  nasce anche per finanziare, attraverso una parte dei ricavi degli eventi, i restauri di una serie di opere dal valore inestimabile sia dal punto di vista artistico che culturale custoditi nella Basilica Cattedrale di Capua. “Visite guidate, mostre d’arte e di fotografia, eventi teatrali e musicali saranno le occasioni che avremo, tutto l’anno,  per visitare e vivere la città attraverso il ricchissimo patrimonio monumentale del suo centro storico, che diventa palcoscenico ideale di arte e cultura, una poliedricità di linguaggi che appartiene alla Città di Capua, patria del primo scritto in volgare, il Placito Capuano che gli conferisce il titolo di Città della Lingua. Come da 13 anni recita il festival annualmente organizzato da Architempo Capua il Luogo della Lingua partner del progetto Arte per Arte” le parole degli organizzatori  di una sinergia di realtà che potrebbero far definitivamente consacrare la città di Capua come meta privilegiata dei flussi turistici in Campania. I presupposti ci sono tutti, lo dimostra tutta l’attenzione mediatica data finalmente al Placito Capuano, senza dimenticare la prossima riapertura della Basilica Benedettina di San’Angelo in Formis (frazione di Capua) e il suo probabile riconoscimento come patrimonio dell’Unesco che amplierà sicuramente l’offerta turistica della città di Capua a beneficio anche di tutte le future iniziative dell’Punto Informativo Capua Sacra

Per tutte le info sull’evento clicca qui

Un itinerario all’insegna della scoperta di uno dei manieri più suggestivi che Napoli offre ai visitatori: Castel Nuovo meglio conosciuto come il Maschio Angioino. Posizionato nel cuore di Napoli tra mare e centro storico, ogni anno ospita moltissimi visitatori.

Per mostrare le meraviglie del maniero, Discover Napoli organizza per domenica 21 gennaio 2018 alle ore 10:30 una suggestiva visita guidata al castello.

Un tour di 45 minuti che vi permetterà di prendere parte, in compagnia di una guida in italiano, ad un vero e proprio viaggio nel tempo, scoprendo le molteplici fasi che hanno caratterizzato la storia del sito, cominciando dalle vestigia della Neapolis romana, attraversando poi l’Alto Medioevo, fino a giungere alla duecentesca costruzione angioina del Castel Nuovo e alla quattrocentesca riedificazione aragonese.

Esplorerete l’area archeologica, posta al di sotto della Sala dell’Armeria, che ospita una delle sezioni geologiche meglio conservate della città. In seguito, si percorrerà il camminamento esterno della Torre dell’Oro, scendendo muniti di torcia ed elmetto, nella Cannoniera, alla scoperta della tecniche di difesa degli Aragonesi.

Infine si raggiungerà la terrazza panoramica della cortina settentrionale del castello che affaccia sui cantieri della linea 1 della metropolitana di Piazza Municipio.

Costi: adulti: € 14,00 – bambini: € 8,00
Per info: 377 3588472

Terme Romane di via Terracina
Terme Romane di via Terracina
Terme Romane di via Terracina

Tornano le visite guidate gratuite nel complesso delle Terme Romane di via Terracina il 13 e il 14 gennaio 2018. Il Gruppo Archeologico Napoletano propone due giorni di visite speciali alla scoperta del complesso romano del I secolo a.C. che ci ha restituito dei bellissimi mosaici pavimentali con temi marini come Poseidone e Anfitrite.

Sabato 13 gennaio è previsto un solo orario di visita alle ore 16,00 mentre domenica 14 gennaio ci saranno visite ogni ora dalle ore 10,00 alle ore 13,00. Un’occasione imperdibile per ammirare le famose Terme di via Terracina.

INFORMAZIONI:

Quando: 13 e 14 gennaio 2018

Dove: Terme Romane, via Terracina, Napoli

Altre info: è consigliabile prenotarsi sul form online o tramite numero di telefono 3357272005 oppure prenotazioni@ganapoletano.it

Ingresso gratuito.

Evento facebook.

Scavi Ercolano

Scavi Ercolano

Il Parco Archeologico di Ercolano resterà aperto per due settimane durante il periodo natalizio, offrendo ai visitatori itinerari tematici assieme a personale qualificato alla scoperta di della grande impresa di scavo restauro e sistemazione del sito realizzata da Amedeo Maiuri.

E’ il regalo di Natale che il Direttore del Parco, Francesco Sirano, ha pensato per i propri visitatori. Le visite saranno tre per giorno: alle 9,30, alle 11,30 e alle 14,00, a richiesta si potranno svolgere anche in inglese e si terranno secondo il seguente calendario:

Mese di dicembre: venerdì 22 – sabato 23 – mercoledì 27 – giovedì 28 – venerdì 29 – sabato 30

Mese di gennaio: martedì 2 – mercoledì 3 – giovedì 4 – venerdì 5

Gruppi di 30 persone, acquistando il biglietto di ingresso agli scavi, che resta invariato (11 €, con riduzioni e gratuità da normativa vigente), potranno prenotarsi al numero 366.1191840 (dalle 9,00 alle 15,00) e fruire della visita gratuita.

Dal 22 dicembre al 5 gennaio rimarrà inoltre aperto il Padiglione della Barca, che custodisce la barca romana rinvenuta a Ercolano sull’antica spiaggia con una serie di oggetti collegati al mare e alle attività marinare. I giorni di programmata chiusura al Parco Archeologico di Ercolano rimarranno il 25 Dicembre e il 1° Gennaio.

Napoli – Per le prossime festività natalizie l’Azienda Napoletana Mobilità rinnova l’appuntamento con Metro Art Tour. Da sabato 16 dicembre e fino alla Befana, turisti e appassionati di arte contemporanea possono prenotarsi per partecipare al ricco programma di iniziative che anche quest’anno comprende visite didattiche alle “Stazioni dell’Arte” della Linea 1 metropolitana.

Saranno disponibili due turni giornalieri alle ore 10.00 e alle ore 17.00  nelle giornate di sabato 16 dicembre; sabato 23 dicembre; sabato 30 dicembre; venerdì 5 gennaio 2018.

Giovedì 28 dicembre invece, spazio ai più piccoli con il laboratorio creativo Metro Art Kids. Le visite Metro Art Tour sono gratuite, hanno una durata di 90 minuti e prevedono il pagamento del solo titolo di viaggio.
Per partecipare è richiesta la prenotazione online tramite la piattaforma Eventbrite: sulla pagina http://metroart.eventbrite.com/  è possibile visualizzare l’elenco di tutti i tour e prenotarsi. È sufficiente inserire nominativo ed indirizzo e-mail per registrarsi gratuitamente, ordinare il biglietto gratuito e ricevere via e-mail la conferma della prenotazione da portare con sé all’appuntamento in stazione.

Di seguito il programma con i link di prenotazione alle singole visite:

 

METRO ART TOUR / NATALE 2017

 

SABATO 16 DICEMBRE 2017

ORE 10.00: VISITA TOLEDO E UNIVERSITÀ

per prenotare:

https://toledo-universita-16dicembre.eventbrite.it

ORE 17.00: VISITA MUNICIPIO E DANTE

per prenotare:

https://municipio-dante-16dicembre.eventbrite.it

SABATO 23 DICEMBRE 2017

ORE 10.00: VISITA TOLEDO E MONTECALVARIO

per prenotare:

https://toledo-montecalvario-23dicembre.eventbrite.it

ORE 17.00: VISITA UNIVERSITÀ E GARIBALDI

per prenotare:

https://universita-garibaldi-23dicembre.eventbrite.it

 

SABATO 30 DICEMBRE 2017

ORE 10.00: VISITA TOLEDO E MUNICIPIO

per prenotare:

https://toledo-municipio-30dicembre.eventbrite.it

ORE 17.00: VISITA VANVITELLI E DANTE

per prenotare:

https://vanvitelli-dante-30dicembre.eventbrite.it

 

VENERDÌ 5 GENNAIO 2018

ORE 10.00: VISITA TOLEDO E MONTECALVARIO

per prenotare:

https://toledo-montecalvario-5gennaio.eventbrite.it

ORE 17.00: VISITA MUNICIPIO E MUSEO

per prenotare:

https://municipio-museo-5gennaio.eventbrite.it

Prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento dei posti disponibili:  http://metroart.eventbrite.com 

Durata visite: 90 minuti ca

La partecipazione è gratuita, è richiesto soltanto il titolo di viaggio.

Per info: infoarte@anm.it

 

 

GIOVEDÌ 28 DICEMBRE 2017

METRO ART KIDS / “Storie di luce e d’ombra”

Visita didattica con laboratorio creativo per i bambini dai 6 ai 10 anni e le loro famiglie (max 2 accompagnatori per bambino).

per prenotarehttps://kids-toledo-28dicembre.eventbrite.it

La partecipazione è gratuita, è richiesto soltanto il titolo di viaggio.

METRO ART KIDS si svolge in due fasi: una prima caratterizzata dalla visita performativa con partenza dall’atrio della stazione Toledo alle ore 10.30. Qui i bambini esploreranno in maniera attiva la “stazione più bella d’Europa”, avvicinandosi ai linguaggi e alle tematiche dell’arte contemporanea in una modalità ludica e partecipativa. La visita alla stazione Toledo culminerà negli spazi della seconda uscita Montecalvario, dove i bambini saranno coinvolti dagli esperti ANM nella sperimentazione diretta di un’opera collettiva provvisoria con l’utilizzo di videoproiezioni, materiali di recupero, collage e dipinti.

Filo conduttore dell’appuntamento, la multimedialità e i giochi d’ombra, sull’esempio di William Kentridge e delle sue teatrali processioni di sagome scure. Un vecchio proiettore per diapositive si trasforma in una lanterna magica per giocare con le silhouette di corpi, sagome  ritagliate, tessuti e oggetti.

METRO ART KIDS / 28 DICEMBRE 2017 / INFO

Fascia oraria: dalle ore 10.30 alle ore 13.00

Partecipanti: bambini dai 6 ai 10 anni con accompagnatori (max 2 per bambino)

Prenotazione obbligatoria / posti limitati: https://kids-toledo-28dicembre.eventbrite.it

Per chi desidera invece una visita guidata alle Stazioni dell’Arte costruita su misura, ANM propone il servizio METRO ART YOUR TOUR . Una visita personalizzata su appuntamento che prevede un’offerta base con due Stazioni dell’Arte a scelta (durata 90 minuti ca.) fino a 20 partecipanti al costo di 100 euro per il tour in lingua italiana e 120 euro in lingua inglese.

Sono previste ampie possibilità di personalizzazione, con percorsi più lunghi e articolati o in orari diversi rispetto alla fascia standard (ore 9.00 – 17.00). Per richiedere una prenotazione scrivi a infoarte@anm.it . Per dettaglio costi e modalità consultare la sezione METRO ART TOUR sul website ANM

Tesoro di San Gennaro

Tesoro di San GennaroNapoli –  Si terrà sabato 9 dicembre 2017, la visita teatralizzata “Januaria” presso il Museo del Tesoro di San Gennaro, a partire dalle ore 19.00. Il pubblico verrà condotto alla scoperta dell’immenso tesoro del Santo patrono di Napoli, unico al mondo!

I visitatori saranno accompagnati, oltre che dalla guida, anche dagli attori Valeria Frallicciardi e Andrea Fiorillo, che si faranno interpreti di aneddoti e misteri connessi al culto del santo più venerato al mondo. Testi e regia sono di Febo Quercia. Il primo turno partirà alle ore 19.00. Al termine dell’evento è prevista una degustazione di vino campano delle cantine Nugnes.

Tra i musei più ricchi al mondo, quello del Tesoro di San Gennaro nasce nel 2003 e contiene diversi oggetti preziosi regalati al Patrono, nel corso dei secoli, da sovrani, papi, uomini illustri e persone comuni. Documenti, oggetti preziosi, argenti, gioielli, dipinti.

Tra i pezzi celebri ricordiamo la Mitra d’argento dorato, risalente al 1713 con rubini, smeraldi e brillanti; la Collana di San Gennaro, iniziata nel 1679, formata da tredici maglie in oro massiccio alle quali sono appese croci tempestate di zaffiri e smeraldi; il Manto di San Gennaro, coperto di pietre preziose e di smalti raffiguranti le insegne araldiche del casato; il Calice d’oro tempestato di rubini, smeraldi e brillanti, realizzato nel Settecento.

INFORMAZIONI:

Quando: sabato 9 dicembre 2017, dalle ore 19.00

Dove: Museo del Tesoro di San Gennaro

Prezzi: 15 euro

Altre info e prenotazioni: 339 7020849 o 333 3152415.

Evento facebook.