Bottiglie di Pepsi modificate per spacciare droga, arrestati due pusher

sostanza usata per tagliare la cocaina in purezza

La lotta allo spaccio di stupefacenti continua senza sosta, questa volta a finire in manette sono due pusher di Scampia residenti in via Labriola. Il sistema escogitato questa volta per portare a termine le transazioni illegali consisteva nel modificare delle bottiglie di Pepsicola aggiungendo un doppio fondo capace di ospitare una notevole quantità di cocaina.

L’operazione è stata svolta dai carabinieri del Vomero insieme ai compagni del battaglione campania con il supporto di un elicottero del nucleo di Pontecagnano e dei cani antidroga.

Le bottiglie modificate sono state ritrovate in un’abitazione del lotto H al di sotto di un lavello, assieme alle bottiglie sono stati anche rinvenuti 10 grammi di marijuana, 4 grammi di hashish e 50 grammi di lattosio, sostanza usata per tagliare la cocaina in purezza.

Il proprietario dell’appartamento è stato dunque arrestato per spaccio di stupefacenti e furto aggravato di energia  elettrica, utilizzata per sorvegliare l’attività di spaccio.

 

Potrebbe anche interessarti