Santobono, speranza per i piccoli malati: primo centro del Sud Italia a poter utilizzare farmaci specifici

L’Ospedale Santobono Pausillipon di Napoli continua ad essere una delle migliori eccellenze della città e non solo. Da oggi infatti c’è una speranza in più per i piccoli affetti da linfomi e leucemie particolarmente aggressive e resistenti. L’AORN Santobono Pausilipon è infatti il primo centro pediatrico di tutto il Sud Italia ad aver completato il complesso iter di certificazione e autorizzazione per l’utilizzo dei farmaci Car-T per la cura dei linfomi non-Hodgkin (LNH) a grandi cellule B e della leucemia linfoblastica acuta.

LEGGI ANCHERaffaella finisce le terapie: balli e musica al Santobono

I farmaci Car-T costituiscono una terapia estremamente innovativa ed impegnativa che consiste nel manipolare geneticamente le cellule del sistema immunitario per renderle capaci di riconoscere e attaccare il tumore inmaniera mirata ed efficace anche in pazienti che non rispondono alle cure tradizionali. La certificazione arriva dopo tre anni di impegno e lavoro nei quali l’azienda ha investito nella formazione del proprio personale medico ed infermieristico.

Poter personalizzare la terapia in base al paziente offre possibilità di cura inedite e incoraggianti. Un traguardo di grande importanza per il quale desidero ringraziare la Direzione dell’AORN Santobono Pausilipon che, in questi due anni non ha mai fatto mancare il proprio sostegno e grazie alla quale oggi, anche i bambini del bambini del Sud Italia, al pari del resto del mondo, avranno accesso alle terapie più innovative.

 

Potrebbe anche interessarti