Le novità di SafeCare24, sito gratuito di assistenza sanitaria made in Naples

È passato poco più di un anno da quando vi abbiamo presentato la piattaforma online SafeCare24, un sito web dove sono raccolte le figure professionali che si dedicano all’assistenza sociosanitaria. VesuvioLive.it ha incontrato nuovamente il dott. Giancarlo Arra, uno dei fondatori di SafeCare24, per sapere com’è andato questo primo anno di attività e quante persone hanno usufruito dei servizi offerti.

Dottor Arra, è trascorso il primo anno per SafeCare24, com’è andato e come hanno reagito le persone all’iniziativa? 
Molto bene, il primo anno ha superato le nostre aspettative. L’utilizzatore di SafeCare24 è un familiare preoccupato per il proprio caro che cerca un assistente sociosanitario a cui affidarlo. Nello stesso tempo, però, il familiare vuole sentirsi tranquillo e, quindi, cerca una persona che soddisfi i requisiti di una comprovata esperienza in questo settore e con la malattia che affligge il paziente. Noi offriamo tutto questo. È evidente, quindi, che SafeCare24, risponde alle esigenze delle famiglie che non possono prestare un’assistenza continuativa al proprio caro, ma che vogliono affidarlo a mani sicure e fidate. In questo senso, SafeCare24 garantisce controllo e sicurezza rispetto all’operatore che si lascia entrare nella propria abitazione.

Dall’inizio di questo nuovo progetto ad oggi quali sono stati i cambiamenti apportati ai servizi offerti? 
Abbiamo creato un’app dedicata per Android ed Apple attraverso la quale il familiare potrà contattare l’operatore ed assistere, in tempo reale, al trattamento che sta svolgendo il proprio caro. Un’altra interessante novità consiste nella creazione di un blog attraverso il quale, gli utenti, con l’aiuto del nostro team, composto anche da giuristi, potranno apprendere consigli utili. Ad esempio, potranno evitare errori in merito alla risoluzione di un rapporto di collaborazione domestica, attraverso il supporto dei nostri esperti.

Facendo una rapida stima, quante persone si sono rivolte a voi? 
Tante, se parliamo in numeri abbiamo una domanda media giornaliera di 150 servizi al giorno in tutto il territorio Italiano. Purtroppo, nonostante SafeCare24 abbia un cuore napoletano e, quindi del Sud, in questa parte del territorio incontriamo le maggiori difficoltà, anche se da qualche mese a questa parte intravediamo una crescita che ci lascia sperare. 

In questo progetto è accompagnato da tante professionalità tra cui il prof. Antonio Giordano, famoso oncologo a livello mondiale. Quanto è prezioso il suo sostegno e quanto è importante avere a disposizione uno staff di eccellenze di primo piano? 
Il sostegno pro bono, e ci tengo a sottolinearlo del prof. Giordano, è per noi di grande aiuto. Il suo esempio di integrità morale è per noi un modello da replicare.

Quali sono i prossimi traguardi e/o novità che introdurrete nel progetto?  
Il primo traguardo lo abbiamo già raggiunto con la crescita verticale dell’azienda, ma restiamo con i piedi per terra e cerchiamo il miglioramento dei numeri, garantendo la qualità del servizio. Il progetto per il futuro è l’internazionalizzazione ovvero la possibilità di poter esportare SafeCare24 in altri paesi della UE, ad esempio la Germania, ma per adesso non dico altro. Sono napoletano e per scaramanzia preferisco non anticipare troppo.

Per qualsiasi informazione sui servizi offerti visitate il sito: www.safecare24.com

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più