De Luca avverte: “Eviterei le feste in casa senza mascherina e quelle di fine anno in piazza. Sarebbe un peccato chiudere”

de luca festeIl governatore della Campania Vincenzo De Luca nella consueta conferenza del venerdì ha parlato del covid e delle restrizioni che il governo sta mettendo in atto. L’obiettivo è quello di non chiudere le attività economiche e la scuola. Ciò è possibile solo completando la campagna di vaccinazione.

DE LUCA: “PER NATALE EVITEREI LE FESTE SENZA MASCHERINA A CASA E IN PIAZZA”

Queste le parole di De Luca sulle feste nel periodo natalizio:

Io sono straconvinto che se siamo responsabili e completiamo la vaccinazione al personale scolastico e sanitario, eviteremo chiusure sia di scuole che di attività economiche. Dobbiamo evitare festini, mettersi questa benedetta mascherina anche all’esterno, un piccolo sacrificio tipo evitare nel periodo natalizio di fare feste al chiuso senza mascherine. Non so se converrà, con questi chiari di luna, fare le feste di fine anno in piazza, bisogna riflettere con attenzione, io le eviterei. Un assembramento di decine di migliaia di persone ma cosa vuoi controllare ed è un peccato bruciare questa tranquillità per una grande festa. Teniamoci quello che abbiamo conquistato, una vita in larga misura normale, i piccoli sacrifici come la mascherina e il lavaggio delle mani. Non bruciamo quello conquistato sul piano dell’irresponsabilità e la fretta“.

Su altre questioni, no covid:

Stiamo lavorando anche su altre questioni come il piano nazionale di ripresa, abbiamo completato una gara per scegliere la società di viabilità, stiamo lavorando per le norme di urbanistica. Abbiamo presentato il programma di Procida Capitale con oltre 100 eventi in tutta la Regione, un’occasione che vorremo vivere per rilanciare il sistema turistico. Il National Geografic ha inserito Procida come isola da visitare, dobbiamo avere il contagio sotto controllo per richiamare centinaia di turisti. Parte anche il servizio congiunto Eav/Scabec per il trasporto nei siti archeologici, siamo obbligati a seguire il covid perché dobbiamo evitare di chiudere le scuole e l’economia ma anche perché dobbiamo evitare di chiudere i reparti ordinari negli ospedali. Accanto ai pazienti covid ci sono malati oncologici, problemi cardiologici, diabetici, persone con disabilità. C’è stato un abbassamento grave nella quantità degli screening oncologici per le donne. Stiamo lavorando per creare lavoro, economia, ricchezza e dare una prospettiva serena ai giovani. Dateci una mano a completare la campagna di vaccinazione“.

Potrebbe anche interessarti