Conte: “Scelgo Napoli per il mio debutto. Chi ama l’Italia non può non amarla”

Giuseppe Conte, ex premier, sta per diventare il leader dei Cinquestelle e stamattina sarà a Napoli per la sua prima uscita. Il debutto sosterrà la candidatura a sindaco dell’ex ministro Gaetano Manfredi.

A Napoli il Movimento, – ha detto a ilmattino.itinsieme al PD e alle altre forze progressiste, ha saputo individuare un progetto forte per la città. Gaetano Manfredi è apprezzato e stimato da tanti. Vicino alla città e al bisogno dei napoletani. E poi chi ama l’Italia non può non amare Napoli, che deve recuperare la sua vocazione europea e il suo ruolo di grande capitale del Mediterraneo, snodo decisivo del tessuto produttivo nazionale e uno dei fiori all’occhiello del nostro patrimonio culturale e artistico”.

Sui progetti per Napoli, ha dichiarato: “Più che di singoli progetti, o di nuovi faraonici piani, Napoli ha bisogno di migliorare i suoi servizi che devono diventare più efficienti e più vicini alle esigenze dei cittadini. E poi, ripeto, bisogna lavorare a fondo per far recuperare alla città la sua vocazione internazionale”.

La Campania è la regione dove è più diffuso il reddito di cittadinanza: “Il Reddito di cittadinanza va migliorato e potenziato dal punto di vista delle politiche attive per agganciare le opportunità del Pnrr. – ha detto Conte – Ma va difeso, senza se e senza ma. Trovo gravi le strumentalizzazioni di alcuni leader politici: invece di impegnarsi contro lavoro nero e caporalato, si dilettano a puntare il dito contro il Reddito di cittadinanza, senza rispetto per i giovani o le famiglie che annaspano tra precarietà e sfruttamento. Ricordiamo le parole pronunciate solo ieri dal Papa: “la pandemia ha moltiplicato ulteriormente i poveri. E’ urgente dare risposte concrete a quanti patiscono la disoccupazione”. Non possiamo restare sordi a questo appello”.

Potrebbe anche interessarti