Con le riaperture aumentano i controlli, Lamorgese: “Saremo particolarmente rigidi”

In vista delle prossime riaperture saranno rafforzati i controlli su tutto il territorio, come annunciato dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Riaperture, più controlli sul territorio: le parole di Luciana Lamorgese

Intervenuta alla giornata di Confcommercio dedicata alla legalità, il Ministro Lamorgese ha dichiarato: “Andiamo verso un periodo di riaperture e sarà un periodo delicato. Questo è il momento della responsabilità, necessario per dare alle imprese e all’economia una possibilità di ripresa”.

“Non è un ‘liberi tutti’. Non può essere così perché dobbiamo cercare di preservare anche il futuro. Per questo sarà importante continuare nel rispetto delle regole ed evitare il ritorno a una spirale di contagi. Faremo controlli e saremo particolarmente rigidi perché non possiamo rischiare di buttare a mare quanto fatto finora”.

“Crediamo nelle riaperture e nel senso di responsabilità di ognuno di noi. Tutti auspichiamo il rilancio delle attività produttive. L’auspicio è che le aperture dei prossimi giorni possano rappresentare un volano per le nostre imprese” – ha concluso.

Dunque, dal 26 aprile, con il ritorno delle zone gialle, dovrebbe essere rafforzato anche il sistema dei controlli per evitare che la violazione delle normative in vigore possa incentivare ulteriormente la diffusione del covid. Lo stesso Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha più volte lamentato la quasi totale assenza di pattuglie in strada che garantiscano il rispetto delle regole. Ragion per cui si è schierato contro l’inutilità della zona rossa, funzionale soltanto all’interruzione delle attività economiche, mentre le persone continuano a circolare per strada in maniera indisturbata.

Potrebbe anche interessarti