Esulta per la morte del piccolo Aylan, denunciato

Aylan
Aylan

Con la politica italiana ci sarebbe costato 50 euro al giorno, meglio così non ci costa niente e speriamo che succeda ancora”.

Immagine da "il fatto quotidiano"
Immagine da “il fatto quotidiano”

Sono state queste le parole, terrificanti, scritte da Giorgio Artioli di Bolzano che su Facebook, dopo aver condiviso la foto apparsa sulla prima pagina de Il Manifesto, esulta per la morte del piccolo Aylan.

insulti aylan1

Il post, contenente parole di odio e disprezzo verso quello che era solo un bambino, alla quale è capitata la sfortuna di nascere in un posto dove c’è la guerra e di morire, a causa dell’indifferenza di chi è rimasto a guardare, era stato segnalato da Selvaggia Lucarelli. L’uomo, se così possiamo definirlo, è stato individuato e denunciato per violazione della legge Mancino che sanziona le manifestazioni di discriminazione razziale, religiosa ed etnica.

Selvaggia Lucarelli aveva chiesto l’intervento della polizia di Bolzano, ricordando a tutti che per un episodio simile avvenuto in Germania, un uomo è finito in carcere. Certo che sembra veramente riduttiva una sanzione per chi esulta di fronte alla morte e si augura che non sia l’ultima.

Fonte “ilfattoquotidiano.it”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più