Beffa Benevento, pari al 93′. Mastella sugli errori arbitrali: “Valuto danno d’immagine”

benevento crotone
Foto instagram Lapadula

Il Benevento continua a sperare nella salvezza anche se le possibilità si riducono sempre di più. La squadra sannita ha infatti pareggiato contro il Crotone per 1 a 1 (a segno Lapadula e allo scadere Simy) conquistando solo un punto e gettandone a vento due. Con questo punto, le streghe infatti si portano a 32 punti, a tre lunghezze dal Torino (ieri sconfitto dallo Spezia per 4 a 1).

La squadra granata però deve ancora recuperare una gara, quella contro la Lazio, rinviata per i diversi casi covid in rosa. In caso di mancata vittoria del Torino, decisiva sarà quindi l’ultima giornata di campionato. Una vera e propria sfida salvezza che vede fronteggiarsi proprio Torino e Benevento (che nella gara d’andata pareggiarono 2 a 2).

Ma in città ancora non si placano le polemiche dovute all’arbitraggio di Mazzoleni, che prima al Var ha annullato il gol vittoria regolare di Osimhen contro il Cagliari, e poi come arbitro ha penalizzato (secondo il presidente Vigorito) il Benevento. Parole dure, quelle del numero 1 sannita, che hanno portato a far aprire un’inchiesta da parte della Procura della Figc:

Dopo 15 anni parlo di un arbitro, dico qualcosa che mi farà mandare via prima del campionato. Mi sono arrivati messaggi da Napoli e da altre parti, quando si vuole ammazzare il Sud mettono lui al Var. Si può anche togliere, il signor Mazzoleni col c… su una panchina non riesce a guardare uno schermo“.

Sulla stessa scia si era espresso anche il sindaco di Benevento Clemente Mastella:

A pensar male si fa peccato, ma assai spesso si indovina. Lo diceva Andreotti e lo ripeto io. Come mai l’arbitro Mazzoleni era nella cabina Var a Napoli ed oggi a Benevento? A Napoli, contro il Cagliari, annullò il goal di Osimhen, oggi ha annullato il rigore del Benevento“.

Per quelle parole, il primo cittadino è stato querelato dal fratello di Mazzoleni.

Leggo di una querela contro di me da parte del fratello del ‘varista’ Mazzoleni, a seguito della partita Benevento-Cagliari. Ci vedremo volentieri in Tribunale. Per quanto mi riguarda, ho dato mandato ai miei legali di valutare di querelare per danno di immagine ed economico alla città, quanto procurato in negativo dalla decisione assunta da Mazzoleni e da Doveri. Che rispondessero lui e gli altri di una designazione sospetta ed inopportuna e di due decisioni illegittime perché palesemente contrarie al regolamento. Del resto, lo stesso fratello è stato prudenzialmente sospeso de facto dal VAR. Sono due giornate che non viene designato. E a pensarci bene gli errori del Var nella partita sono stati tre. E tutti decisivi. Ignorati. Ergo, se il Sig. Mazzoleni vuole approfondire, ben venga“.

 

Potrebbe anche interessarti